Supersport: Yamaha abbandona ufficialmente la categoria

Supersport: Yamaha abbandona ufficialmente la categoria

Conferma della notizia risaputa da diversi mesi

Commenta per primo!

Nel 2010 non ci sarà più il team ufficiale Yamaha al via del World Supersport. La notizia, risaputa “ufficiosamente” da almeno un paio di mesi a questa parte, ha trovato conferma per voce del responsabile Laurens Klein Koerkamp, che non ha potuto che sancire la chiusura definitiva del Yamaha World Supersport Team, proprio quando quest’anno si è tornati alla conquista del titolo piloti con Cal Crutchlow.

Le ragioni, confermate anche dallo stesso Koerkamp a MCN, sono semplici: nuovi programmi sportivi decisi ai vertici Yamaha Motor Europe che, di fatto, hanno tolto linfa alle squadre “satellite” nei campionati nazionali e nella Supersport iridata. Inizialmente si era cercato un accordo con un’altra struttura che potesse gestire le YZF R6 ufficiali: fallita l’operazione Yamaha-Stiggy (sembrava “fatta” quest’estate), in seconda battuta si è provato a convincere i vertici Yamaha di un ripensamento, anche grazie ai successi sportivi nel WSS.

Nei test successivi al Gran Premio di Portimao piloti come Anthony West, James Ellison, Martin Cardenas e Gino Rea hanno provato la YZF R6 Campione del Mondo: più che il “primo giorno” della stagione 2010 si è trattato dell’ultimo impegno del team Yamaha World Supersport nella categoria.

I componenti della squadra adesso sono in cerca di un nuovo impiego con altre strutture del “circus” Superbike, mentre nel 2010 vedremo sì qualche Yamaha R6 al via, ma in forma prettamente privata: per il momento l’avventura dei Tre Diapason nella 600 si chiude qui.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy