Supersport: buon esordio con Triumph per il Suriano Racing

Supersport: buon esordio con Triumph per il Suriano Racing

A Phillip Island Dell’Omo e Quarmby in 10° e 11° posizione

All’esordio con le Triumph Daytona 675 ex-BE1, il Suriano Racing Team a Phillip Island ha ben impressionato. Preso contatto con le tre cilindri britanniche nei test pre-gara, la squadra italiana ha progressivamente scalato la classifica, consentendo a Danilo Dell’Omo e Ronan Quarmby di giocarsi posizioni importanti in gara dopo esser scattati dalla quinta fila dello schieramento. Una prestazione promettente pensando al ritorno in Europa, dove con una gara d’esperienza in più con le Triumph il Suriano Racing Team potrà puntare in alto. “Sono molto soddisfatto“, ha dichiarato Ninetto Suriano. “I ragazzi sono stati grandi e non c’è stata nessuna sbavatura da parte loro nonostante fosse la prima gara con la nuova moto e il nuovo team. Senza il problema al braccio, Ronan avrebbe potuto chiudere sesto e anche Danilo è stato eccezionale e sta prendendo le misure della moto. Un grazie da parte mia e di tutto il team va al direttore sportivo Alfonso Castaldo per la sua eccezionale disponibilità“. I due piloti si sono detti soddisfatti di questa performance, a cominciare da Danilo Dell’Omo che ha centrato la top-10. “Sono contento del risultato anche se so che rischiando qualcosa in più avrei potuto guadagnare altre posizioni in classifica. Come prima gara il team mi ha saputo dare una moto al top, dalla base da cui siamo partiti. Non potevo chiedere di più e ora abbiamo un po’ più di tempo per cercare di migliorare il pacchetto. Sono sicuro che Ninetto mi metterà in condizione di stare davanti“. Ronan Quarmby, protagonista del campionato sud africano all’esordio a tempo pieno nel mondiale dopo qualche gara di esperienza con Honda Ten Kate nel 2010, ha concluso 11° per i dolori al braccio, riuscendo comunque a spiccare tempi significativi. “Sono partito diciassettesimo e ho battagliato per molti giri per un risultato ancora più importante ma a metà gara sono calato a causa del dolore all’avambraccio, che mi impediva di spingere. Per me questo è un bel risultato, perché era la prima volta a Phillip Island e la prima gara con il nuovo team“. Servizio Fotografico: Diego De Col

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy