MXGP Valencia, Gara 1: Tony Cairoli torna alla vittoria

MXGP Valencia, Gara 1: Tony Cairoli torna alla vittoria

Nella prima gara del Mondiale MXGP a Valencia Tony Cairoli torna alla vittoria dopo un gran sorpasso su Romain Febvre. Gara 2 in diretta su Corsedimoto alle 17:00.

di Alessandro Palma

Dopo tre secondi posti consecutivi, Tony Cairoli è tornato al successo trionfando in Gara 1. Il pilota siciliano è stato protagonista di una prestazione da incorniciare che lo ha visto prima rimontare nelle fasi iniziali e poi prendersi la prima posizione infilando Romain Febvre con un sorpasso capolavoto a metà gara. TC222 si è così preso la sua seconda vittoria nel Mondiale MXGP 2018 accorciando le distanze in campionato da Herlings, secondo dopo qualche difficoltà di troppo nella prima metà di gara.

LA RIMONTA – Alla partenza Cairoli si è ritrovato in sesta posizione e da lì ha rimontato subito fino a portarsi in seconda posizione alle spalle di Febvre, autore dell’holeshot grazie a uno scatto fulmineo. Mentre Herlings rimontava a fatica fino alla quinta posizione e Gautier Paulin finiva a terra per un contatto con Tim Gajser, Cairoli ha accorciato mano a mano il gap che lo separava da Febvre (non senza prendersi qualche rischio) fino a ritrovarsi attaccato al pilota francese a metà dei 30 minuti (+ 2 giri) previsti.

IL SORPASSO – Proprio a metà gara è arrivato il capolavoro di TC222: in un curvone verso destra, il nove volte Campione del Mondo ha superato Febvre all’esterno passando molto vicino al pilota della Yamaha e ha poi sfruttato il vantaggio della traiettoria nella successiva curva a sinistra per chiudere definitivamente la porta a Febvre. A questa manovra, bella e spettacolare, è seguita la fuga di Cairoli, che in pochi giri ha messo tra sé e Febvre un gap di tre secondi e mezzo ulteriormente cresciuto col passare dei giri. Grazie al vantaggio accumulato, Cairoli ha potuto vincere Gara 1 praticamente indisturbato e ottenere così la seconda vittoria di gara stagionale dopo quella di Gara 1 in Argentina.

HERLINGS – Grazie a questa affermazione Cairoli ha recuperato terreno su Herlings in campionato, sfruttando anche la performance meno brillante del solito dell’olandese. Ritrovatosi in nona posizione nelle fasi iniziali, Herlings non è riuscito a fare le stesse rimonte fulminee viste a Neuquen e Valkenswaard e ha impiegato più tempo del solito a liberarsi dei vari Tim Gajser, Jeremy Seewer e Clement Desalle, prima di issarsi in terza posizione e tentare il recupero su Febvre, che ha successivamente superato prima dello scadere dei 30 minuti. Dopo tre vittorie consecutive, Herlings si è dovuto accontentare del secondo posto finale dietro a Cairoli.

GLI ALTRI – Quarto e quinto posto per i due piloti Kawasaki Clement Desalle e Julien Lieber, mentre il vincitore della gara di qualifica Tim Gajser è arrivato solo ottavo. Per quanto concerne gli altri italiani, Alessandro Lupino ha ottenuto qualche punto grazie al 17° posto finale, mentre Stefano Pezzuto ha chiuso al 24° posto dopo essere stato abbondantemente in zona punti nelle prime fasi. 27° posto per Davide Bonini, mentre Ivo Monticelli e Simone Zecchina sono stati costretti al ritiro.

Cattura

DIRETTA CORSEDIMOTO – La seconda gara del Mondiale MXGP a Valencia prenderà il via alle ore 17:00 e, come tutta la stagione 2018, sarà possibile seguirla in diretta su Corsedimoto. Scatterà invece alle ore 16:00 la seconda gara del Mondiale MX2.

MX2 – La prima delle due gare della MX2 è stata vinta dal solito Pauls Jonass. Il Campione del Mondo in carica si è portato a casa la quinta vittoria in cinque gare nonostante una partenza non esaltante e al traguardo ha preceduto Jorge Prado, suo compagno di squadra nel Red Bull KTM Factory Racing, e il danese della Husqvarna Thomas Kjer Olsen. Da segnalare la positiva performance di Samuele Bernardini, 9° con la TM, mentre gli altri italiani Morgan Lesiardo e Nicola Bertuzzi hanno chiuso in ventisettesima e trentesima posizione.

Photo Credit: MXGP

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy