MXGP Svizzera Antonio Cairoli torna al successo, piegato Tim Gajser

MXGP Svizzera Antonio Cairoli torna al successo, piegato Tim Gajser

A Frauenfeld il fuoriclasse italiano vince il braccio di ferro con Tim Gajser interrompendo il digiuno che durava da sette GP.

1 Commento

Antonio Cairoli (KTM) vince il GP della Svizzera a Frauenfeld interrompendo un digiuno che durava da sette GP e ipotecando il secondo posto nel Mondiale Motocross. Stavolta niente ha potuto il Cannibale Tim Gajser comunque vincitore della seconda manche e sempre più vicino al titolo iridato.

Il campionissimo messinese (otto Mondiali) ha costruito il trionfo dominando la prima manche e approfittando al meglio di uno dei rarissimi errori di Gajser, scivolato al primo giro e soltanto nono al termine dei trenta minuti più due giri.

La situazione era tale che a Cairoli sarebbe stato sufficiente controllare la situazione anche se Gajser, come in effetti è successo, fosse tornato all’arrembaggio. Il 19enne sloveno della Honda infatti non ha dato scampo conquistando il 15° successo stagionale (in 30 manche!) ma ad Antonio è bastato chiudere quinto per conservare quattro punti di vantaggio (41 contro 37) nella somma dei punteggi delle due manche. Per SuperTony si tratta del terzo successo in stagione. Ha dato ottimi frutti la scelta tecnica della vigilia, cioè tornare sulla 450 invece della 350 utilizzata nei due GP precedenti.

Max Anstie vincitore MX2
Max Anstie vincitore MX2

Nella MX2 dominio del britannico Max Anstie (Husqvarna) vincitore in entrambe le manche. Non ha gareggiato l’olandese Jeffrey Herling (KTM) per infortunio alla spalla: il leader del campionato ha annunciato il rientro per il prossimo GP ad Assen.

Arrivo Gara 1: 1. Cairoli (KTM) in 35’08″501; Paulin (Honda) a 7″540; 3. Desalle (Kawasaki) a 10″443; 4. Van Horebeek (Yamaha) a 12″257; 5. Guillod (Yamaha) a 19″403; 6. Tixier (Kawasaki)  a 23″408; 7. Searle (Kawasaki) a 25″625; 8. Febvre (Yamaha) a 28″295;  9. Gajser (Honda) a 31″260; Nagl (Husqvarna) 10. 31″694.

Arrivo Gara 2: 1. Gajser (Honda) in 34’24″265; 2. Febvre (Yamaha) a 11″791; 3. Coldenhoff (KTM) a 20″333; 4. Bobryshev (Hond) a 22″574; 5. Cairoli (KTM) a 23″071; 6. Searle (Kawasaki)  a 24″626; 7. Tixier (Kawasaki) a 37″348; 8. Simpson (KTM) a 42″542; 9. Strijbos (Suzuki) a 49″569: 10. van Horebeek (Yamaha) a 54″940.

Classifica finale GP: 1. Cairoli punti 41; 2. Gajser 37; 3. Febvre 35; 4. Pualin 32; 5. Coldenhoff 30; 6. Searle 29.

Mondiale dopo 15 prove: 1. Gajser 644 punti; 2. Cairoli 545; 3. Nagl 509; 4. Febvre 499; 5. Bobryshev 472; 6. van Horebeek 446.

Qui la sintesi TV della qualifica

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Katana05 - 10 mesi fa

    Perfetto Cairoli in gara 1 ma ha ben poco da rallegrarsi per come è finita gara 2. Alla fine ha rosicchiato a Gajser sei punti e il mondiale è sempre più lontano. Mi è piaciuto molto anche Febvre che stà tornando in formissima. Con Herlings della partita ci aspetta un modiale 2017 da urlo. P.S. complimenti a Bernardini e Monticelli in MX2: mancava un sacco di gente e non reggono una gara intera, ma hanno disputato due ottime manche battagliando coi primi. Spero continuino così.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy