MXGP Russia Antonio Cairoli 5°, dal mare di fango emerge Clement Desalle

MXGP Russia Antonio Cairoli 5°, dal mare di fango emerge Clement Desalle

MXGP Russia Antonio Cairoli 5°, dal mare di fango emerge Clement Desalle Il siciliano 2° in gara 1 parte male e spronfonda in 9° Ma il primato non vacilla: +47 punti

Commenta per primo!

Sul terreno di Orlyonok (Russia)  fangoso ai limiti dell’impraticabilità Antonio Cairoli (KTM) soffre ma mantiene saldamente il comando del Mondiale MXGP. Il 31enne siciliano otto volte campione del Mondo ha centrato un ottimo secondo posto nella prima manche ma nella seconda è partito male spronfondando in nona posizione, quinta nell’assoluta del GP di Russia, decimo round iridato. Ha vinto il belga Clement Desalle, terzo e primo di manche: adesso è il belga della Kawasaki il più immediato inseguitore di Cairoli, che comunque mantiene 47 punti di vantaggio, contro 50 della vigilia. La prossima gara si correrà fra due settimane ad Ottobiano (Pavia), occasione d’oro per il pronto riscatto.

GARA 1 CHE SCATTO! – Nella sfida d’apertura  Cairoli è partito benissimo infilandosi davanti alla prima curva. Mentre gli inseguitori annaspavano tra le pozzanghere Super Tony è andato in fuga, non tanto però per mettersi al sicuro dal ritorno dello scatenato Jeffrey Herlings, balzato al comando allo scadere del ventesimo dei trenta minuti (più due giri) previsti. Il solido Clement Desalle (Kawasaki) è finito terzo. Grande prestazione di Alessandro Lupino (Honda) finito sesto, miglior piazzamento stagionale. 

CALVARIO – Gara 2 invece è stata un tormento per Cairoli che è partito malissimo (decimo alla prima curva) perdendo subito contatto coi primi. Ha tentato di risalire ma due errori lo hanno relegato alla nona posizione finale, ad un giro di distacco da un Desalle abilissimo a sfruttare il doppio errore del francese ex iridato Romain Febvre (Yamaha). Lupino è finito  undicesimo nella classifica complessiva del GP.

ARRIVO GARA 1: 1. Herlings (Ola-KTM); 2. Cairoli (Ita-KTM); 3. Desalle (Bel-Kawasaki); 4. Anstie (GB-Husqvarna); 5. Paulin (Fra-Husqvarna); 6. Lupino (Ita-Honda); 7. Jasikonis (Let-Suzuki); 8. Nagl (Ger-Husqvarna); 9. Tonus (Svi-Yamaha); 10. Febvre (Fra-Yamaha).

ARRIVO GARA 2: 1. Desalle (Bel-Kawasaki); 2. Febvre (Fra-Yamaha)  3. Paulin (Fra-Husqvarna); 4. Tonus (Svi-Yamaha); 5. Anstie (GB-Husqvarna): 6. Coldenhoff (Ola-KTM); 7. Jasikonis (Let-Suzuki); 8. Herlings (Ola-KTM); 9. Cairoli (Ita-KTM); 10. Bobryshev (Rus-Honda).

CLASSIFICA GP RUSSIA: 1. Desalle punti 45; 2. Herlings 38; 3 Paulin 36; 4. Anstie 34; 5. Cairoli 34; 6. Febrve 33.

CLASSIFICA MONDIALE (dopo 10 GP su 19): 1. Cairoli punti 381 ; 2. Desalle 334; 3. Paulin 333; 4. Herlings 291; 5. Gajser 261; 6. van Horebeek 261. 

Prossima prova: 25 giugno GP Lombardia a Ottobiano (Pavia)

MX2  JONASS IN FUGA  – Il danese Thomas Kier Olsen (Husqvarna) ha vinto la prima manche della MX2 (la categoria iridata under 23 anni) precedendo il lettone Paul Jonass (KTM) leader del campionato. Nella seconda però il danese è uscito di scena per caduta spianando la strada al successo dello svizzero Jeremy Seewer (Suzuki), solo settimo nella prima sfida, davanti allo stesso Paul Jonass risultato vincitore del round russo per somma di punti. Nella classifica del Mondiale Jonass sale a quota 414 incrementando ulteriormente il vantaggio su Seewer, 369 punti. Perde quota Olsen, 316 punti. 

EUROPEO 250 VINCE FURLOTTI – Giovani italiani all’arrembaggio nell’Europeo 250. Simone Furlotti (Yamaha) ha conquistato la vittoria di tappa con il terzo posto in gara 2 dietro ai francesi Tristan Charbonneau (Kawasaki) e Pierre Giupillon (KTM). Decima posizione in gara per Alberto Forato. Nella classifica di campionato è sempre al comando Morgan Lesiardo, finito decimo complessivo in Russia, con 163 punti. Seguono: 2. Furlotti 146; 3. Geerts 128; 4. Forati 126.

VIDEO MXGP Il volo di Max Nagl nella gara di qualifica 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy