8h Suzuka: iniziato il week end di gara, duello tra F.C.C. TSR Honda e Yamaha Austria

8h Suzuka: iniziato il week end di gara, duello tra F.C.C. TSR Honda e Yamaha Austria

Le Suzuki a ridosso

Commenta per primo!

Qui è stata scritta la storia del motociclismo giapponese (e non solo). Celebrando il 50esimo anniversario dell’impianto, a Suzuka è di scena la 35esima edizione della mitica 8 ore, prova valida per il calendario del Mondiale Endurance FIM, ma soprattutto la gara motociclistica più importante della terra del Sol Levante. Archiviato un triennio che ha segnato la dipartita in forma ufficiale delle case costruttrici dovuta alla crisi economica che ha colpito il Giappone, quest’anno tre delle quattro sorelle giapponesi si sono presentate in forze nella gara-che-vale-una-stagione, affidando moto e piloti ai team di riferimento del panorama All Japan e FIM EWC di Honda, Yamaha e Suzuki. Un confronto avvincente evidenziato sin dalla doppia-sessione di “Pre Test” di inizio mese, a maggior ragione allo scoccare del week-end di gara. Archiviata la giornata di prove di giovedì, l’ultimo turno di prove libere del venerdì mattina (60 minuti dalle 9:00 alle 10:00 locali) ha ribadito i valori fin qui espressi dal cronometro con l’acceso confronto tra F.C.C. TSR Honda e Yamaha Austria, i due “squadroni” di riferimento dei reparti corse di HRC e Yamaha. Vincitori nel 2006 (primo team “privato” dopo oltre un decennio) e lo scorso anno, F.C.C. TSR Honda punta al tris e, per il momento, sembra decisamente il riferimento sul piano prestazione siglando il miglior riferimento cronometrico anche nell’ultima sessione di prove libere in 2’09″326 ad opera di Jonathan Rea, di ritorno a Suzuka dopo le precedenti esperienze (non particolarmente felici) del 2008 (con il “Team 2” di HRC) e 2010 (proprio con F.C.C. TSR, caduta in gara quando era in testa), prestato da Honda Motor Europe per puntare alla vittoria finale. Il buon Johnny, assente nei precedenti test ufficiali in quanto neo-sposino, si è adattato a meraviglia alla nuova CBR 1000RR Fireblade 2012 gommata Bridgestona, ben figurando nel confronto con il bi-campione All Japan Superbike in carica, tester Honda MotoGP e due volte vincitore a Suzuka (2007 con Yoshimura, lo scorso anno sempre con F.C.C. TSR Honda) Kousuke Akiyoshi, “capitano” dell’equipaggio #11 anche se non in formissima per la frattura al femore della gamba sinistra rimediata lo scorso mese di aprile nelle prove dell’inaugurale round dell’All Japan Superbike a Motegi. Tornato in pista soltanto da un mese a questa parte, Akiyoshi ha cercato nelle ultime settimane di effettuare diversi “long run” per verificare il pieno recupero dall’infortunio; per evitare brutti scherzi TSR ha comunque deciso di rivedere il programma di gara (stint più “corti” per lui, non superiori ai 50′) e di richiamare una leggenda del calibro di Tadayuki Okada, inizialmente ingaggiato come “riserva”, ma destinato a correre l’ennesima 8 ore come terzo pilota all’inseguimento di una vittoria che gli manca dal 1999 (Team HRC con Alex Barros compagno di squadra). Infortunio di Akiyoshi a parte, tutto procede per il meglio in F.C.C. TSR Honda così come per il “dream team” di YART (Yamaha Austria Racing Team, oggi per esigenze di sponsor “Monster Energy Yamaha YART“) composto da tre nomi di curriculum e prestigio a Suzuka: il bi-campione All Japan Superbike e tester Yamaha MotoGP (correrà da wild card a Motegi il prossimo mese di ottobre, 4° lo scorso anno a Valencia) Katsuyuki Nakasuga, il campione in carica e capo-classifica del BSB Tommy Hill, ma soprattutto Noriyuki Haga, di ritorno a Suzuka dopo 8 anni (l’ultima presenza nel 2006), vincitore nel 1996 insieme a Colin Edwards, prima affermazione spezzando una decade di supremazia Honda. Il terzetto di YART #7 con una YZF R1 “Factory” (motore da 228 cavalli, e parliamo di “Endurance”…) e pneumatici Michelin, per il momento contiene il gap a soli 3/10 dalla Honda #11, ma viaggiando con un ottimo passo-gara sempre sul 2’09”, non male con temperature sin dalla primissima mattinata superiori ai 30° (!). Alle spalle dei due equipaggi favoriti sulla carta ben figura un inedito terzetto di Suzuki composto dai Campioni del Mondo in carica della S.E.R.T. (Suzuki Endurance Racing Team), Yoshimura e MotoMap Supply. Partendo dal team #1, per Suzuka la compagine 13 volte iridata diretta da Dominique Meliand potrà contare sulla partnership tecnico-sportiva con Yoshimura ed il Team Kagayama proprio di Yukio Kagayama, ingaggiato come pilota, ma mettendo a disposizione la “banca dati” acquisita nell’ultimo biennio nell’All Japan Superbike. L’ex pilota Suzuki di MotoGP, WSB e BSB, vincitore alla 8 ore 2007, affiancherà i riconfermatissimi Vincent Philippe e Anthony Delhalle a scapito del pluri-decorato e leggendario team Yoshimura Suzuki, 4° in classifica con la Gixxer #12 gommata Bridgestone per Nobuatsu Aoki, l’ex campione ASBK e capo-classifica di campionato Josh Waters (tra le note positive dell’edizione 2011) Josh Waters e Leon Camier, “prestato” da Crescent per la 8 ore, di ritorno a Suzuka dopo aver corso nel biennio 2006-2007 con Moriwaki Honda. Prima sorpresa in classifica è invece la Suzuki #32 di MotoMap SUPPLY affidata a Yoshihiro Konno e Takuya Tsuda, protagonista della ST600 (la Supersport giapponese), in evidenza con Yoshimura lo scorso mese di maggio nella 2&4 Race dell’All Japan Superbike in qualità di wild card. Per loro l’obiettivo resta la top-5, per HARC-PRO Honda la vittoria, specie con un agguerrito equipaggio composto da Hiroshi Aoyama (strano da dirsi, ma all’esordio alla 8 ore) e dai due vincitori a sorpresa del 2010 proprio con la Honda #634 Takumi Takahashi (pupillo di Kenny Roberts Sr e vice-campione JSB1000 in carica) e Ryuchi Kiyonari, il pilota più decorato al via vantando ben 4 vittorie (2005, 2008, 2010 e 2011). Per il momento proprio quest’ultimi sono i più veloci del trio HARC-PRO, cerca invece il limite con la Fireblade Aoyama parso un pò in ritardo sul piano prestazionale tanto da restare mediamente sopra il muro del 2’10. Scorrendo la classifica, completano la top-10 di quest’ultima sessione di prove libere la Kawasaki Trick Star Racing con il rodato trio composto da Tamaki Serizawa, Osamu Deguchi e Hitoyasu Izutsu (già vincitore con HRC e “promessa” Kawasaki del WSB nei primi anni Duemila), la sorprendente Honda patrocinata da Kohara capitanata dal rientrante 43enne vincitore del 2006 Takeshi Tsujimura, il Team Sakurai Honda presente con il duo “aussie” Wayne Maxwell/Jamie Stauffer ed il Team TOHO Racing with Moriwaki che può contare, oltre che su due ex-campioni ST600 come Tatsuya Yamaguchi e Yusuke Teshima, anche su Yuki Takahashi, attuale pilota Forward Racing nel mondiale Moto2 con trascorsi in MotoGP. Se l’esordiente Honda Team Asia promosso da TSR e HRC con Makoto Tamada, Chojun Kameya ed il malese Azlan Kamaruzaman non va oltre il dodicesimo crono, inseguono gli altri team iscritti a tempo pieno nel FIM EWC: Yamaha GMT94, perso Matthieu Lagrive per infortunio (correranno i soli David Checa e Freddy Foray), è 11° a precedere BMW Motorrad France (4° assoluti lo scorso anno sempre con la BMW S1000RR Michelin #99 per Sebastien Gimbert, Erwan Nigon e Damian Cudlin), più staccati Bolliger Team Switzerland con Honda TT Legends 26esimi con il leggendario 19 volte vincitore al TT John McGuinness affiancato da Cameron Donald e Jason O’Halloran, sostituto dell’infortunato Simon Andrews, ma vantando trascorsi alla 8 ore con Moriwaki. Da segnalare infine la presenza di Andrea Bosio, unico pilota italiano al via con il Team Flemmbo Dijamant Serbia (ultima posizione in classifica), e di una sparuta rappresentanza di moto made in Italy: oltre a due Aprilia RSV4 ed una 1098R, ben figura all’esordio la Ducati 1199 Panigale del team di Yoshiyuki Sugai, “bandiera” Ducati nell’All Japan Superbike (2009 nella ST600 con una 749, dal 2010 protagonista nella JSB1000 con una 1098R tanto da ottenere diversi piazzamenti nella top-6), artefice di questa storica “prima” nell’Endurance per la nuova nata di Bologna, a maggior ragione in casa dei colossi giapponesi. Coca-Cola Zero Suzuka 8 hours 2012 Classifica Prove Libere 3 01- F.C.C. TSR Honda – Honda CBR 1000RR – Rea/Akiyoshi/Okada – 2’09.326 02- Monster Energy Yamaha YART – Yamaha YZF R1 – Nakasuga/Hill/Haga – + 0.310 03- Suzuki Endurance Racing Team – Suzuki GSX-R 1000 – Philippe/Delhalle/Kagayama – + 0.449 04- Yoshimura Suzuki Racing Team – Suzuki GSX-R 1000 – Camier/Waters/Aoki – + 0.521 05- MotoMap SUPPLY – Suzuki GSX-R 1000 – Konno/Tsuda/Tamitsuhi – + 0.546 06- MuSASHi RT HARC-PRO Honda – Honda CBR 1000RR – Takahashi/Aoyama/Kiyonari – + 0.708 07- EVA RT Test Type-01 Trick Star – Kawasaki ZX-10R – Serizawa/Deguchi/Izutsu – + 0.927 08- Teluru & Emobile Kohara RT – Honda CBR 1000RR – Tsujimura/Noda/Watanabe – + 1.556 09- Honda Dream RT Sakurai Honda – Honda CBR 1000RR – Stauffer/Maxwell – + 1.720 10- TOHO Racing with Moriwaki – Honda CBR 1000RR – Yamaguchi/Takahashi/Teshima – + 1.849 11- Yamaha France GMT94 Michelin Yamalube – Yamaha YZF R1 – Checa/Foray – + 1.903 12- Honda Team Asia – Honda CBR 1000RR – Tamada/Kameya/Kamaruzaman – + 1.919 13- BMW Motorrad France Team Thevent – BMW S1000RR – Gimbert/Nigon/Cudlin – + 1.977 14- Honda Suzuka Racing Team – Honda CBR 1000RR – Tokudome/Yasuda/Kitaguchi – + 2.024 15- Team Motorrad 39 – BMW S1000RR – Teramoto/Sakai/Yagi – + 2.505 16- CONFIA H.M.F. Verity – Suzuki GSX-R 1000 – Suma/Takeda/Takahashi – + 2.585 17- Honda DREAM Takasaki & B’Wise – Honda CBR 1000RR – Shimizu/Sakurai/Yoshihiro – + 3.607 18- Team Hashimorogumi – Suzuki GSX-R 1000 – Kanayama/Inagaki/Hamaguchi – + 3.767 19- Team Honda Technical College – Honda CBR 1000RR – Furusawa/Kodama – + 4.089 20- Team Tras BMW – BMW S1000RR – Takada/Matsushita/Toda – + 4.226 21- RS-Itoh & ASIA – Kawasaki ZX-10R – Higashimura/Iwazaki/Watanabe – + 4.568 22- Team Sugai Racing Japan – Ducati 1199 Panigale – Sugai/Takeishi – + 4.580 23- Dogfish O-Tec Suzuka & Pleasing – Honda CBR 1000RR – Ouchida/Watanabe/Saiki – + 4.923 24- Yamashina Kawasaki & Ralliart – Kawasaki ZX-10R – Mizusawa/Yamasaki/Fukuyama – + 4.936 25- Honda Ryokuoukai Kunamoto – Honda CBR 1000RR – Yoshida/Kitaori/Iida – + 5.014 26- Honda TT Legends – Honda CBR 1000RR – Donald/McGuinness/O’Halloran – + 5.281 27- Team DD Noi & Clever Wolf – Yamaha YZF R1 – Nakai/Usami/Minamikawa – + 5.463 28- Bolliger Team Switzerland – Kawasaki ZX-10R – Saiger/Stamm/Tangre – + 5.483 29- Honda Hamamatsu Escargot – Honda CBR 1000RR – Kuboyama/Nakatsuhara/Noyori – + 5.944 30- Honda QCT Maiwa Racing – Honda CBR 1000RR – Yamanaka/Ando/Nishiyama – + 5.995 31- Team 38 PS-K – Kawasaki ZX-10R ABS – Karita/Keyes/Yamashita – + 6.228 32- Team EBATA – Honda CBR 1000RR – Igarashi/Sato/Hurukawa – + 6.291 33- Honda DREAM RT Wakayama – Honda CBR 1000RR – Nishinaka/Gonzui/Miki – + 6.308 34- Winner Z-Tech – Suzuki GSX-R 1000 – Namekata/Kumimatsu – + 6.447 35- Over & Moto Italiana Suzuka – Aprilia RSV4 – Aragaki/Toyoda/Onish – + 6.536 36- RS Garage Harada Himeji – Kawasaki ZX-10R – Harada/Inoue – + 7.067 37- Iwata Racing Family – Yamaha YZF R1 – Kitajima/Nishimura/Okumura – + 7.174 38- DOG House with Higuchi – Suzuki GSX-R 1000 – Iwatani/Higuchi – + 7.647 39- BullDocker TAGOS Halumoto – Aprilia RSV4 – Mogi/Okajima/Tajima – + 7.776 40- Team Eiching Factory – Yamaha YZF R1 – Takemi/Fukami/Bito – + 7.882 41- Banner Racing – Ducati 1098R – Kaneda/Dan/Asahina – + 8.006 42- FOC Claymore – Suzuki GSX-R 1000 – YOshii/Nakamura/Shiobara – + 8.119 43- Honda Blue Helmets MSC – Honda CBR 1000RR – Semmyo/Kurita – + 8.261 44- Green TEC Tokai Auto – Kawasaki ZX-10R – Noda/Sasaki/Nakamura – + 8.402 45- Plus One MCRT – Kawasaki ZX-10R – Imazu/Nishikawa – + 8.409 46- Team Motokids Nergal #53 – Suzuki GSX-R 1000 – Fukuyama/Mukoyama/Sago – + 8.489 47- Honda EG Racing – Honda CBR 1000RR – Kuribayashi/Honda – + 9.175 48- Team R2CL – Suzuki GSX-R 1000 – Baratin/Tangre/Chausse – + 9.293 49- Aso Riders Base & Kumamon – Yamaha YZF R1 – Hori/Shutou/Fukushima – + 9.385 50- Confia H.M.F. Lunasol – Aprilia RSV4 – Takamiya/Kawabata/Hasegawa – + 9.643 51- Honda Sayama Racing – Honda CBR 1000RR – Yamashita/Oyama – + 9.679 52- B-Squadre Racing & Osama Sam – Kawasaki ZX-10R – Tanaka/Sato/Yamauchi – + 9.862 53- KTM Hamaguchi Racing Team – KTM RC8R – Miyajima/Hamaguchi/Fujishima – + 11.155 54- Honda Kouyoukai DREAM RT – Honda CBR 1000RR – Nakamura/Ebinuma/Kurayama – + 11.334 55- Team Motokids Nergal #52 – Yamaha YZF R1 – Tonari/Yoshimichi/Nakao – + 11.983 56- Team Motokids Nergal #51 – Yamaha YZF R1 – Kojima/Narumori/Higuchi – + 12.306 57- La Bellezza Speed – Ducati 1098R – Kojima/Narumori/Higuchi – + 12.306 58- Team Flemmbo Dijamant Serbia – Kawasaki ZX-10R – Bosio/Cersosimo/Perisic – + 14.871 Alessio Piana (Twitter: @AlessioPiana130)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy