BSB: Snetterton ospita il quarto round della stagione 2012

BSB: Snetterton ospita il quarto round della stagione 2012

Sei vincitori diversi in 6 gare, chi sarà il prossimo?

Commenta per primo!

Da Brands Hatch Indy a Oulton Park passando per Thruxton, sei gare disputate, sei differenti vincitori: Jon Kirkham, Ian Lowry, Joshua Brookes, Tommy Hill, Chris Walker e Shane Byrne, chi sarà il prossimo? Con questa premessa il British Superbike si presenta sul rinnovato tracciato “300” di Snetterton per il quarto appuntamento stagionale, il giro di boa della “Main Season” che determinerà i sei piloti ammessi allo “Showdown”, play-off dei tre conclusivi eventi del calendario per eleggere vincitori e vinti di questo primo anno della rivoluzione regolamentare imposta dal promoter MotorSportVision Racing. Senza controlli elettronici e con la centralina unica MoTeC M170, 32 protagonisti del più competitivo campionato nazionale Superbike del pianeta si ritroveranno a Snetterton, ormai ex “Tempio della Velocità”, trasformato lo scorso anno proprio per volontà di MSVR (titolare e gestore dell’impianto) in un tracciato a due facce: un primo (nuovo) settore lento e tortuoso comprensivo di cinque curve intitolate a leggende del motorsport (il boss di MSVR Jonathan Palmer, Giacomo Agostini, Lewis Hamilton, Peter Ogden e Frank Williams), il secondo che riprende il vecchio layout del tracciato a partire dal velocissimo rettilineo “Bentley Straight”. Tutto questo per una lunghezza di 2,9689 miglia (da qui la denominazione “300”) pari a 4778 metri, l’ideale per dar vita a due gare combattute ed avvincenti in puro “stile BSB” ad anticipare la sosta lunga un mese in previsione della trasferta scozzese di Knockhill, primo appuntamento di un’estate particolarmente “calda” ed impegnativa per la categoria. In quel di Snetterton prevedibilmente è lecito aspettarsi la riconferma dei tre principali protagonisti di questo primo scorcio di campionato: il campione in carica e capo-classifica di campionato Tommy Hill (tornato alla vittoria a Oulton Park con Swan Yamaha, 98 punti), il fenomenale Joshua Brookes (Tyco Suzuki by TAS, 92) e Shane Byrne (PBM Kawasaki, 88), in trionfo nella terza manche andata in scena a Oulton Park, la personale 34esima in carriera nel BSB a soli 9 successi dal record detenuto dal tri-campione ed ex-compagno di squadra Ryuichi Kiyonari, fermo a quota 43. Yamaha, Suzuki e Kawasaki, ma a Snetterton è lecito attendersi anche una “riscossa Honda”, con le Fireblade abituate a dominare nel recente passato con i colori HM Plant, oggi chiamate a ritrovare la retta via sia per quanto concerne il team “ufficiale” Samsung Honda (Michael Laverty in crisi nera, Jon Kirkham acciaccato per il rovinoso volo di Oulton Park), sia per il team Padgett’s of Batley con l’ex capo-classifica di campionato Ian Lowry ed il nostro Luca Scassa, per la prima volta fuori dalla zona punti (e dalla top-10) nell’ultimo round, ma vantando per Snetterton i riferimenti acquisiti nella giornata di test ufficiali pre-campionato dello scorso mese di marzo. Sempre al “300” ha già provato Noriyuki Haga, tornato ad esser “Nitronori” a Oulton Park con una strepitosa Gara 1 conclusa con il 2° posto finale ad un soffio da un’esaltante vittoria. Nori, prossimamente atteso anche nel Mondiale Endurance tra Losail e Suzuka, sembra aver finalmente “preso le misure” della Yamaha YZF R1 di SMR Performance e con le pecualirità del British Superbike, proponendosi tra i legittimi candidati per un posto nella top-6 in ottica-Showdown insieme a “vecchi” e “nuovi” protagonisti della categoria. Tra questi non può mancare Stuart Easton, dal rendimento in crescita con PBM Kawasaki ad un anno esatto dal drammatico incidente nelle prove della North West 200 2011, ribadito dal podio di Oulton Park e dal 4° posto in campionato. Proprio dalla grande classica del “Triangle” si presenteranno con qualche trofeo in più in bacheca Alastair Seeley (Tyco Suzuki by TAS, tris di vittorie alla NW200 finale compresa) e Michael Rutter (MSS Bathams Kawasaki, vincitore di Gara 2 tra le Superstock), potenziali protagonisti a Snetterton insieme al sempreverde Chris Walker, a 40 anni suonati vincitore a Oulton Park ponendo la parola fine ad un digiuno di successi lungo 12 anni (Brands Hatch 2000) nella “sua” categoria per eccellenza. Non ci saranno invece Freddy Foray (frattura di una vertebra rimediata a Oulton Park) e Peter Hickman, appiedato da MSS Kawasaki per aver corso con Crescent Suzuki a Donington in sostituzione dell’infortunato John Hopkins, conquistando un apprezzabile 9° posto in Gara 2. “Hicky” cerca una sistemazione, l’ha trovata invece a tempo pieno con Supersonic Racing Team Tommy Bridewell, tra le note positive di questo primo scorcio di campionato portando la BMW S1000RR della compagine italiana nella top-5. Un obiettivo realisticamente difficile da raggiungere per il nostro Alex Polita, speranzoso di poter presto contare su ulteriori “step” di sviluppo per la propria Ducati 1199 Panigale schierata dal Jentin Doodson Motorsport, vantando per Snetterton già dei riferimenti acquisiti nella giornata di test ufficiale pre-campionato. Un aiuto in più per ripetere l’exploit (11° in rimonta) all’esordio stagionale e nel BSB di Brands Hatch Indy? MCE Insurance British Superbike Championship 2012 La Classifica dopo i primi 3 round 01- Tommy Hill – Swan Yamaha – Yamaha YZF R1 – 98 02- Joshua Brookes – Tyco Suzuki by TAS – Suzuki GSX-R 1000 – 92 03- Shane Byrne – Rapid Solicitors Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – 88 04- Stuart Easton – Rapid Solicitors Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – 58 05- Ian Lowry – Padgett’s Racing – Honda CBR 1000RR – 52 06- Alastair Seeley – Tyco Suzuki by TAS – Suzuki GSX-R 1000 – 49 07- Chris Walker – Pr1mo Bournemouth Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – 46 08- Tommy Bridewell – Supersonic Racing Team – BMW S1000RR – 46 09- Jon Kirkham – Samsung Honda – Honda CBR 1000RR – 43 10- Noriyuki Haga – Swan Yamaha – Yamaha YZF R1 – 42 11- Michael Laverty – Samsung Honda – Honda CBR 1000RR – 36 12- James Westmoreland – Team WFR – Honda CBR 1000RR – 30 13- Michael Rutter – MSS Bathams Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – 25 14- Luca Scassa – Padgett’s Racing – Honda CBR 1000RR – 21 15- Dan Linfoot – Buildbase BMW Motorrad – BMW S1000RR – 21 16- Alex Lowes – Team WFR – Honda CBR 1000RR – 20 17- Graeme Gowland – Team WFR – Honda CBR 1000RR – 17 18- Gary Mason – Quattro Plant Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – 14 19- Patric Muff – Supersonic Racing Team – BMW S1000RR – 14 20- Peter Hickman – MSS Bathams Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – 9 21- Freddy Foray – Quattro Plant Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – 7 22- Alex Polita – Jentin Doodson Motorsport – Ducati 1199 Panigale – 5 23- Scott Smart – Moto Rapido Racing – Ducati 1199 Panigale – 2 24- Barry Burrell – Buildbase BMW Motorrad – BMW S1000RR – 2 25- Luke Quigley – GBmoto Racing – Honda CBR 1000RR – 2 26- James Hillier – Pr1mo Bournemouth Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – 1 La Classifica dei Podium Credits per lo Showdown 01- Tommy Hill – Swan Yamaha – Yamaha YZF R1 – 9 02- Joshua Brookes – Tyco Suzuki by TAS – Suzuki GSX-R 1000 – 6 03- Shane Byrne – Rapid Solicitors Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – 6 04- Ian Lowry – Padgett’s Racing – Honda CBR 1000RR – 3 05- Jon Kirkham – Samsung Honda – Honda CBR 1000RR – 3 06- Chris Walker – Pr1mo Bournemouth Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – 3 07- Noriyuki Haga – Swan Yamaha – Yamaha YZF R1 – 2 08- Alastair Seeley – Tyco Suzuki by TAS – Suzuki GSX-R 1000 – 2 09- Stuart Easton – Rapid Solicitors Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – 1 10- Michael Rutter – MSS Bathams Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – 1 Alessio Piana

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy