BSB: Ryuichi Kiyonari parla dopo la conquista del terzo titolo

BSB: Ryuichi Kiyonari parla dopo la conquista del terzo titolo

Nessuno come lui nella storia del British Superbike

Commenta per primo!

Nessuno come lui nella storia del British Superbike, in termini di vittorie e titoli conquistati. Ryuichi Kiyonari, al ritorno nella serie dove ha rilanciato la propria carriera dopo una difficile parentesi nel 2003 in MotoGP (sostituto di Daijiro Kato: troppo giovane e con nessuna esperienza fuori dal Giappone), ha conquistato il terzo titolo. Se nel 2006 e 2007 aveva a disposizione una Honda CBR 1000RR ufficiale preparata dalla HRC con l’esclusiva delle gomme Michelin, quest’anno ha vinto con una Fireblade “fatta in casa” dal team HM Plant e con il monogomma Pirelli. Sicuramente il titolo più importante e, allo stesso tempo, più sofferto, ritrovandosi con una grande concorrenza, vincendo soltanto all’ultima prova stagionale di Oulton Park dove ha centrato una tripletta senza discussioni. “Sabato è stata una gran gara per me“, spiega Ryuichi Kiyonari dopo la conquista del titolo, “ma la prima gara di domenica lo è stata ancor di più per me. C’era tanta pressione, perchè sebbene dovevo inseguire in classifica avevo molto da perdere. Vincere è stato importante per portare a casa il titolo. Anche nella seconda manche avevo bisogno di vincere, adesso sono davvero sollevato. Per tutta la stagione è stata una gran lotta con gli altri piloti, non è stato per niente facile. Ci sono stati dei momenti buoni, dei momenti difficili, ma adesso finalmente posso rilassarmi. Questo campionato significa molto per me e per la squadra, abbiamo lavorato duramente per centrare questo obiettivo“. Nel 2011 Ryuichi Kiyonari dovrebbe difendere la tabella #1 nel BSB, affiancando nei programmi la 8 ore di Suzuka (già tre vittorie all’attivo) e lo sviluppo della nuova Honda CBR 1000RR.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy