BSB Oulton Park Prove 1: con la pioggia comanda Hill

BSB Oulton Park Prove 1: con la pioggia comanda Hill

Tante cadute, pista quasi impraticabile a Oulton Park

di Redazione Corsedimoto

Un vero e proprio diluvio si è abbattuto nella giornata di venerdì 6 luglio a Oulton Park, teatro del sesto appuntamento stagionale del British Superbike 2012. Con la direzione gara obbligata a posticipare l’inizio delle attività, l’inaugurale sessione di prove libere ha prevedibilmente proposto al comando Tommy Hill, vincitore su questo tracciato di Gara 1 lo scorso mese di maggio (e ancor prima, proprio sotto la pioggia, lo scorso anno nell’unica manche estiva disputatasi per impraticabilità della pista), autore di un best-time di 1’49″347 in sella alla R1 del team Swan Yamaha. Prossimamente impegnato alla 8 ore di Suzuka (volerà verso il Giappone lunedì per una due-giorni di prove), il Campione in carica ha preceduto le due TAS Suzuki di Joshua Brookes e Alastair Seeley, tradizionalmente competitivi su asfalto bagnato, con la sorprendente Ducati 1199 Panigale del team Moto Rapido affidata al figlio d’arte Scott Smart in quarta posizione assoluta, mai così in alto in questa problematica stagione d’esordio nel BSB.

Nei 45 minuti di prove non poche sono state le cadute a caratterizzare il regolare svolgimento delle attività in programma: lo stesso Seeley è scivolato alla “Druids”, alla “Knickerbrook” è stata la volta di Jon Kirkham, hanno saggiato l’asfalto alla “Shell” in separate occasioni il pilota BMW Supersonic Patric Muff e l’ex vice-campione europeo Superstock 600 Florian Marino, trasportato al centro medico del circuito per tutti gli accertamenti del caso anche se sono già state escluse fratture. In questo “caos” Shane Byrne, vincitore di Gara 3 lo scorso mese di maggio, tiene botta con il quinto crono, seguito nell’ordine da Alex Lowes (Honda WFR), Michael Laverty (Samsung Honda) ed il rientrante Gary Mason, per l’occasione schierato dal Pr1mo Bournemouth Kawasaki Racing in sostituzione dell’infortunato James Hillier, lasciandosi alle spalle Tommy Bridewell (BMW Supersonic) e Noriyuki Haga, sul podio a Oulton Park per la prima volta in carriera nel campionato.

A proposito di “novità”, al rientro nel BSB l’australiano David Anthony (dai trascorsi nell’AMA) è 16esimo con la Honda Fireblade del Doodson Motorsport (che ha concluso definitivamente la partnership tecnico-sportiva con Jentin Racing e Ducati Corse), mentre Mark Aitchison all’esordio con la Kawasaki PR Racing/Quattro Plant è diciottesimo.

Per quanto concerne i nostri colori, Luca Scassa ha concluso 25esimo con la seconda Padgett’s Honda, unico italiano al via complice l’assenza, per il secondo round consecutivo dopo Knockhill, di Alex Polita, destinato a rientrare con Ducati nell’ultimo scorcio di campionato.

MCE Insurance British Superbike Championship 2012
Oulton Park, Classifica Prove Libere 1

01- Tommy Hill – Swan Yamaha – Yamaha YZF R1 – 1’49.347
02- Joshua Brookes – Tyco Suzuki by TAS – Suzuki GSX-R 1000 – + 0.213
03- Alastair Seeley – Tyco Suzuki by TAS – Suzuki GSX-R 1000 – + 0.587
04- Scott Smart – Moto Rapido Racing – Ducati 1199 Panigale – + 0.827
05- Shane Byrne – Rapid Solicitors Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 1.098
06- Alex Lowes – Team WFR – Honda CBR 1000RR – + 1.321
07- Michael Laverty – Samsung Honda – Honda CBR 1000RR – + 1.460
08- Gary Mason – Pr1mo Bournemouth Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 1.773
09- Tommy Bridewell – Supersonic Racing Team – BMW S1000RR – + 2.045
10- Noriyuki Haga – Swan Yamaha – Yamaha YZF R1 – + 2.498
11- Jon Kirkham – Samsung Honda – Honda CBR 1000RR – + 2.507
12- Graeme Gowland – Team WFR – Honda CBR 1000RR – + 2.516
13- Michael Rutter – MSS Bathams Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 2.887
14- Luke Quigley – GBmoto Racing – Honda CBR 1000RR – + 2.908
15- James Westmoreland – Team WFR – Honda CBR 1000RR – + 3.088
16- David Anthony – Doodson Motorsport – Honda CBR 1000RR – + 3.588
17- Tom Tunstall – Doodson Motorsport – Honda CBR 1000RR – + 3.598
18- Mark Aitchison – Quattro Plant Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 4.139
19- Ian Lowry – Padgett’s Honda – Honda CBR 1000RR – + 4.146
20- Patric Muff – Supersonic Racing Team – BMW S1000RR – + 4.461
21- Tristan Palmer – GBmoto Racing – Honda CBR 1000RR – + 4.531
22- Freddy Foray – Quattro Plant Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 5.023
23- Peter Hickman – Buildbase BMW Motorrad – BMW S1000RR – + 5.380
24- John Laverty – Splitlath Redmond – Aprilia RSV4 – + 5.508
25- Luca Scassa – Padgett’s Honda – Honda CBR 1000RR – + 7.264
26- Chris Walker – Pr1mo Bournemouth Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 7.712
27- Florian Marino – Splitlath Redmond – Aprilia RSV4 – + 8.228
28- Aaron Zanotti – A-Plant Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 9.860
29- Abdulaziz Binladin – Moto Rapido Racing – Ducati 1199 Panigale – + 10.579
30- Jenny Tinmouth – Hardinge Sorrymate.com Honda – Honda CBR 1000RR – + 10.638

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy