BSB: iniziati i test a Cartagena, Suzuki protagonista

BSB: iniziati i test a Cartagena, Suzuki protagonista

Brookes con Relentless, Hopkins debutta con Crescent

Tutti i principali team in pista per il primo confronto diretto della stagione più attesa del British Superbike. Cartagena ospita in questi giorni i test collettivi del più competitivo campionato nazionale del pianeta: se HM Plant Honda e Swan Yamaha, impegnati in una sessione di prove private a Calafat, arriveranno in circuito soltanto sabato, hanno aperto le danze cinque dei top team del BSB. Crescent Suzuki con l’esordio di John Hopkins affiancato dal campione Superstock 1000 in carica Jon Kirkham (con main sponsor Samsung al seguito), Relentless by TAS (nuova formazione di riferimento Suzuki GB) che presenta il vice-campione in carica Joshua Brookes, ma anche Riders Motorcycles Ducati, MSS Colchester Kawasaki e SMT Honda hanno concluso la prima giornata di prove in terra iberica, fortunatamente mitigata da condizioni climatiche favorevoli. Non disponibili i riferimenti cronometrici, si può trarre dalle parole dei piloti un preliminare bilancio di questi test. Il più atteso è stato senza dubbio John Hopkins, reduce da un difficile 2010 nell’AMA/American Superbike (delicato intervento chirurgico al polso destro), di nuovo con Crescent Suzuki questa volta nel BSB svolgendo anche il ruolo di “sostituto” e “tester” della formazione MotoGP. “Hopper” ha dedicato la prima giornata principalmente a togliersi la ruggine di dosso dopo cinque mesi di totale inattività, iniziando soltanto dal Day 2 a lavorare sulla GSX-R 1000, moto conosciuta seppur con un differente regolamento in America. Accanto a Hopkins al team Crescent Suzuki, che presenta il main sponsor Samsung (nuovo principale finanziatore: Suzuki GB e Worx in toto sono passati a supportare il TAS Racing), ha provato Jon Kirkham, campione britannico Superstock 1000 in carica, di ritorno con una Superbike anche se non ha mai corso con un team così professionale. Sarà l’occasione della vita tra BSB e World Superbike: Jack Valentine ha confermato che con i due piloti la squadra prenderà parte alla tappa di Silverstone del mondiale come wild card, rinunciando alla trasferta del 27 marzo a Donington Park (mancavano i tempi tecnici per formalizzare il programma). A Cartagena sempre con una GSX-R 1000 c’è stato l’esordio di Joshua Brookes, che dopo due anni di HM Plant Honda (2° nel 2010 in lizza per titolo fino all’ultima gara) ha deciso di passare al Relentless Suzuki by TAS, nuova formazione di riferimento dell’importatore nazionale per BSB, Road Racing e British Supersport. Josh, ex-protagonista del mondiale Supersport, si è trovato subito bene con la “Gixxer” Superbike, avendo già provato in queste settimane la versione “Stock” in Australia tra Eastern Creek e Phillip Island. Accanto a Brookes per il TAS Racing hanno provato Guy Martin, pronto a dare l’assalto al TT, e Alastair Seeley, all’esordio con la GSX-R 600. Tra le squadre presenti ha ben figurato il team MSS Colchester Kawasaki con le Ninja ufficiali preparate dal Paul Bird Motorsport (squadra factory di Akashi nel mondiale) per Stuart Easton ed il riconfermato Gary Mason. Debutto anche per le 1098R dotate del sistema “ride-by-wire” del Riders Motorcycles (oggi Rapid Solicitors Bathams Racing) con il sempreverde Michael Rutter ed il rientrante Martin Jessopp, mentre in SMT Honda c’è da registrare l’esordio con la Fireblade di Dan Linfoot. Le prove a Cartagena proseguiranno fino a domenica, mentre domani sono attesi i team HM Plant Honda e Swan Yamaha giunti direttamente da Calafat. Tutte le squadre si trasferiranno successivamente a Guadix dall’8 all’11 marzo per la seconda sessione di test collettivi pre-campionato 2011.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy