BSB: HM Plant dalla delusione del WSBK a Brands Hatch

BSB: HM Plant dalla delusione del WSBK a Brands Hatch

Kiyonari e Brookes vogliono riscattare Silverstone

di Redazione Corsedimoto

Diciamolo chiaramente: ci si aspettava di più, molto di più dalla wild card del team HM Plant Honda nel World Superbike a Silverstone. Joshua Brookes non è andato oltre una 12° posizione in Gara 2 mentre Ryuichi Kiyonari, dopo aver mancato l’ingresso in Superpole al sabato, è rimasto fuori dalla zona punti nelle due manche di domenica.

Havier Beltran, team manager HM Plant Honda, non ha fatto drammi. “Per noi era un test, e lo dimostra il fatto che abbiamo progredito sessione dopo sessione, sviluppando nuovi componenti e assetti per quando torneremo qui a settembre per la gara del BSB. In più venerdì abbiamo avuto un problema al motore“.

L’ennesimo, verrebbe da dire, considerato il doppio-ritiro tra Kiyonari e Brookes e Snetterton. Ad ogni modo la squadra pluri campione tra WSBK e BSB ha già lasciato da parte la delusione di Silverstone lavorando a pieno regime per Brands Hatch, tappa fondamentale per la “Regular Season” del British Superbike.

Tre gare, tre possibilità di guadagnare importanti “Podium Credits” per lo Showdown: Brookes e Kiyonari, praticamente già qualificati, possono vantare rispettivamente 19 e 18 di questi punti, contro i 20 del leader Tommy Hill.

L’obiettivo pertanto è quello di salire sul podio, magari vincendo, come accaduto in 6 delle ultime 7 gare. Joshua Brookes punta alla tripletta, Ryuichi Kiyonari ci va piano nelle dichiarazioni della vigilia, se non altro per il vero e proprio “tour de force” che lo ha visto impegnato: in 4 weekend di fila ha già disputato, o disputerà, ben 9 gare, 6 del BSB tra Snetterton e Brands Hatch, le due del mondiale a Silverstone e la 8 ore di Suzuka…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy