AMA Superbike: a Laguna Seca si rivede Ben Bostrom

AMA Superbike: a Laguna Seca si rivede Ben Bostrom

Sfiora la pole ed il podio domenica in gara

Non è un caso che sia universalmente riconosciuto come il “Re del Cavatappi”. Ben Bostrom nella “sua” Laguna Seca, tracciato dove in carriera ha trionfato in otto distinte occasioni e cinque differenti categorie, è tornato protagonista nell’AMA/American Superbike, arrivando sabato ad un passo dalla conquista della prima pole position da pilota Suzuki del Michael Jordan Motorsports, domenica ad un soffio dal podio, quinto sul traguardo.

Segnali incoraggianti per “BB”, già vicino alla top-3 nel precedente round di Mid Ohio (due quarti posti in gara), ora deciso a chiudere al meglio questa sua seconda stagione in Jordan Suzuki.

Mi dispiace per la squadra perchè ero convinto, se non di giocarmi la vittoria, quantomeno di concludere al secondo posto a Laguna Seca“, spiega Ben Bostrom soltanto un podio all’attivo in due anni (2° in Gara 1 al Barber Motorsports Park lo scorso anno, ndr). “Ho commesso un piccolo errore e questo mi ha pregiudicato la possibilità di chiudere nei primi tre.

La buona notizia è che da un paio di gare siamo riusciti a trovare una buona messa a punto con la Suzuki GSX-R 1000, questo dovrebbe garantirci di chiudere al meglio la stagione, magari tornando alla vittoria che manca ormai da troppo tempo.”

Va ricordato che Ben Bostrom a Laguna Seca ha vinto nell’AMA/American Superbike (2004 con la CBR 1000RR di American Honda, 2010 la Yamaha R1 del Pat Clark Sports), Daytona SportBike (2009, Graves Yamaha), AMA Supersport (2008, sempre con il team Graves ed una R6), Formula Xtreme (2004, Honda CBR 600RR ufficiale) e nel World Superbike tra il 1999 (wild card con la Ducati 996 Vance & Hines) e 2001 (indimenticabile doppietta con la 996 ufficiale di Ducati L&M).

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy