MotoGP Misano Quanto vale la top class in Riviera? Ecco i conti

MotoGP Misano Quanto vale la top class in Riviera? Ecco i conti

A San Marino siglata l’estensione quadriennale dell’accordo Ma quanto vale questa operazione? I dati di uno studio commissionato da MWC

Commenta per primo!

La MotoGP resterà a Misano almeno fino al 2020.  Ma quanto vale il GP in soldoni? Lo rivela uno studio commissionato da Misano World Circuito a Trademark Italia e Sigma Consulting che ha analizzato in maniera scientifica i vantaggi, i benefici, gli effetti economici diretti e indiretti generati dall’evento sul territorio della provincia di Rimini.

CONTI – La spesa aggregata diretta riconducibile al GP 2015 ammonta a 68,139 milioni di euro. Di questi, si stima che quasi 63 milioni di euro (il 92% circa dell’importo) venga speso e raccolto nel territorio riminese. L’8% circa esce invece dalla provincia e si distribuisce nel resto d’Italia e all’estero. La quota principale dell’impatto economico è costituita dalle spese effettuate dal pubblico (sia escursionisti che turisti) durante la permanenza nell’area: si tratta di 49,232 milioni di euro, ossia il 72,3% della ricaduta economica complessiva, e riguarda le spese per alloggio (relative ai soli spettatori turisti e accompagnatori), ristorazione/bar/extra, shopping e divertimento, trasporti e parcheggio.

INDOTTO – Dell’intero importo stimato, 19,356 milioni di euro (il 39,3%) sono relativi alle spese per l’alloggio, sia alberghiero che extralberghiero, effettuate ovviamente solo dagli spettatori ed accompagnatori turisti. La seconda componente di spesa riguarda il food & beverage, ovvero i consumi per ristorazione, bar e altri extra, che ammonta a 16,170 milioni di euro (il 32,8%). Altri 10,750 milioni di euro (il 21,8%) vengono spesi per divertimento e shopping (dai prodotti e merchandising strettamente collegati al mondo del motociclismo, fino agli acquisti di souvenir e generici effettuati durante il soggiorno). Infine, 2,956 milioni di euro (il 6,1%) riguardano i trasporti e parcheggi (pubblici e privati locali).

COSTI – La seconda componente dell’impatto economico sul territorio è la spesa effettuata per l’organizzazione dell’evento: 8,845 milioni di euro (13% della ricaduta economica complessiva) ossia tutte le spese sostenute dal Misano World Circuit per ospitare l’evento, le spese delle amministrazioni pubbliche locali per rinforzare azioni e controlli su viabilità, trasporti urbani, ordine pubblico, nettezza urbana, le spese per l’organizzazione di tutti gli eventi collaterali del territorio, le attività promozionali ed infine il fee versato a Dorna che gestisce l’organizzazione generale. Infine, sono state stimate le spese degli addetti ai lavori per 2,048 milioni di euro (il 3,0% del totale) effettuate durante la permanenza nel territorio riminese.

ALLOGGIO  – La quota di spettatori che si ferma per uno o più giorni presso le strutture ricettive alberghiere ed extralberghiere è pari al 46%, mentre la quota restante (54%) è da ritenersi ‘escursionistica’, ovvero residente in un raggio fino a circa 200 km. In sintesi, considerando gli abbonamenti da 2 e 3 giorni, sono circa 60 mila le persone (oltre 150.000 le presenze turistiche stimate nel week end) che hanno alloggiato in strutture ricettive del territorio. E’ stata analizzata anche la composizione del pubblico. Il 22% del pubblico può definirsi fedele, segue infatti il Gran Premio fin dal suo ritorno a Misano nel 2007 e non ha mancato nessuna edizione; il 31% è costituito da repeaters, cioè individui “leali” che negli ultimi anni hanno seguito l’evento con frequenza (due o più volte); il 47% è rappresentato da esordienti (newcomers), ovvero persone che si trovano all’interno del Misano World Circuit per il Motomondiale per la prima volta. I “gruppi di adulti” costituiscono il target principale di questo evento. Questo segmento rappresenta quasi la metà del pubblico (il 44%) e si tratta nello specifico di gruppi di amici appassionati di due ruote che organizzano in maniera individuale il loro spostamento. Le “coppie” rappresentano il 30% del pubblico del Gran Premio, dunque, costituiscono il secondo macro-target. Seguono poi le “famiglie” con il 24%. Si tratta di un segmento particolarmente interessante dal punto di vista turistico, in quanto testimonia come l’evento abbia la forza di attrarre in questo territorio nuclei familiari composti anche da persone che soggiornano in Riviera per ragioni turistiche senza presenziare all’evento.

MotoGP biglietteria

Misano Parla Andrea Albani managing director

Non solo MotoGP: programma completo eventi della Rider’s Land

Vinci la MotoGP a Misano con corsedimoto!

La presentazione del GP

Misano World Circuit 10 anni MotoGP

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy