Superbike Scott Redding

Superbike, BMW assicura: Redding e van der Mark subito sul podio

BMW vuole essere protagonista nella stagione Superbike 2022. Shaun Muir promette una moto subito vincente per Scott Redding e Michael van der Mark.

25 dicembre 2021 - 9:31

Scott Redding è volato nella sua amata California dove solitamente trascorre la pausa invernale prima di un nuovo Mondiale Superbike. Il 2022 sarà un anno cruciale per il pilota britannico, che vestirà i nuovi colori della BMW. Dopo un felice biennio in Ducati il pilota britannico va alla ricerca di nuovi stimoli per provare a dare l’assalto a Kawasaki, Yamaha e alla sua ex squadra. Farà coppia con Michael van der Mark, in un ambiente nuovo che ha già testato all’indomani dell’ultimo round stagionale al Mandalika Circuit.

Buone le prime impressioni, anche se c’è molto lavoro da fare per portare la M1000RR ai livelli sperati. Ma il marchio bavarese non ha intenzione di recitare un ruolo di comparsa nel prossimo campionato di Superbike. Shaun Muir, team principal BMW Motorrad, suona la carica sul sito ufficiale WorldSBK: “Per essere regolarmente sul podio, dobbiamo essere veloci in tutte le condizioni e in tutte le sessioni, e questo è qualcosa che sappiamo di poter migliorare“.

Elettronica e potenza per puntare al podio

Non svela le carte in tavola il direttore BMW, ma durante la pausa invernale gli ingegneri lavoreranno sodo soprattutto sull’elettronica. “Abbiamo un paio di aree su cui ci concentreremo in particolar modo. I ragazzi che si dedicano allo sviluppo ci stanno già lavorando e sappiamo che nel primo test che faremo mostreremo questi passi avanti. Possiamo davvero dire che daremo ad entrambi i piloti una moto in grado di vincere le gare sin dal primo giro“.

Grandi ambizioni in casa tedesca, specie dopo l’arrivo di Scott Redding, con Loris Baz pronto a sorprendere con la squadra satellite. “Pensiamo di aver fatto un grande passo avanti e quest’anno abbiamo compiuto uno dei più grandi miglioramenti sulla moto. Ci mancava solo qualcosa nella velocità di punta ed è qualcosa che abbiamo fissato per il prossimo anno e lo mostreremo“, ha concluso Shaun Muir. “Il nostro programma di test, di sviluppo e l’impegno di tutti nel team e all’interno della BMW dimostrano che dobbiamo iniziare a vincere le gare e dobbiamo farlo abbastanza velocemente“.

“Come ho progettato il mio sogno” la magnifica autobiografia Adrian Newey, il genio F1

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Razgatlioglu-MotoGP, l’opinione di Canepa: “Si adatterebbe presto”

Danilo Petrucci

Danilo Petrucci: “Ducati mi ha cercato, che soddisfazione!”

Superbike Chaz Davies

Superbike, Chaz Davies resta in Ducati: sarà coach del team Aruba