Vita da Fan Club: le ragazze di J(L)O

La tifoseria organizzata di Jorge Lorenzo in Italia è coordinata da tre ragazze. Viaggio nel cuore del gruppo lorenzista

Difficile immaginare un fan club più atipico del sodalizio italiano che supporta Jorge Lorenzo; non ha un presidente ma tre presidentesse ex aequo, Oriella “Jo”, Erica e Martina. Se non parlassimo di motorsport verrebbe da pensare ad un’affiatata band, visto che rispondono alle domande sempre in sintonia. Vietato però chiamarle “piccole donne”, come il soprannome di Oriella autorizzerebbe a pensare, perché sono un vulcano di idee e iniziative. Il fan club Italia di Jorge Lorenzo punta infatti a uscire dai soliti schemi per diventare una vera esperienza immersiva nel mondo del racing. Abbiamo affrontato l’argomento con Jo, Erica e Martina per scoprire che non hanno solo tanta passione, ma soprattutto idee ben precise.

Perché avete deciso di seguire un pilota come Jorge Lorenzo ?

Jo: «Sono sempre stata “biaggista”. Quando Max segnalò il talento di Jorge, che era ancora a inizio carriera, pensai che fosse un ragazzo da tenere d’occhio. Da lì è cominciata la passione. Sono stata fortunata a incontrare Erica e Martina, che sono forse ancora più sfegatate di me (ride). Abbiamo cominciato dicendo “vediamo come va”; posso dirti che è diventato il nostro secondo impegno. A volte pure il primo.»

Quale obiettivo vi siete prefissate?

Martina, Erica e Jo: «Oltre al tifo in pista, vorremmo che Jorge venisse conosciuto aldilà di come appare sulla stampa specializzata. È un uomo disponibile, gentile, sempre alla mano. Si presta volentieri alle battute e agli scherzi. Ci piace pensare che il nostro fan club contribuisca a trasmettere un’immagine positiva di un campione che è tale anche per generosità.»

Come siete riuscite a diventare la sezione “Italia” del Fan Club del cinque volte campione del mondo?

Jo: «Grazie alla nostra determinazione. Noi tre volevamo una tifoseria organizzata e dopo frequenti contatti con l’emanazione ufficiale spagnola siamo riuscite a strutturarci. Adesso i contatti col fan club spagnolo sono quasi quotidiani.»

Jorge Lorenzo è forse il più “italiano” tra i piloti spagnoli. Naturale quindi che il fan club raccolga attorno a sè i tifosi del #99. Cosa significa essere il fan club italiano del pilota spagnolo?

Jo: «Essere fan di Jorge in Italia non è sempre facile ma la situazione sta migliorando, grazie anche al suo passaggio in Ducati. Contrariamente a quanto si possa pensare, Jorge ha diversi sostenitori nel nostro paese ed è per questo che abbiamo pensato di passare da semplice fan page a sezione ufficiale italiana del suo fan club. Inizialmente come gruppo radunavamo grazie al forum i tifosi di Jorge sui prati del Mugello e di Misano Adriatico. Poi abbiamo deciso di strutturarci, inviando il risultato delle nostre iniziative in Spagna. Nel 2014 siamo diventate la sezione italiana del fan club di Jorge. Voglio farti un esempio della nostra determinazione: all’inizio durante i GP, non essendo supportate dalla sezione generale abbiamo realizzato a mano bandiere e scudi raffiguranti il x-fuera (simbolo di JL) che consegnavamo poi ad ogni tifoso che voleva sostenere Jorge. Oltre alla classica bandiera abbiamo prodotto quadri, fan-art, organizzato lotterie a premi – finanziate interamente da noi – inviando poi in Spagna le foto delle nostre iniziative assieme al curriculum vitae come “gruppo” di fan.»

Martina: «Non è semplice essere il fan club di un pilota spagnolo in Italia. Nei circuiti a volte è abbastanza difficile; negli ultimi anni la situazione era un po’ complicata. Per fortuna non tutti i sostenitori degli altri piloti sono uguali. Riusciamo a stare tutti insieme a goderci lo spettacolo della MotoGP. Il nostro gruppo si è consolidato negli anni. Siamo partite nel 2011 con un ristretto numero di tifosi. Organizzavamo le trasferte grazie alla pubblicità sui social network con una semplice Fan Page.»

Erica: «Jorge Lorenzo raccoglie diversi sostenitori in Italia, è vero; alcuni di loro si sono interessati a lui già ai tempi delle categorie minori e dei due mondiali vinti in 250cc in sella all’Aprilia, altri lo hanno conosciuto solamente col salto in MotoGP, altri ancora si sono avvicinati più recentemente, anche grazie al passaggio in Ducati. Il nostro obiettivo è sempre stato quello di contattare il maggior numero di “lorenzisti” possibile, soprattutto in concomitanza dei gran premi italiani. È nostro desiderio infatti dimostrare al nostro pilota che il sostegno non manca, anche qui in Italia. Le referenti della sezione italiana del fan club si sono incontrate e conosciute a Misano. Da qui è nato questo ambizioso progetto. I “lorenzisti” rispondevano al nostro appello, desiderosi di fare gruppo e di condividere questa passione comune. Poco a poco siamo entrati in contatto col direttivo del fan club ufficiale, la cui sede centrale è chiaramente quella spagnola, e tra le stagioni 2014/2015 siamo diventati a tutti gli effetti la sezione italiana del Fanclub Lorenzo99.»

Potete darci dei numeri: quante e quali trasferte organizzate, dove vi ritrovate, quante richieste ricevete, quali iniziative sostenete in particolare?

Jo: «All’interno della nostra sezione siamo prima di tutto amici e poi tifosi di Jorge. Ci piace sposare il concetto di famiglia, che da sempre è un concetto caro sia a Jorge che al suo fan club. Ogni anno siamo presenti ed attivi ai due GP italiani: Mugello e Misano. Durante il fine settimana (ad esclusione della domenica) i nostri pass vengono ceduti a rotazione ai soci: in questo modo gli offriamo la possibilità di accedere al paddock per vivere il mondo della MotoGP. In concomitanza con i GP organizziamo una cena il sabato sera, aperta a tutti i tifosi di Jorge (soci e non) all’interno della quale, tra una portata e l’altra, mettiamo in palio premi legati al mondo del #99. Organizziamo anche incontri, pranzi e cene, competition sulla nostra pagina facebook e diamo la possibilità ai tifosi di pubblicare le loro foto, i loro tatuaggi in puro stile “lorenzista”, eccetera. Quando Jorge è approdato in Ducati ci siamo ritrovati a Borgo Panigale per dargli il nostro benvenuto: non potevamo assolutamente mancare. Uno dei momenti più interessanti per la sezione italiana del fan club è sicuramente la cena di fine anno a Barcellona assieme a Jorge. È una festa!»

Martina: «Dopo quello spagnolo siamo il gruppo più numeroso di sostenitori di Lorenzo. Ci sentiamo quotidianamente per tenere tutti aggiornati sulle nostre iniziative. Il nostro sodalizio è sempre presente, sia a Misano che al Mugello. Organizziamo la tifoseria, diamo la possibilità di vedere “cosa c’è dietro” una tappa del mondiale con delle visite nel paddock, organizziamo una cena la sera prima della gara con un’estrazione a premi.»

Erica: «Dal 2015 ad oggi il numero di tesserati è certamente cresciuto grazie anche alle iniziative create e al passaparola tra i tifosi. Il primo mese del 2018 non è ancora terminato ma, tra nuovi iscritti e rinnovi, abbiamo già raccolto un buon numero di adesioni. Siamo fiduciose del fatto che da qui a fine anno le cose continueranno ad essere altrettanto positive e che batteremo i nostri precedenti record (così come Jorge sa fare molto bene in pista). Come sezione italiana, siamo presenti ai gran premi del Mugello e di Misano ed il nostro punto di incontro è da sempre il prato. Ci piace mescolarci ai tifosi, è un grande momento di festa “popolare”. Collaboriamo a stretto contatto con le altre sezioni del Fanclub e quando un socio italiano è in trasferta in un GP all’estero lo aiutiamo a vivere pienamente quest’esperienza, anche se lontano da casa. »

Avete rapporti diretti col pilota? Segue da vicino le vostre iniziative?

Jo«Sì, certo! Jorge ci conosce e conosce le attività del suo fan club. Ad ogni nostro incontro è ormai un rito consolidato fargli trovare un omaggio, mostrargli delle idee, portargli gadget da autografare che verranno poi messi in palio o donati ai soci ed ai sostenitori che si uniscono alle nostre iniziative. Per non disturbare la sua preparazione, nella maggioranza dei casi ci rivolgiamo alla sede centrale ed al suo staff. »

Martina: «Jorge tiene molto al rapporto coi suoi tifosi. E’ sempre molto disponibile con noi, anche quando gli portiamo magliette, cartoncini, poster e altro da firmare e regalare ai tifosi. Sa che ha un gruppo numeroso di sostenitori in Italia. Ci tengo anche a dire che il suo team di collaboratori è sempre molto gentile e disponibile.»

Erica: «Sì, Jorge ci conosce grazie alla nostra costante presenza “sul campo” per supportarlo. Sa quanto i “lorenzisti” italiani siano presenti in queste occasioni, anche perché ormai l’atmosfera che si respira è quella di un gruppo di vecchi amici che si incontra ogni anno per supportare incondizionatamente il proprio pilota. Il campione segue le nostre attività sui social, e noi collaboriamo a stretto contatto col suo team per organizzare tutto al meglio nei gran premi di Mugello e Misano, e per dare la possibilità ai soci di vivere in prima persona le emozioni della MotoGP. Ognuno di loro ha infatti diritto ad un paddock tour durante il weekend, nel corso del quale si immergerà in questo fantastico mondo.»

Jorge Lorenzo, nel bene e nel male, è un personaggio “divisivo” come la maggior parte dei campioni al suo livello. Cosa ne pensate ?

Jo: «Personalmente credo che spesso la visione “divisiva” dei vari personaggi venga creata dai tifosi e da tutto ciò che ruota intorno al mondo professionale, che vede coinvolto in questo caso un pilota. Ogni epoca vede la presenza di personaggi “divisivi” e si ripete continuamente: Biaggi Vs Rossi; Rossi Vs Lorenzo; Rossi Vs Marquez. »

Martina: «Lorenzo è un pilota che si ama o si odia. Non ci sono vie di mezzo. Il suo non nascondersi dietro ad un sorriso e dire sempre quello che pensa, a volte sbagliando, è quello che più viene apprezzato. Parlando con chi non gradisce questo suo modo di essere, non posso fare a meno di notare che vengano comunque riconosciute le sue qualità in pista.»

Erica: «Ognuno di noi è soggetto al giudizio degli altri e tutti sono liberi di crearsi un’opinione su di noi, che sia positiva o negativa e cambiarla magari col tempo. Quando entra in gioco la notorietà, tutto viene amplificato. Quando sei un campione di quel livello sei costantemente sotto esame. Jorge ha una personalità forte, è determinato e trasparente. Non usa giri di parole, quello che dice combacia sempre con quello che pensa. Sa quello che vuole e lavora duramente per ottenerlo. Durante i weekend di gara raggiunge la massima concentrazione, ma quando ha concluso il proprio lavoro è un ragazzo normale, disteso, rilassato; uno con cui fare due chiacchiere piacevoli. Ci sono persone che per queste sue caratteristiche lo stimano profondamente, altri no. Aldilà delle simpatie personali, credo che siano indubbie le sue capacità ed il suo talento, e che nei circuiti non debba mai mancare la sportività, perché questi ragazzi rischiano grosso. Ci trasmettono emozioni uniche grazie a quello che raggiungono in pista.»

Quanto è aumentata la popolarità di Jorge Lorenzo dopo il passaggio alla marca italiana? Avete visto un aumento delle iscrizioni al fan club?

Jo: «Mi sento però di aggiungere divertita che mi è capitato di rispondere spesso a un:”chi è questo qui?”. Forse la sua popolarità è aumentata tra i “non tifosi” o “simpatizzanti” del motorsport. Devo però dire anche che il 2018 è iniziato molto bene dal punto di vista rinnovi/iscrizioni: siamo sicure che anche quest’anno alla cena di fine anno faremo un figurone!»

Martina: «Non abbiamo registrato grandi cambiamenti, penso ci sia ancora dello scetticismo intorno a quello che Jorge può fare con la Ducati. Durante le due tappe in Italia abbiamo riscontrato un aumento della “curiosità” per Lorenzo, e alcuni simpatizzanti si sono fermati con noi a vedere prove e gara.»

Erica: «Non parliamo di un cambiamento radicale, almeno per quanto riguarda il fan club, ma penso che questo passaggio abbia fatto sì che ai sostenitori storici di Lorenzo se ne siano aggiunti di nuovi. Sicuramente c’è stato un avvicinamento anche da parte di alcuni tifosi di Ducati che in qualche modo hanno sempre ammirato, seppur da lontano, il talento di Jorge, e che ora sperano che, insieme a Dovizioso e a tutta la squadra, sia arrivato il momento delle grandi soddisfazioni.»

Quanta passione raccogliete attorno a Jorge Lorenzo?

Jo: «All’interno del nostro gruppo, la passione per il pilota e per questo sport è molto viva ed accesa. I dibattiti sono sempre aperti: nonostante qualche “sbandata” sempre onesti e quasi sempre imparziali. Mi sento pertanto di chiudere con una citazione del “mio” pilota: mi amano quelli che vivono e pensano con il cuore.»

Martina: «C’è molto entusiasmo e passione attorno a Lorenzo. Ai nostri soci piace partecipare alle attività che organizziamo: in questo modo si sentono molto vicini a Jorge.»

Erica: «Nel nostro piccolo cerchiamo di “spingerlo” il più possibile. In pista e sulla moto è solo, ma è indubbio che sentire il calore dei propri tifosi può essere di grande sostegno. È inoltre importante esserci sia nei momenti positivi che in quelli negativi, ed in questo i “Lorenzisti” italiani non si sono mai smentiti.»

Per chi volesse entrare a far parte della community dei sostenitori di Jorge Lorenzo, ecco i contatti: mail: italy@fanclublorenzo99.com Instagram: @fanclublorenzo99_italia
Twitter: JL99_ITALIA Facebook: Fan Club Lorenzo99 – Italia

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy