MotoGP, Test Qatar: Zarco vola, seguono Rossi e Dovizioso

Johann Zarco realizza il miglior crono assoluto dei tre giorni in Qatar, precedendo il compagno di marca Valentino Rossi e la Ducati di Andrea Dovizioso.

Si chiudono con Johann Zarco in testa le ultime prove ufficiali che precedono l’inizio della stagione 2018: il pilota del team Monster Yamaha Tech 3 ha stampato il miglior crono assoluto in 1:54.029 (+0.102 rispetto al record in pole stampato da Jorge Lorenzo nel 2008), precedendo il compagno di marca Valentino Rossi e la rossa di Andrea Dovizioso.

L’ultima giornata di test in Qatar è servita non solo per testare gli ultimi aggiustamenti in vista del primo GP (16-18 marzo a Losail), ma anche per effettuare simulazioni di gara, realizzate a fine giornata in condizioni simili a quelle che ci si troverà ad affrontare nella prima tappa stagionale. Impressiona particolarmente il ritmo di Zarco, che ha chiuso appunto con il miglior crono assoluto, mentre il campione in carica Marquez (al lavoro su due forcelloni) sembra meno soddisfatto e si dichiara al momento ben più lento di Dovizioso, suo rivale nel 2017 e costantemente competitivo in questi test invernali.

Buon ritmo anche per Rossi, che dopo una caduta e qualche problema iniziale all’anteriore chiude con il secondo riferimento cronometrico a circa due decimi dal pilota francese, mentre Crutchlow conclude i test a Losail come miglior Honda grazie al quarto tempo odierno davanti a Vinales ed al campione in carica. L’unica Suzuki vista in pista oggi è quella guidata da Alex Rins, costantemente in top ten e settimo in quest’ultima giornata, mentre il compagno di squadra Andrea Iannone non è sceso in pista per un virus allo stomaco. E’ ritornato in pista invece Pol Espargaro, rimasto fermo il venerdì perché non completamente recuperato da un recente infortunio, ma che oggi ha voluto continuare il lavoro di sviluppo della RC16 accanto a Bradley Smith (13°).

Chiudono la classifica dei primi dieci tre rosse, a cominciare da Danilo Petrucci che precede Jorge Lorenzo ed il compagno di squadra Jack Miller, che ha preceduto di appena 25 millesimi Dani Pedrosa. Miglior rookie di giornata è Franco Morbidelli, 12° a circa un secondo dal capoclassifica e che nell’ordine ha preceduto Hafizh Syahrin (a circa un decimo di ritardo al suo secondo test su una MotoGP), Takaaki Nakagami (ripartito dopo la caduta della prima metà di giornata), Xavier Simeon e Thomas Luthi.

I tempi a fine giornata

Cattura

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy