Moto2: Le prime immagini della MV Agusta del Forward Racing Team

MV Agusta si prepara al ritorno nel Mondiale grazie all’accordo con Forward Racing Team: ecco le prime foto della moto che vedremo l’anno prossimo.

Nel 2019 MV Agusta farà ritorno nel Motomondiale assieme al Forward Racing Team: un accordo annunciato ormai mesi fa e del quale ora abbiamo anche le prime immagini. Un rientro importante quindi, che farà felici i tanti appassionati dello storico e vincente marchio italiano, nato da una passione per gli aeroplani del conte Giovanni Agusta nel lontano 1907 e poi passato alle motociclette dalla fine della seconda guerra mondiale, con il marchio diventato MV (“Meccaniche Verghera”). Una passione che ha portato a tanti successi, soprattutto mondiali grazie a Giacomo Agostini, entrando quindi nel cuore degli appassionati delle due ruote.

Più recente è invece la storia di Forward Racing Team, squadra nata nel 2009 grazie a Media Action ed al suo CEO Giovanni Cuzari con le ex infrastrutture Kawasaki, ritiratosi dal Mondiale. Ci si impegna così inizialmente solo nella categoria intermedia, per poi debuttare anche in MotoGP (arrivando a vincere nel 2014 il titolo nella categoria ‘Open’ con Aleix Espargaró). Nel 2016 la squadra concentra tutti i suoi sforzi solo in Moto2, ma con un occhio anche al CEV Moto2, campionato nel quale compete nel 2017 con Tulovic e Fuligni. Quest’anno è sempre nella categoria intermedia con Stefano Manzi ed il Campione Europeo Moto2 in carica Eric Granado.

Un accordo quindi tra il marchio italiano tutt’ora più titolato al mondo e Forward Racing Team, con l’ambizioso obiettivo di scrivere insieme un nuovo importante capitolo nella storia del motociclismo.

“Sono molto orgoglioso di vedere il sogno di riportare MV Agusta nel Motomondiale diventare realtà” ha dichiarato Giovanni Castiglioni, l’attuale Presidente dello storico marchio dopo l’acquisizione da parte di Cagiva nel 1992. “Volevo ringraziare tutti i nostri ingegneri, tecnici e designer e i ragazzi del Forward Racing Team per avere reso tutto questo possibile in così poco tempo. Un ringraziamento speciale va a Giovanni Cuzari, per aver creduto in noi ed averci spinto a fare il massimo. Ci sarà ancora molto da fare, ma passo dopo passo porteremo la moto ad essere competitiva.”

Chiaramente soddisfatto il proprietario della squadra Giovanni Cuzari: “Inseguo questo sogno sin dai tempi di Claudio (Castiglioni). Numerose volte ho insistito per tornare con MV Agusta in MotoGP, e, quando Giovanni ha preso il posto del padre, spesso l’ho spronato a credere in un progetto tanto ambizioso. Finalmente lo ha fatto, ed oggi, 42 anni dopo, faremo il primo passo con il nostro prototipo di moto2 MV Agusta. Sono emozionatissimo, ma consapevole che questo è solo un primo esordio e che il lavoro da fare è ancora importante. Ho avuto modo di conoscere da vicino il Centro Ricerche Castiglioni, il vero cuore di MV Agusta, e ora ho la certezza che non ci manca nulla: la passione e la professionalità del gruppo capitanato da Paolo Bianchi, unita al mio meraviglioso gruppo di lavoro, che ringrazio singolarmente, è sicuramente il giusto mix per poter puntare al meglio. Quello di oggi è un punto di partenza per arrivare a riportare questo marchio davvero in alto. Un grazie va, inoltre, a tutti coloro che hanno sostenuto e sostengono questo progetto, ora la parola passa al cronometro.”

“È da qualche anno che stiamo valutando un ritorno al Motomondiale” ha poi concluso il responsabile del progetto, Brian Gillen, “e con il cambio di regolamento della categoria Moto2 per il 2019, dopo 42 anni ci troviamo davanti all’opportunità di esprimere tutto il nostro “know how” tecnico, sviluppato negli utlimi 6 anni di gare nel mondiale Superbike e Supersport. Il progetto Moto2 è molto ambizioso e stiamo impegnando tutte le nostre risorse di R&D ed esperienza nelle corse per costruire una moto completamente nuova, diversa da tutte le altre ed all’altezza del marchio MV Agusta.”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy