CIV Superbike Vallelunga: Lorenzo Zanetti in pole provvisoria davanti a Pirro

Si infiamma la lotta a tre per il titolo: Lorenzo Zanetti strappa la pole provvisoria a Michele Pirro mentre il leader del campionato Matteo Ferrari è 5°.

A Vallelunga l’ultimo doppio round del CIV promette grande spettacolo e se escludiamo la Moto3 (dove Kevin Zannoni ha già vinto con due gare d’anticipo), i Campioni Italiani 2018 si decideranno tutti sul circuito laziale. Il tutto con un occhio rivolto alle previsioni del meteo: anche se sembra diminuire, rimane il rischio pioggia.

La lotta per il titolo che attira maggiormente l’attenzione è ovviamente quella nella Superbike, dove il Campione in carica Michele Pirro se la deve vedere con Matteo Ferrari e Lorenzo Zanetti. Intanto, Zanetti si è portato a casa la pole provvisoria battendo per quattro decimi proprio Pirro, mentre Ferrari non è andato oltre la quinta posizione.

Le altre pole provvisorie sono andate a Luca Ottaviani (Supersport 600), Kevin Zannoni (Moto3), Manuel Bastianelli (Supersport 300), Collin Veijer (PreMoto3 250 4T) e Filippo Bianchi (PreMoto3 125 2T). Ecco com’è andata nel dettaglio.

SUPERBIKE – Nella SBK il più veloce di tutti è stato Lorenzo Zanetti. Il pilota bresciano del team Ducati Motocorsa, squadra con cui dovrebbe correre nel Mondiale l’anno prossimo, ha battuto Michele Pirro (Ducati Barni Racing) negli ultimi minuti e col tempo di 1’35.700 è stato anche l’unico a girare sotto il muro dell’1’36. Il tester Ducati MotoGP Pirro ha invece ottenuto il secondo tempo davanti a Matteo Baiocco (Aprilia Nuova M2 Racing) e a Luca Vitali (BMW DMR Racing), mentre il suo compagno di squadra Matteo Ferrari ha chiuso quinto a sette decimi da Zanetti. Ferrari è in testa al campionato con 187 punti contro i 174 di Pirro e i 166 di Zanetti e l’impressione è che questi tre piloti si giocheranno il titolo fino all’ultimo giro di Gara 2. Tornando alla classifica delle Qualifiche 1, l’altro pilota Barni Samuele Cavalieri ha ottenuto il sesto tempo davanti ad Alessandro Andreozzi, Kevin Calia, Riccardo Russo e Axel Bassani. Fuori dalla top 10 Claudio Corti, 12° in una griglia di soli 18 piloti.

SUPERSPORT 600 – In una categoria sempre combattuta e spettacolare è emerso nelle prime qualifiche Luca Ottaviani. Il pilota del team Yamaha SGM Tecnic ha messo a segno un giro in 1’39.090 e ha così battuto Nicola Jr. Morrentino (Kawasaki Renzi Corse) per soli 35 millesimi. Dietro di loro è risalito prepotentemente nel finale Stefano Valtulini, che con la Kawasaki del Pleo Racing Team si è piazzato terzo a soli 76 millesimi da Ottaviani. In una classifica cortissima che vede 15 piloti in poco più di otto decimi, il leader del campionato Marco Bussolotti è quinto dietro a Matteo Ciprietti e davanti a Mattia Casadei, mentre il cinque volte Campione Italiano Massimo Roccoli e Lorenzo Gabellini hanno ottenuto l’ottavo e nono tempo. Solo 15° il Campione in carica Davide Stirpe, mentre Michel Fabrizio e Noriyuki Haga hanno chiuso rispettivamente 12° e 18°. Ricordiamo che nella SS600 la lotta per il titolo coinvolge ben sei piloti, di cui cinque racchiusi in soli 10 punti: Bussolotti (152), Stirpe (150), Roccoli (148), Valtulini (147), Gabellini (142) e Manfredi (120). Da segnalare il ritorno al CIV dell’ex-Mondiale Michael Canducci, nuovamente in sella alla Kawasaki del Team Green Speed dopo la bella stagione vissuta nel 2016. Dopo alcuni mesi di inattività, il giovane ravennate ha chiuso le Qualifiche 1 al sedicesimo posto.

MOTO3 – Col titolo di Campione Italiano già assegnato a Kevin Zannoni, la Moto3 si prepara a vivere un’ultima tappa stagionale comunque interessante. Intanto le Qualifiche 1 hanno visto davanti a tutti proprio Zannoni: il pilota TM Racing Factory 3570 MTA ha girato in 1’43.324 nel finale di sessione e questo gli ha consentito di battere per soli otto millesimi Riccardo Rossi (Honda Gresini Racig Junior Team), a lungo in testa col tempo di 1’43.332. A due decimi da “Zanna” troviamo invece Nicola Fabio Carraro (Mahindra Minimoto Portomaggiore), terzo a precedere Elia Bartolini ed Edoardo Sintoni. Il Campione 2017 Nicholas Spinelli ha invece ottenuto un anonimo decimo tempo dietro anche a Simone Serinaldi, Joel Kelso, Raffaele Fusco e Leonardo Taccini. Da segnalare la presenza di Pasquale Alfano: il giovane pilota campano, impegnato quest’anno nella Red Bull MotoGP Rookies Cup, è a Vallelunga per sviluppare la nuova Moto4 progettata dalla BeOn e quindi prenderà parte alle prove, ma non alle due gare in programma.

SUPERSPORT 300 – Il poleman della SS300 ha momentaneamente il nome di Manuel Bastianelli (Kawasaki ProDina Ircos). Il giovane pilota romano guida la classifica del campionato con 174 punti contro i 150 di Luca Bernardi (Yamaha Team Trasimeno) e i 139 di Kevin Sabatucci (Yamaha ProGP) e nelle Qualifiche 1 si è preso la prima posizione a pochi minuti dal termine. Bastianelli ha fatto registrare un 1’49.899 quando mancavano sei minuti all’esposizione della bandiera a scacchi e questo tempo gli ha permesso di precedere Bernardi per soli 15 millesimi, mentre Sabatucci si è fermato al quinto posto dietro anche a Omar Bonoli (compagno di squadra di Bernardi) e Nicola Bernabè (Kawasaki RM Racing). Il gap tra l’ascolano è Bastianelli è di circa cinque decimi, mentre dietro di lui i distacchi salgono oltre il secondo a partire già dal sesto posto di Marco Carusi, seguito a breve distanza da Gabriele Giannini, Matteo Bertè, lo svizzero Lee Doti e Diego Goretti. Solo 15° Thomas Brianti, che ha preceduto Ryota Haga (uno dei due figli di Noriyuki), l’australiano Jack Mahaffy, Giacomo Mora (reduce dall’esperienza nel Mondiale a Magny Cours col team Terra e Moto) e lo spagnolo Marc Luna Bayén, ex-pretendente al titolo proprio come Brianti. Da segnalare il 28° tempo di Nicola Settimo, protagonista del Mondiale di categoria.

PREMOTO3 – Nella classe cadetta la pole provvisoria è andata all’olandese Collin Veijer, che ha saputo girare in 1’47.859 con la sua Speed Up. Il pilotino olandese ha preceduto per poco Gabriele Mastroluca (BeOn Kuja Racing) e Alessandro Morosi (RMU Full Moto Squadra Corse), entrambi reduci dalle selezioni per la Red Bull MotoGP Rookies Cup 2019. Con 166 punti, Morosi è il leader del campionato nella categoria 250 4T e l’unico pilota che può intromettersi tra lui e il titolo è Matteo Boncinelli (RMU VR46 Riders Academy), secondo a quota 128. Boncinelli ha concluso le Qualifiche 1 in quinta posizione dietro a Davide Cangelosi e davanti all’australiano Joel Kelso, quest’ultimo in pista anche nella Moto3 come già accaduto al Mugello. Ottavo tempo assoluto per il leader della 125 2T Filippo Bianchi, che con 194 punti si sta giocando il titolo di categoria con Jacopo Adriano Hosciuc. Il romeno, reduce anche lui dalle selezioni per la Rookies Cup, è secondo in campionato a quota 179 punti e nelle Qualifiche 1 ha ottenuto il 17° tempo assoluto e il terzo di categoria, dietro anche a Mirko Gennai.

 

Photo Credit: Marco Lanfranchi

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy