MotoGP, Marc Marquez

MotoGP, Marc Marquez in risalita: “Bisogna evitare le montagne russe”

Marc Marquez dopo l'infortunio di Jerez nel 2020 è ritornato in MotoGP ed ha vinto tre Gran Premi. Il nuovo infortunio lo rimetterà alla prova.

29 dicembre 2021 - 15:58

Meno di tre mesi all’inizio della stagione MotoGP, prima di approdare in Qatar ci saranno due sessioni di test. La prima a Sepang, la seconda in Indonesia, su entrambe sorvola un dubbio: ci sarà Marc Marquez? Secondo le notizie ufficiali il pilota di Cervera avrebbe ripreso ad allenarsi in palestra, uno stop di alcuni mesi potrebbe rivelarsi imperdonabile per qualsiasi atleta della classe regina. La diplopia dovrebbe lasciare in pace il campione della Honda, la spalla destra potrebbe dare ancora qualche piccolo fastidio.

La pressione del campione

Di certo c’è attesa e pressione nel box Honda, dove non ci si può permettere di fallire per il terzo anno. Per un pilota la pressione, il lavoro, parte dal primo gennaio. “Se sei un pilota MotoGP esigente e ambizioso la pressione è su di te dal 1° gennaio. Ovviamente non è la stessa pressione quando sei a casa o quando arrivi in ​​un circuito“, ha raccontato Marc Marquez nel documentario ‘Yo, Pilot’ andato in onda su DAZN. Aver vinto otto titoli mondiali può aiutare a gestire la pressione, ma serve comunque una buona dose di esperienza e stabilità mentale. “La pressione mi piace, ti fa entrare in una modalità diversa di concentrazione“.

Il ritorno dopo l’infortunio

L’infortunio di Jerez 2020 ha costretto il pluricampione della Honda a restare fuori per un’intera stagione MotoGP. Ritornato in pista nel 2021, dopo aver saltato il doppio round di Losail, si è dovuto rimettere in discussione per ritornare ai livelli di una volta. Ha vinto tre gare nel finale, prima del nuovo incidente in allenamento. Il triplice intervento all’omero gli ha fatto quasi dubitare di poter ritornare in griglia. “In quel momento non pensavo a ciò che avevo fatto, ma se fosse stato possibile tornare in moto… Ho raggiunto la vetta, ora arriva la strada più difficile che è quella per tornare in alto“.

Ancora una volta Marc Marquez è ritornato a vincere. Vittoria al Sachsenring, 2° ad Aragon, due trionfi consecutivi tra Austin e Misano-2. “Quando vinci, in teoria dovresti sforzarti di più perché stai andando più veloce. Ma fisicamente e mentalmente noti una liberazione. E quando le cose costano, tutto ti colpisce molto di più. Ovviamente in qualsiasi carriera di un atleta, a partire dal più grande, tutti hanno avuto un crollo. La cosa importante in una carriera sportiva è evitare le montagne russe“.

“Come ho progettato il mio sogno” la magnifica autobiografia Adrian Newey, il genio F1

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Danilo Petrucci KTM Dakar

Il consiglio di Danilo Petrucci: “Piloti MotoGP, provate la Dakar!”

MotoGP, Aleix Espargarò

MotoGP, Espargarò: “Ammiro Dovizioso, purtroppo Iannone è fuori”

Valentino Rossi e Andrea Dovizioso

MotoGP, Andrea Dovizioso verso l’addio… sulla scia di Valentino Rossi