Supercross: un giro di pista a Seattle tra sabbia e whoops

Commenta per primo