Roberto Marazzi

MXGP Imola Roberto Marazzi: “Puntiamo ad avere il Nazioni nel 2021”

A pochi giorni dall'arrivo del mondiale di motocross sulle rive del Santerno, Roberto Marazzi Direttore Generale dell'Autodromo ha un grande obiettivo...

6 agosto 2019 - 16:47

Il 17 e 18 Agosto sono le date da segnare con la matita rossa per tutti gli appassionati: a Imola torna il Mondiale MXGP. Il tracciato sulle rive del Santerno sarà, come lo scorso anno, protagonista delle gare a ruote tassellate con Tim Gajser e Jorge Prado pronti a festeggiare i loro “titoli” nelle rispettive classi. Un evento importantissimo, non solo per Imola ma per l’intero panorama motoristico italiano come sottolineato da Roberto Marazzi, Direttore Generale dell’Autodromo emiliano- romagnolo.

Roberto Marazzi parliamo del cambio di data della gara che doveva essere a fine settembre ed è stata spostata a metà Agosto. Perchè?

” Ci tengo a dire che eravamo preparati per ospitare l’evento a fine settembre ma le logiche del calendario ci hanno costretto a cambiare la data su richiesta di Youthstream. Abbiamo comunque accettato di buon grado di modificare i nostri piani perchè tutto questo fa parte di un percorso per portare il Nazioni a Imola in futuro, non le nascondo che questo è un nostro grande obiettivo. Detto questo confido molto nella presenza degli appassionati per venire a vedere un evento di importanza mondiale”.

Avete approntato qualche iniziativa per promuovere l’evento?

” Certamente, nella varie strutture dai Lidi Ferraresi sino a Pesaro l’evento è assolutamente pubblicizzato per portare più gente possibile in Autodromo. Comunque ci sono una serie di cose che sono state approntate per questo”.

E’ rimasto soddisfatto della scorsa edizione dopo tanti anni in cui Imola era assente dal panorama del motocross e dove è possibile migliorare per le future edizioni?

” Ci siamo impegnati tanto e continuiamo a lavorare per migliorare tutta la struttura. Non era facile perchè nessuno aveva mai organizzato una gara di motocross, visto che il nostro background è legato alla velocità. Abbiamo ricevuto molti complimenti. Soprattutto sulla logistica dell’evento. Alla tradizionale premiazione annuale di Andorra della FIM siamo stati citati come migliori organizzatori di una gara di motocross”.

Quanto è complicato organizzare un evento di questo tipo?

“Un lavoro veramente difficile. Perchè ci sono da considerare diversi aspetti. La pista viene sostanzialmente creata da zero, collina della Rivazza a parte, e quindi tutto questo non è affatto semplice.

Realisticamente quando pensate di riuscire a portare il “Nazioni” a Imola?

” Incrocio le dita ma spero di portare il Nazioni a Imola nel 2021″.

BIGLIETTO UNICO

Altra importante novità riguarda la tipologia dei biglietti. Quest’anno è previsto un unico tagliando, che darà la possibilità agli spettatori di posizionarsi in qualunque delle zone predisposte per il pubblico.  Ad eccezione del paddock, accesso che dovrà essere acquistato separatamente.

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Tony Cairoli

MXGP, Tony Cairoli mette nel mirino il 10° Mondiale

Trofeo delle Regioni

Motocross: 350 moto a Mantova per il Trofeo delle Regioni

Superbike Argentina, Jonathan Rea

Superbike Argentina: La Ducati può salvare il Mondiale Costruttori?