MotoGP: le dichiarazioni dei piloti dopo le qualifiche di Le Mans

I commenti dei piloti del sabato a Le Mans

22 maggio 2010 - 16:16

Le qualifiche della MotoGP a Le Mans hanno riportato in pole position Valentino Rossi, per la prima volta davanti a tutti in prova in questa stagione 2010, alla personale 59° pole in carriera. Rossi ha battuto di soli 54/1000 Jorge Lorenzo: doveroso iniziare proprio dalla coppia Fiat Yamaha nel riportare, grazie al servizio media delle squadre, le dichiarazioni di tutti i piloti della MotoGP al termine del sabato di Le Mans. Valentino Rossi (Fiat Yamaha Team), 1°La situazione metereologica mi rende molto felice, perché per una volta a Le Mans siamo stati in grado di utilizzare tutte le sessioni correttamente e ora eccoci qui in pole. Ho un buon assetto, mi sento a mio agio sulla M1 con gomme Bridgestone, anche il mio ritmo di gara non è male per cui va tutto bene. E’ un grande piacere essere in pole e quando ho guardato e ho visto il tempo sul giro sono rimasto molto soddisfatto della mia prestazione e di quanto bene abbiamo lavorato, quindi grazie a tutta la mia squadra. Sono ancora preoccupato per la spalla, perché sinceramente oggi, dopo dieci o quindici giri ho iniziato a perdere forza, ma spero che l’ adrenalina mi aiuterà in gara e di essere in grado di tenere il ritmo fino alla fine“. Jorge Lorenzo (Fiat Yamaha Team), 2°E’ stata un’altra buona sessione e siamo molto forti, nonostante ci siano pochi piloti veloci e con un buon ritmo. Oggi sono stato costante e posso girare tranquillamente in 1’34″05, quindi se riuscirò a tenere questa passo durante la gara avremo una buona possibilità di farcela. Ho bisogno di provare a fare una buona partenza ed essere più forte durante i primi giri, dopodiché penso di poter lottare per la vittoria“. Dani Pedrosa (Repsol Honda Team), 3°Al termine della sessione siamo riusciti a mettere assieme un buon giro finale che ci ha permesso di ottenere la prima fila, e questo è molto importante perché i tempi sono molto vicini qui. Per la gara dobbiamo trovare qualche decimo di secondo per giro, che ci permetta di tenere un buon passo di gara, e questo è un tracciato sul quale bisogna rimanere concentrati, perché la gara è lunga ed è cruciale rimanere costanti e non commettere errori. In ogni caso penso che siamo in una buona posizione. Ora ci metteremo a sedere assieme al team e a lavorare sui miglioramenti possibili sul ritmo gara. Abbiamo goduto di bel tempo fino ad ora questo week-end, e sembra che continuerà anche domani quindi possiamo dire di essere stati fortunati questa volta. Dalla prima fila spero di poter fare una buona partenza che mi dia modo di avere una buona chance in garaCasey Stoner (Ducati Marlboro Team), 4°Abbiamo ancora un bel po’ di lavoro da fare per riuscire a sfruttare tutto il potenziale delle gomme morbide, soprattutto considerando quanto i nostri avversari riescano invece ad abbassare il loro tempo. Noi non siamo riusciti ad essere molto più veloci del nostro passo di gara, una cosa che un po’ mi dispiace perché qui sarebbe stato positivo partire dalla prima fila. Nello stesso tempo però sappiamo di avere un buon ritmo per la gara. In generale infatti la moto va molto bene, il nostro passo è più competitivo di quanto fosse a Jerez dopo le qualifiche quindi sono fiducioso per domani“.

Nicky Hayden (Ducati Marlboro Team), 5°La seconda fila per noi è un risultato davvero molto positivo perché, ad essere onesti, il mio passo di gara non è allo stesso livello e quindi, partire in una buona posizione, ci da un’opportunità in più. Questa mattina abbiamo fatto un bel passo in avanti nella messa a punto della moto, nel pomeriggio meno. Questa sera dovremo pensare a qualche cosa da provare nel war-up altrimenti la gara sarà molto difficile. Perlomeno il tempo è fantastico, credo di non aver mai visto un sole così a Le Mans e sono felice per i tantissimi fan che vengono a vedere la gara dopo tutta la pioggia che si sono presi gli altri anni. Magari domani andranno via un po’ scottati ma sono sicuro che non se ne lamenteranno“. Colin Edwards (Monster Yamaha Tech 3), 7°Sto dando il meglio di me, ma purtroppo sono soltanto ottavo. Rispetto allo scorso anno i primi sono scesi di mezzo secondo, mentre io non sono riuscito a girare sull’1’33”. La moto è migliorata, abbiamo risolto alcuni dei problemi riscontrati nelle prime due gare, devo solo cercare di trovare il modo di tenere il ritmo del gruppo di testa. Con la mescola dura Bridgestone siamo a buon punto, anche se non riusciamo ancora a sfruttare la morbida anteriore per le qualifiche“. Loris Capirossi (Rizla Suzuki MotoGP), 8°La posizione in griglia non è certo la migliore, ma sono piuttosto soddisfatto perchè abbiamo lavorato duramente nell’arco di tutto il week-end. All’inizio si è cercato di far rispondere le moto alle nostre richieste, penso adesso siamo vicini a ottenere quello che stavamo cercando. Oggi il mio ritmo era buono, la cosa più importante è che non ho seguito nessuno così abbiamo potuto capir meglio a che punto siamo. Sono molto ottimista per domani, con una buona partenza posso stare con il gruppo di testa“.

Andrea Dovizioso (Repsol Honda Team), 9°Non posso essere felice di partire domani dalla terza fila, questo rende la gara più complicata del previsto. Sarà necessario partir bene per stare con il gruppo di testa: il nostro passo gara non è male, anche se dobbiamo migliorare qualcosa con il feeling all’anteriore. Abbiamo delle idee su dove lavorare domani e resto fiducioso“. Aleix Espargaro (Pramac Racing Team), 10°Sono felicissimo del risultato che ho ottenuto, ho ridotto di quasi un secondo il miglior giro che avevo fatto segnare ieri, ho inoltre mantenuto invariato il gap che avevo dal leader delle prime prove libere. Partire cosi avanti mi da un enorme carica per domani, spero tanto di poter ripagare finalmente la fiducia che il team ha riposto in me durante questo difficile inizio campionato. Ho un ottima moto, e con i tecnici abbiamo lavorato al meglio per renderla perfetta per questo Gran Premio. Peccato per non esser riuscito a fare un ulteriore giro di qualifica, avrei potuto abbassare ulteriormente il mio tempo sul giro. Questa è in assoluto la migliore posizione che ho ottenuto sulla griglia di partenza da quando corro in MotoGP, ho un buon feeling con questa pista e mi auguro di poter fare un ottima gara domani“. Marco Melandri (San Carlo Honda Gresini), 11°E’ stato un turno difficile. Quello che avevamo trovato di buono a Jerez oggi non lo abbiamo si è smarrito. Purtroppo ci manca tanto la percorrenza in curva, fatico a chiudere e sono in difficoltà nel lasciare i freni. Anche ieri avevo queste difficoltà ma alla fine avevo trovato un giusto compromesso nel quale ero fiducioso per le prove di oggi, invece questo pomeriggio non siamo riusciti a migliorarci. Per il mio stile di guida ho bisogno di poter avere una percorrenza in curva più lineare. Domani sarà una gara difficile e sarò costretto a correre in difesa“. Ben Spies (Monster Yamaha Tech 3), 12°Dopo aver praticamente perso quasi tutta la mattinata per la caduta, non sono così sorpreso di trovarmi così dietro, anche se credo non sarei comunque riuscito a stare in prima fila o qualcosa di simile. Stamattina ho commesso un errore, non stavo iniziando un giro veloce, ma la gomma posteriore non era ancora in temperatura. Purtroppo nella caduta il mio piede era per metà fuori dalla pedana e nel volo sono stato colpito anche alla caviglia e al ginocchio. Fortunatamente non c’è niente di rotto e non sento così male, l’unico problema viene quando scalo le marce. Sarà una gara dura, sono tanti 28 giri, dovrò fare uno sforzo mentale e fisico in più per dimenticarmi di questo problema“.

Marco Simoncelli (San Carlo Honda Gresini), 13°Onestamente sono abbastanza contento perchè da questa mattina abbiamo fatto un buon lavoro anche se alla fine con le gomme morbide ero convinto di fare un tempo migliore. Purtroppo sul posteriore sono sorti alcuni problemi e non sono riuscito a fare un tempo che mi avrebbe collocato in una posizione migliore sullo schieramento di partenza. Però sono alquanto fiducioso perchè ho un discreto ritmo di gara non per stare con i primi ma posso avere la possibilità concreta di migliorae la posizione di partenza. Credo di poter far meglio dell’11° posto di Jerez e con un pizzico di fortuna rientrare anche nei primi 8. Sarebbe bello!Hiroshi Aoyama (Interwetten Honda MotoGP), 14°Il feeling con la mia moto è migliorato un pò oggi e sono riuscito a spingere più forte al termine della sessione, ma purtroppo abbiamo ancora diversi problemi nelle curve lente e dobbiamo trovare una soluzione a questo. Dobbiamo ancora lavorare sulla moto e io allo stesso moto devo riuscire a guidarla meglio. Domani nel Warm Up, anche se ci saranno temperature più basse, proveremo a fare delle modifiche per la gara“. Hector Barbera (Paginas Amarrilas Aspar), 15°Oggi abbiamo apportato alcune modifiche alla mia Ducati e sta andando meglio rispetto a ieri. L’erogazione di potenza adesso è più lineare, posso aprire il gas quando voglio. Ci siamo concentrati anche sulla guidabilità della moto a centro curva, ho poi seguito diversi piloti per provare a migliore i miei tempi sul giro, ma avevano un altro passo. E’ un peccato, so che posso andare più veloce e di certo non mi piace essere così indietro. Per domani comunque non cambieremo nulla sulla moto, la base è buona e darò il massimo per stare con il gruppo“. Mika Kallio (Pramac Racing Team), 16°Durante le prove libere di stamattina sono caduto dopo appena due giri, questo mi ha provocato un problema alla spalla e non mi ha permesso di provare sulla pista tutte le modifiche che il team aveva preparato per la mia moto. Fortunatamente la spalla non si è rotta, i dottori della clinica mobile,mi hanno fatto alcune infiltrazioni per permettermi di affrontare al meglio le qualifiche. Nonostante il dolore, ho voluto fortemente prendere parte alle qualifiche e provare a rendere perfettamente bilanciata la moto per il Gran Premio di domani. Purtroppo il dolore alla spalla e il tempo perso stamattina mi hanno permesso di ridurre solo di mezzo secondo il tempo ottenuto nelle prove di ieri. Ripartire nuovamente dal fondo della griglia di partenza non è bellissimo, ma darò del mio meglio per ripagare l’enorme lavoro che il Team ha svolto per me“.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Valentino Rossi a Brno

MotoGP, Valentino Rossi: “Piloti Yamaha fortissimi tranne me”

MotoGP, Pecco Bagnaia

MotoGP, Pecco Bagnaia: oggi si opera, ritorno in pista per l’Austria-2

MotoGP, Andrea Dovizioso

MotoGP, Andrea Dovizioso: gomma Michelin indomabile, un aiuto dall’holeshot