Le Gare del Weekend del 23 maggio

Motomondiale a Le Mans, Endurance e British Superbike

25 maggio 2010 - 4:14

Dopo tre settimane il Motomondiale è tornato in azione sul circuito di Le Mans, con la MotoGP che ha visto la seconda vittoria consecutiva di Jorge Lorenzo. Rispetto a Jerez “Porfuera” è partito bene ed è stato in grado dopo 10 giri di studio alle spalle di Valentino Rossi di portarsi al comando, andando in fuga per ulteriori 25 punti che lo collocano in testa alla classifica a quota 70. Rossi, secondo, è adesso a -9, mentre risultano già staccatissimi gli altri protagonisti della top class, con Andrea Dovizioso terzo in gara ed in campionato passando all’ultimo giro Dani Pedrosa, quinto e preceduto anche da Nicky Hayden. Se la Ducati si consola con le prestazioni dell’iridato 2006, è evidente la delusione per la caduta al terzo giro di Casey Stoner, in quel momento 4° all’inseguimento dei primi tre. Buon sesto posto per Marco Melandri, con Marco Simoncelli 11° e Loris Capirossi uscito di scena nei primi giri per una scivolata.

Nella Moto2 seconda perentoria affermazione per Toni Elias, capace con la Moriwaki del Gresini Racing a resistere agli attacchi di Julian Simon, passato con il team Aspar ai telai Suter. A completare il podio uno strepitoso Simone Corsi, pilota JiR con la MotoBi su base TSR, che ha vinto il duello tutto italiano con Andrea Iannone su Speed Up. Tante le cadute: Jules Cluzel, la velocissima wild card Xavier Simeon (con la sua Moriwaki che ha colpito l’incolpevole Alex De Angelis), Yuki Takahashi e Shoya Tomizawa, che ha perso la testa della classifica proprio a vantaggio di Toni Elias.

In 125cc poche emozioni, ma grande duello tra Pol Espargaro e Nico Terol, in quest’ordine sul traguardo. I due si sono ritrovati vicini per tutta la durata della corsa staccando gli avversari: Marc Marquez, terzo, è lontanissimo, anche a causa dell’infortunio patito a Jerez. Poca fortuna per gli italiani, tutti costretti al ritiro da Riccardo Moretti a Lorenzo Savadori passando per Marco Ravaioli con la Lambretta.

Dalla Francia alla Spagna, dove nella serata del sabato si è disputata la 8 ore di Albacete, seconda prova del FIM Endurance World Championship 2010. Un maxi-crash al via ha escluso dalla lotta per la vittoria una decina di equipaggi, non la Suzuki della S.E.R.T. vittoriosa con Vincent Philippe, Freddy Foray e Daisaku Sakai. Completano il podio la Kawasaki del Bolliger Switzerland (Saiger/Stamm/Muff) e la Honda National Motos (Jonchiere/Morillon). Tra le Stocksport vittoria italiana con il team X-One con Emiliano Bellucci, Luca Bono e Vittorio Iannuzzo, chiamato dalla struttura tricolore per questo evento.

A Cadwell Park si è invece disputata la quarta prova del British Superbike con la doppietta del team HM Plant Honda: in Gara 1 prima affermazione da tre anni a questa parte per Ryuichi Kiyonari, costretto alla resa per la seconda manche a seguito di un problema tecnico nel giro di formazione. Vince così il suo compagno di squadra Joshua Brookes, il quale riduce il gap in classifica rispetto a Tommy Hill scivolato in Gara 1. Da segnalare il podio di Michael Rutter con la Ducati nella prima manche, preceduto da Michael Laverty con la Suzuki Relentless by TAS.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Superbike

Superbike Portimao, gli orari delle dirette su SKY Sport Arena e TV8

Superbike, Scott Redding

Superbike, Scott Redding baldanzoso ma la Ducati sarà dolce con le gomme?

MXGP, Box18

Box18, live alle 21:00 Parte “Mercoledi MX” tutto sul Motocross