Ducati, Motocross, Gran Trofeo Europa

Gran Trofeo d’Europa: Paolo Pirozzi, il recordman Ducati special guest

L'Extreme Adventurer ha coperto 650 mila chilometri, solo con la moto del cuore. Motocross e avventura in moto a braccetto a Catanzaro Lido

26 ottobre 2019 - 18:37

Il 1-3 novembre sulla spiaggia di Catanzaro Lido si corre il Gran Trofeo d’Europa, che torna ad essere l’evento più spettacolare del  motocross nel sud Italia. Non sarà un evento dedicato soltanto alle ruote artigliate ma sarà una festa dello sport a 360°, con appuntamenti da non perdere. Uno di questi è la Pirozzi Reunion che vedrà come special guest il recordman Paolo Pirozzi. Il Fastestman, cosi lo hanno chiamato a causa dei suoi record, inizierà la promozione al Gran Trofeo D’Europa con un Tour in Calabria e Sicilia. Incontrerà i club Ducati per invitarli a questa grande festa dei motori.

Come ci si sente ad essere il pilota più veloce del mondo in Ducati?

Fare il giro del mondo in 13 giorni ed 8 ore è stato “semplicemente” pazzesco! Ho guidato per circa 2000 chilometri al giorno affrontando qualsiasi tipo di clima. Dal gelo della Siberia al caldo desertico. E’ stata dura ma la mia Ducati ed io siamo riusciti a portare a casa un’altra grande vittoria. La sensazione che si prova? È meraviglioso portare Ducati sempre più in alto!

Sei stato anche il primo ad attraversare il deserto del Gobi in Ducati. Cosa vuol dire per te essere uno dei piu titolati piloti nel mondo dell’extreme adventure Ducati?

Era il 2007 e lo ricordo come  fosse ieri. Il Gobi è un deserto veramente insidioso  ed in quella occasione lo è stato ancor di più visto che l’ho affrontato senza navigatore ed in solitaria con una Multistrada 620 di serie.  Senza nessuna modifica e con gomme stradali. Anche in quella occasione e con una buona dose di fortuna siamo riusciti , la mia Ducati ed io, a portare a casa un buon risultato.

Sarai al gran trofeo D’Europa in qualità di special guest, possiamo definire questa formula che unisce motocross e on road? 

Credo sia molto interessante “mescolare” due sport, due mondi che hanno in comune la stessa grande passione: le due ruote! Si possono sicuramente imparare tante cose e ci si possono scambiare preziosi consigli per migliorarsi o per appassionarsi ad un nuovo sport. D’altronde, come dico sempre, non conta se sul bagnato, nel deserto o sull’asfalto: ciò che conta è tenere il gas spalancato! Inoltre sono sicuro che gli organizzatori stanno dando il massimo e di conseguenza sono più che sicuro che gli spettatori assisteranno ad un grande Show.

Sappiamo che tu hai sempre e solo guidato Ducati. Perchè?

Ducati è “semplicemente” tutta la mia vita. Dimostrare al mondo la sua affidabilità,
la sua potenza e la sua meraviglia ingegneristica sono per me l’unico grande obiettivo di vita. Ducati è un immensa famiglia circondata di passione presente in ogni angolo del mondo. Ducati è vita. Proprio per questo, circa 20 anni fa, ho lanciato lo slogan “io non ho una moto…io ho una Ducati”

Il tuo main sponsor per questo evento sarà il concessionario 11 Gradi di Lamezia Terme. Credi ci potrà  essere   possibilità di una futura collaborazione?

Grazie a tutto il Team abbiamo lavorato portando ottimi risultati in Norvegia, Emirati Arabi, Spagna ed America. Credo si possano fare grandi cose insieme e mi piace molto l’idea di avere nel team un concessionario Ducati del sud Italia. Possiamo crescere e puntare insieme sempre più in alto.

Che Ducati stai guidando al momento? Che tipo di impresa ci faresti?

Grazie al Team sto guidando una splendida Panigale.  Abbiamo fatti i test al Mugello e Misano e siamo andati forte. Ho un buon feeling con lei ed il motore superquadro lascia senza fiato!! Impresa? Beh ci farei sicuramente un giro del mondo!

Sappiamo che hai un grande cuore e non ti tiri indietro di fronte ad eventi di beneficenz. Ci racconti qualcosa delle tue ultime iniziative?

Non credo di avere un grande cuore… credo che tutti noi che abbiamo la fortuna di avere una buona salute e non siamo vittime di catastrofi naturali, dovremmo ritagliarci sempre un po’ di tempo per aiutare chi ne ha bisogno. Si, ho partecipato a diversi eventi per raccogliere fondi rifiutando qualsiasi tipo di offerta economica.

Ti vedremo per entrambi  giorni al gran Trofeo D’Europa? Sarà possibile incontrarti?

Certamente. Non vedo l’ora di arrivare nella sempre affascinante Calabria e di passare del tempo con il caloroso ed accogliente popolo che ci ospiterà dal 2 al 3 Novembre a Catanzaro.

Quanti km hai attualmente percorso con Ducati e qual’è l’obbiettivo perla stagione 2020?

Ad oggi sono quasi a 650.000 km percorsi sempre e solo con Ducati. Abbiamo un obiettivo per la testa: avete presente la distanza in km di un viaggio di andata e ritorno dalla Luna? Ebbene si, tra 100.000km arriverò a ricoprire la distanza di un viaggio di andata e ritorno dalla Luna. È un progetto che ci piace veramente tanto e già ci stiamo lavorando…sarà pazzesco.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Ducati, Marco Zambenedetti

Superbike: Marco Zambenedetti “Ducati Mondiale? Dovremo essere perfetti”

EICMA 2019

EICMA, quasi 800.000 persone per la ‘rivoluzionaria’ edizione 2019

Marc Marquez e suo fratello Alex

Festa doppia a Cervera per Alex e Marc Marquez