esport

SGM Tecnic eSport League: prova di forza di Adrian Montenegro

Dopo la battuta d’arresto subita al KymiRing, Adrian Montenegro risponde di forza ai suoi diretti rivali, vincendo due gare in solitaria in “casa” KTM.

30 ottobre 2020 - 19:00

La quinta tappa della SGM Tecnic eSport League fa virtualmente tappa in Austria, sul circuito del Red Bull Ring. Dopo le due caotiche gare finlandesi, in Stiria Adrian Montenegro suona un assolo. Ma non c’è tempo per rilassarsi: martedì 27 ottobre c’è il sesto atto sul circuito inglese di Silverstone! Ma riassumiamo intanto cos’è successo in quest’ultimo evento.

Ritorno alla vittoria

Qualifiche di Gara1 tiratissime, con la prima fila racchiusa in poco più di un decimo. A spuntarla è la KTM di Adrian Montenegro, seguito da Julio Herraez e Piero Ricciuti. Apre la seconda fila Davide Gallina, leggermente più staccato.

Allo spegnersi dei semafori Montenegro scappa via fin dalle prime curve, mentre alle sue spalle Gallina e Ricciuti innescano un duello per il secondo posto. L’eRider di casa Pramac Racing però compromette la sua gara con una scivolata alla curva 3, nel corso del quinto giro. Nel frattempo Herraez si è portato al secondo posto dopo una caotica partenza.

Ma è una vittoria di autorità per Montenegro, che domina dalla prima all’ultima curva, risollevando le sorti della classifica dopo due gare da incubo al KymiRing. Solido secondo posto per Ricciuti, che controlla il distacco da Herraez in terza posizione. Rimonta fino alla quarta posizione Gallina, che scavalca Riccardo Cocco all’ultimo giro.

Montenegro fa due su due

Seconda qualifica della serata ed è ancora Montenegro a scattare dalla prima posizione, marcato ancora stretto da Herraez e Ricciuti in quest’ordine. Apre la seconda fila l’eRider spagnolo Marin (EleGhosT555), quinta posizione per Gallina.

Fantastico duello al via fra i piloti che occupavano la prima fila, con continui sorpassi e controsorpassi belli e puliti. Esce dalla lotta l’eRider di KTM Red Bull, che prende di autorità la prima posizione staccando gli altri due. Al sesto giro, nel tentativo di riagganciarsi a Montenegro, Ricciuti scivola e compromette la sua gara. Ne approfittano Herraez e Davide Gallina, per salire rispettivamente al secondo e terzo posto. Soltanto due giri più tardi però scivola anche l’eRider di Petronas SRT, lasciando l’italiano di Pramac Racing al secondo posto in solitaria.

Vince ancora Montenegro seguito da Gallina, terzo posto in volata fra Ricciuti ed Herraez, che non riesce a sopravanzare l’eRider LCR Honda.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

ParkinGo, Giuliano Rovelli

ParkinGO in campo contro il Coronavirus, tamponi rapidi negli aeroporti

eMotoGP, eSports

MotoGP eSport: Adrian Montenegro mette la firma sul 3° round

eSport, eMotoGP

SGM Tecnic eSport League: doppia vittoria di Herraez, campionato riaperto