Rock'n Road

Rock’n’Road, moto e musica fra le montagne di Madesimo

Rock'n'Road è stata la colonna sonora di un viaggio in moto fra le Alpi Lombarde. Realizzata ogni sera al bivacco, con uno studio di registrazione da campo

26 settembre 2020 - 8:00

C’è chi ha sognato  di costruire un teatro dell’Opera in mezzo alla foresta dell’Amazzonia, come raccontato da Werner Herzog nell’affascinante  film “Fitzcarraldo”, presentato a Cannes nel 1982. Quella storia, ispirata dalla follia di un uomo d’affari realmente vissuto a fine ‘800, finì in un clamoroso fallimento. Tanti anni dopo, sulle alpi di Madesimo, paesino della provincia di Sondrio, un gruppo di avventurosi ragazzi è salito in moto per scrivere la colonna sonora della loro avventura. Direttamente lì, in mezzo alla natura, con le chitarre elettriche e lo studio di registrazione allestiti ogni sera al bivacco. Dal silenzio della natura selvaggia e incontaminata, alle vibrazioni della musica elettronica. Un mix terribilmente affascinante, che avete modo di vivere gustando il video qui sopra. Spingendo il volume al massimo, usando magari cuffie di qualità per apprezzare  il risultato.

Rock to Flip

L’idea di trascinare un manipolo di escursionisti in moto a suonare fra le alpi è venuta a Giulio Maceroni, musicista italiano che ha già ampiamente sperimentato il connubio fra musica e moto. Giulio è infatti l’ideate di “Rock to Flip”, un’idea geniale e terribilmente emozionante, sviluppata insieme ad Alessandro Martire.  Lui, con la chitarra elettrica in mezzo al palco. Intorno, anzi…sopra, moto freestyle che saltano  accompagnate da una coreografia di fuochi e fiamme. Uno spettacolo creato in Italia esportato in seguito con un tour di grande successo in California.

Moto e musica

Stavolta il maestro Giulio Maceroni ha accompagnato fra paesaggi incontaminatati e  percorsi mozzafiato persone che condividono le sue grandi passioni: la moto e la musica. Il mix fra bellezze naturali e gusto d’avventura ha prodotto un adrenalinico mix  che ogni sera  è diventato colonna musicale. Protagonisti persone di età diverse (16-40 anni) e differenti esperienze musicali. Durante il giorno sono andati in giro con BMW della gamma GS, accumulando esperienze che la sera, sotto la direzione artistica di Giulio Maceroni, sono diventati musica. “Ho  strutturato una registrazione e quindi una sovrapposizione armonica all’interno del brano, così da rendere ancora più unito ed unico il prodotto” spiega Maceroni. “Il grande successo di questo primo progetto e l’appoggio della comunità di Madesimo ci permetteranno di ripetere il viaggio in pieno inverno, fra la neve. Con le motoslitte e studio di registrazione montato ogni sera nelle baite”.

I partners

Rock’n’Road ha preso vita grazie al supporto di BMW Motorrad e della concessionaria Bike House di Como. Ma importante è stato il contributo di Yamaha Guitar e Zoom, che hanno fornito gli strumenti musicali e le attrezzature per l’allestimento dello studio di registrazione da campo. Giulio Maceroni, oltre che sull’appoggio del Comune di Madesimo, ha potuto contare su uno staff internazionale di collaborati molto qualificatoo. Un apporto particolare è venuto da Rosco Felcher, direttore di produzione e logistica moto, mentre Mirko Ruggirello ha diretto la produzione video.

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

eSport, eMotoGP

SGM Tecnic eSport League: doppia vittoria di Herraez, campionato riaperto

festival sport agostini

Agostini, Cadalora e Lucchinelli, ‘500 battiti al minuto’ al Festival dello Sport

motogp esport

MotoGP eSport: i fratelli Montenegro si dividono le gare del secondo round