ParkinGo, Giuliano Rovelli

ParkinGO in campo contro il Coronavirus, tamponi rapidi negli aeroporti

Giuliano Rovelli, ex pilota e team manager iridato con Chaz Davies, riconverte la sua attività al servizio di tutti in questo momento duro. "Non ci diamo per vinti"

10 novembre 2020 - 12:00

di Stefano Bergonzini

Parte presso gli l’hub mobilità ParkinGO degli aeroporti di Linate (MI) e Bergamo un nuovo servizio di grande utilità per tutti i cittadini che necessitino di un tampone dall’esito certo e in tempi rapidi. L’idea nasce dalla collaborazione tra ParkinGO il principale network europeo di parcheggi aeroportuali che tutti gli appassionati di moto conoscono, per aver portato col proprio team Chaz Davies al titolo mondiale della Supersport nel 2011 e Manuel Gonzalez alla palma iridata della 300cc l’anno scorso, e The Prevention Suite azienda leader nei test checkup e nella profilazione sanitaria.

Nei maggiori aeroporti italiani

Il tampone rapido, effettuato in modalità drive-in presso i parcheggi aeroportuali ParkinGO, previa prenotazione via web della fascia oraria per ridurre le attese, permette di ottenere risultati in 15 minuti e viene effettuato direttamente nella propria auto, in totale sicurezza, in aree ampie e senza pericolo di assembramenti. Il tampone antigenico è lo stesso utilizzato per le attività di screening dal ministero della Salute e negli aeroporti. Ha il vantaggio di dare un responso rapido mantenendo alta l’affidabilità. Il servizio ha preso positivamente il via sabato scorso presso l’hub mobilità ParkinGO di Milano Malpensa, da domani si attivano le strutture di Bergamo e Linate e a partire da domenica 15 novembre i ParkinGO di Venezia, Torino, Verona, Treviso, Firenze, Pisa, Bologna, Ciampino, Olbia, Cagliari. Il costo è di 55 euro e può essere acquistato solo online sul sito web www.parkingo.com . I risultati del test vengono inviati alla mail personale del cliente in soli 15 minuti, garantendo così la massima privacy.

Giuliano Rovelli, dalle moto ai parcheggi

Si tratta di un servizio di grande utilità ideato da Giuliano Rovelli, che dopo essere giunto 3° nel Campionato Italiano SportProduction 1992 con la Cagiva Mito, aver corso con le Fiamme Oro in Supersport600, nel 1995 dopo il ritiro delle competizioni ha fondato a Milano Malpensa il primo hub ParkinGO. Una realtà che è divenuta il primo network di parcheggi dedicati a tutti i viaggiatori e che oggi conta una novantina di strutture in tutta Europa. Il team ParkinGO invece è nato nel 2007, quando Rovelli riportò alle corse il marchio Triumph nel CIV Supersport con Ivan Clementi. L’anno dopo ParkinGO Triumph debuttò nel mondiale delle 600 derivate con l’americano Jason di Salvo e l’australiano Garry Mc Coy. Quest’ultimo un pilota blasonato, proveniente dal motomondiale 500cc che regalò al team e alla marca di Hinckley, che mancava dalle corse da 40 anni, ben 3 podi.

ParkinGo mondiale con Chaz Davies

Poi arrivò titolo iridato del 2011 con Chaz Davies e la Yamaha e il debutto in Superbike con lo stesso Chaz Davies su Aprilia nel 2012 (stagione chiusa come miglior esordiente stagionale e primo pilota privato a portare alla vittoria la RSV4 Factory). Il ritorno in Supersport avvenne l’anno dopo con MV Agusta e i piloti Roberto Rolfo e Christian Iddon. Da ultimi i successi ParkinGO Kawasaki in Supersport 300. Prima con Mika Perez, giunto secondo nel 2018, poi con Manuel Gonzalez, iridato nel 2019 e miglior debuttante proveniente dalla 300cc nel mondiale Supersport 600 appena concluso.

“Non ci daremo per vinti”

Il traffico aeroportuale si è praticamente azzerato – spiega Rovelli-  si soffre ma non ci diamo per vinti come mai in questi 25 anni. I nostri hub di mobilità si trasformano e si mettono a disposizione per l’erogazione dei tamponi rapidi in drive-in. Grazie agli accordi con Immunocar e The Prevention Suite, presso le nostre strutture siamo in grado di effettuare tamponi rapidi con esito in 15 minuti. Si prenota con pochi clic scegliendo una fascia oraria per evitare assembramenti e code di ore come visto in questi giorni sui giornali. Anche come motociclisti e appassionati questo è il nostro contributo per cercare di tornare alla normalità il prima possibile. Il servizio è stato pensato in primis per i clienti e per le aziende convenzionate con ParkinGO, ma poi vista la situazione di emergenza abbiamo pensato di estenderlo a tutti i cittadini”.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Superbike Yamaha YZF-R1

Superbike retrospective, Yamaha YZF-R1: L’anno d’oro di Ben Spies

Superbike Rea

Superbike, Jonathan Rea continua a fare paura: “Chiaro il potenziale”

Superbike Aragon

Superbike, che sfortuna! CANCELLATO il day 2 di test ad Aragon