Moto dei Miti: Carlos Checa e altri campioni aprono le porte del museo

A Civita Castellana campioni di ieri e oggi all'inaugurazione della versione 2.0 della collezione di Genesio Bevilacqua

20 novembre 2017 - 8:17

L’ex iridato Carlos Checa ha aperto ufficialmente le porte di Moto dei Miti, la versione rinnovata del museo di Genesio Bevilacqua, patron di Althea Racing. La collezione si trova a Civita Castellana, nel viterbese.

INTRODUZIONE – Nel suo discorso introduttivo, Genesio Bevilacqua ha ricordato le origini di questo progetto. “Il primo step è stato la creazione di uno spazio dedicato alla memoria del mio grande amico Paolo Pileri. Subito dopo è iniziata l’avventura con Carlos Checa, che ci ha portato al titolo mondiale, e ho voluto conservare anche i suoi ricordi. Da lì si è sviluppata l’idea di Moto dei Miti. Ho inoltre dato a tutti gli appassionati la possibilità di visitare questa struttura  grazie al sito www.motodeimiti.com, dove è possibile fare un tour virtuale della collezione, con foto dettagliatissime di tutte le moto.”

CAMPIONE – Bevilacqua ha poi chiamato sul palco il “suo” campione, Carlos Checa, per una premiazione speciale. “Questa grande accoglienza mi emoziona – ha dichiarato lo spagnolo – Ho conosciuto il team Althea Racing in un momento difficile della mia carriera, ma qui sono riuscito a trovare subito il feeling giusto e tutti insieme abbiamo costruito qualcosa di indimenticabile. Qui a Moto dei Miti non si pesa solo il numero dei titoli vinti, ma anche la passione più profonda e genuina per il motociclismo. Per me un mito è chi vive lo sport con amore sincero, come faccio io, a prescindere dai risultati.”

OSPITI – Dopo Checa, sono stati premiati anche gli altri grandi ospiti dell’evento: innanzitutto Roberto Gallina, Marco Lucchinelli e Virginio Ferrari. Un trio fantastico, unito dai grandi successi con il team Suzuki Gallina, che ha regalato  un piccolo show pieno di battute e ricordi di puro vintage. E poi spazio anche agli ex campioni europei Alberto Rota e Fabio Biliotti e altri piloti meno conosciuti al grande pubblico, ma ugualmente capaci di conquistare la stima di Bevilacqua: Giuliano Zera, Giancarlo Rossi, Duilio Damiani e Simone Bustreo di BMP Tappi. La cerimonia si è conclusa con il conferimento della cittadinanza onoraria di Civita Castellana a Carlos Checa e Raffaele De Rosa per mano del sindaco, Gianluca Angelelli, e dell’assessore allo sport, Antonio Zezza.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Dunlop

Motocross: Dunlop lancia il nuovo Geomax MX53

Toprak, Emergency

Superbike: Rush finale per l’asta di EMERGENCY

MES Motoestate 2019

Motoestate, finale col botto: i nomi dei campioni 2019