Tifosi al Mugello

GP Mugello e Misano: info utili su costi, dove dormire e come arrivare

Informazioni utili per assistere ai GP del Mugello e di Misano: biglietti, costi, come arrivare, dove alloggiare, parcheggi e trasporti.

30 maggio 2019 - 7:00

Domani 31 maggio, prenderanno ufficialmente il via le prove libere per il sesto atto della MotoGP. La pista, sarà una delle più difficili e spettacolari: il Mugello. Rossi & co. se la dovranno vedere come al solito con Márquez, per una bagarre che si preannuncia già ricca di colpi di scena. Ma quella del Mugello non è l’unica gara di MotoGP che si svolge sul nostro territorio, per questo Cuponation ha voluto verificare quali sono i costi del circuito toscano e di Misano Adriatico, che i fan devono sostenere per un weekend di moto.

Dai biglietti all’alloggio

Partiamo dai costi dei biglietti. Per acquistarli si hanno 2 opzioni: prenderli dal sito ufficiale della MotoGP o del circuito. Il consiglio è di optare per quest’ultimo poiché sono in vendita ad un prezzo più basso. Rispetto alle altre gare previste dal Mondiale, sia quella del Mugello che quella di Misano, hanno costi più alti: per assistere alla 3 giorni al Mugello, i biglietti partono dai 106€, mentre per San Marino da 115€. Questi sono la prima cosa da acquistare poiché i posti più economici vanno sold out in poco tempo.

Il secondo step prevede la prenotazione dell’alloggio. Per ciò che riguarda il circuito toscano, per quanto alcuni decidano di passare la notte in macchina nel parcheggio adiacente, molti optano per trovare una sistemazione nei camping vicini. I prezzi partono da 20€ a notte e distano solitamente dai 2 ai 5 km dal circuito, quindi ci si arriva anche a piedi. Si può oltremodo optare per b&b e hotel a prezzi però non così economici. Online si trovano anche “pacchetti vacanze” che per cifre intorno ai 480€, comprendono biglietti + sistemazione + altre agevolazioni per tutti e 3 i giorni di gare.

Stesso discorso per Misano. Oltre alle sistemazioni nei campeggi, in questo caso le opzioni sono maggiori, essendo vicino a località di vacanze come Rimini, Gabicce Mare e Cattolica. ​ Se si sceglie una di queste, si potrebbero trovare hotel da 34€ a notte che risultano più economici rispetto a quelli nei pressi dell’autodromo.

Trasporti e parcheggio

Altro punto cruciale è come arrivare ai circuiti. Se si predilige un viaggio in macchina, il parcheggio dell’autodromo di Misano è consentito solo a mezzi dotati di pass. I costi vanno dai 12€ per le moto, ai 15€ per le macchine, fino a 32€ per i camper. Altrimenti potete scegliere di parcheggiare in paesi limitrofi come Luco o Scarperia, dove la maggior parte sono gratuiti, e raggiungere la pista a piedi. A Scarperia è presente anche un parcheggio più grande e custodito a pagamento.

Se arrivate da città più lontane, con l’aereo si atterra a Firenze e da lì ci si sposta alla Stazione di Santa Maria Novella per prendere un treno per Scarperia o San Piero a Sieve. Queste sono le stazioni di riferimento anche per chi sceglie di fare tutto il tragitto in treno. Il giorno della gara sono disponibili delle navette gratuite che da qui porteranno direttamente all’autodromo.

Anche nei pressi del circuito di Misano ci sono diversi parcheggi gratuiti custoditi h24 per tutta la durata dei 3 giorni. Se si alloggia a Riccione, Misano o Cattolica, è presente un servizio di shuttle gratuiti che da determinati punti di queste città, permette di raggiungere comodamente la pista. Se arrivate in aereo, l’aeroporto Marconi è collegato tramite il servizio di navette Shuttle Rimini Bologna, che garantisce 10 corse al giorno fino al circuito e viceversa.  Insomma, con pochi accorgimenti e muovendosi con un po’ di anticipo, è possibile godersi i 3 giorni dal vivo senza spendere una fortuna. Ma se per la gara del Mugello ormai si può fare ben poco, per quella di Misano si ha tempo fino al 15 settembre.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Casey Stoner ex rivale di Valentino Rossi

Casey Stoner: “Rossi non è troppo vecchio, può puntare alla vittoria”

MotoGP, Johann Zarco

MotoGP, Johann Zarco: “Ho firmato con Ducati, non con Avintia”

MotoGP, Massimo Rivola

MotoGP, Rivola: “Iannone ed Espargaró? Normale parlino con altri team”