brembo motogp 2019

Dalla MotoGP alla Superbike, titoli 2019 nel segno di Brembo

Stagione da incorniciare per Brembo, che vanta titoli in un gran numero di competizioni a due ruote. Ottimale anche l'esordio nel nuovo campionato MotoE.

9 dicembre 2019 - 14:25

Grandi successi anche in questo 2019 per Brembo. L’azienda bergamasca, leader nelle applicazioni di impianti frenanti e sistemi ad elevate prestazioni, si conferma a livello tecnologico nelle competizioni motoristiche. Tanti i titoli conquistati quest’anno da moto dotate di freni Brembo. Non parliamo solo delle tre categorie del Motomondiale, ma anche delle derivate di serie e di molti altri campionati. Senza dimenticare l’ottimo esordio nella nuova Coppa del Mondo elettrica.

Partiamo dal Campionato del Mondo. In questa stagione l’azienda ha toccato quota ben 500 vittorie nella categoria regina, suddivise tra la scomparsa 500cc e l’attuale MotoGP. Per la quarta stagione consecutiva Brembo ha fornito tutti i team di propri componenti. Ciò significa che i 28 piloti visti in azione quest’anno si sono tutti affidati all’azienda bergamasca. Dal 2002, anno in cui è nata la MotoGP, i 315 GP disputati sono stati vinti da moto dotate di questi freni, ma la serie vincente inizia nel 1995. Guardando poi dal 1978 al 2001, gli anni della categoria 500cc, contiamo 185 GP vinti da moto fornite di freni Brembo. Come detto, parliamo di 500 vittorie in 40 anni nella categoria regina del Motomondiale: ciò ha portato a 31 titoli piloti e 32 campionati costruttori. Anche nelle corone iridate Moto2 e Moto3 c’è lo zampino di Brembo, così come nel Mondiale Superbike.

In WSBK in particolare, in cui è presente dal 1988, ha conquistato 28 titoli piloti e 32 campionati costruttori. Quest’anno poi abbiamo assistito anche all’esordio della nuova FIM Enel MotoE World Cup, con l’azienda bergamasca parte integrante del progetto. Le 18 Energica Ego Corsa infatti hanno un intero impianto frenante prodotto da Brembo, oltre alle ruote forgiate Marchesini, brand del gruppo. Quest’ultimo è presente anche in MotoGP, equipaggiando ben 7 team su 11. Ai titoli già citati conquistati in questo 2019 aggiungiamo anche quelli in Supercross ed MX2. L’azienda ha lavorato in stretta collaborazione con le principali case mondiali, investendo molto in ricerca e sviluppo. Un obiettivo sempre da confermare, ovvero offrire alte prestazioni, affidabilità e sicurezza nei massimi campionati delle due ruote.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Alvaro Bautista, Superbike

Superbike: Alvaro Bautista “A spingermi in Honda è stato Marc Marquez”

Superbike, Leon Haslam

Superbike Test Jerez: Intanto la Honda ruggisce sul bagnato

Mattia Casadei MotoE 2019

ESCLUSIVA Mattia Casadei: “Servirebbero più turni nei weekend MotoE”