Troy Bayliss dovrà correre altri dieci anni

24 febbraio 2015 - 3:10

Il pilota più amato  è tornato a correre con la Ducati dopo sette anni di stop conquistando tre punti Mondiali alla bella età di 45 anni, 10 mesi e 8 giorni. Ma non è un primato di longevità, Troy Bayliss dovrà correre altri dieci anni per battere lo straordinario Frantisek Mrazek, pilota cecoslovacco che conquistò cinque punti (13° e 14° posto) nel GP del Canada 1991 alla veneranda età di 55 anni e 25 giorni. Crazy Frank è una bella storia da raccontare.

RIFUGIATO POLITICO – Frantisek Mrazek nasce l’otto maggio 1936 mentre la Cecoslovacchia sta per cadere sotto il dominio nazista. Passata la guerra arrivano i russi e il piccolo Frantisek comincia a bazzicare le botteghe dei meccanici, ad appassionarsi alle moto. Vorrebbe correre, ma non ha i soldi. La svolta è l’incontro con Jana, che diventerà sua moglie e negli anni cinquanta è una gloria sportiva del regime comunista. Ha già vinto cinque titoli nazionali nel pattinaggio, può puntare in alto anche alle Olimpiadi. Ma Frantisek, una testa calda, odia i papaveri della nomenclatura e convince la consorte a rinunciare ad una posizione di prestigio per scappare via lontano. Nel 1965 attraversano la cortina di ferro e ottengono il salvacondotto canadese da rifugiati politici. La famiglia Mrazek trova casa a Toronto, la culla del motorismo canadese. Lì vicino c’è il circuito di Mosport, i club organizzano gare di moto ogni domenica. La passione riesplode, Frantisek diventa finalmente un pilota.