Superbike: Honda nervi tesi e polemica via social

Il team ufficiale del più grande costruttore di moto resta con un pilota solo. Ma al team manager Genesio Bevilacqua non piace che se ne parli

13 luglio 2019 - 11:55

Honda Moriwaki Althea Racing sta disputando il round americano con un solo pilota, Ryukichi Kiyonari. La prima guida, cioè Leon Camier, è assente dal round di Imola e venerdi si è sottoposto ad un intervento chirurgico per risolvere una volta per tutte il problema ai legamenti della spalla sinistra che si trascina fra due mesi. L’ex campione del BSB tornerà a Portimao, a settembre. Anche a Donington, il week end precedente, la formazione ufficiale aveva schierato un solo pilota invece di due. Il team è dunque diventato inadempiente agli obblighi contrattuali  sottoscritti (come tutti gli altri team) con il promoter Dorna. In caso di infortunio del pilota c’è un eventuale round di bonus, per causa di forza maggiore, ma poi bisogna sostituirlo. Honda non l’ha fatto.

Non è proprio normale che la squadra del più potente costruttore del Mondo si presenti in pista ridotta così ai minimi termini. Corsedimoto ha pubblicato nella giornata di venerdi un articolo su questo tema, che non è piaciuto a Genesio Bevilacqua, team manager di Moriwaki Althea Honda Team. Sul suo profilo personale Facebook ha postato questo commento: “Codesta” notizia, oltre a non destare nessun interesse al pubblico mediamente intelligente è FALSA come una banconota da 1000 euro. Se vi va condividete..”

Immaginate il finimondo se Alberto Puig, che occupa la stessa posizione in MotoGP, usasse il suo profilo social per regolare i conti coi giornalisti. Ma la Superbike per molti aspetti è un ambiente a parte. Quello che in altri contesti sarebbe inconcepibile, qui succede. I modi fanno scalpore, ma il  merito anche di più. Di falso, in questa storia, c’è solo la smentita. Corsedimoto, prima di pubblicare l’articolo, ha parlato della questione con un’autorevolissima fonte di Dorna. Che, per iscritto, ha confermato l’inadempienza contrattuale di Moriwaki Althea Honda Team.

Genesio Bevilacqua è un manager d’esperienza, ha vinto anche un Mondiale nel 2011 con Carlos Checa.  Ma ancora non ha capito un concetto base: è assai difficile che giornalisti d’esperienza  scrivano cose di questo rilievo senza disporre di fonti di prima mano. Non ha capito neanche che le testate autorevoli, quando ritengono che una notizia abbia rilievo, la pubblicano. Anche se a lui non piace.

Corsedimoto ha quindi evidenza scritta del disappunto di Dorna nei confronti di Moriwaki Althea Honda Team. E, poco dopo l’uscita del post di Genesio Bevilacqua, ha spedito la stessa prova (ripetiamo: scritta)  all’ufficio stampa internazionale di Honda HRC. Quindi nessun falso. E adesso Bevilacqua lo sa. Riguardo la “notiziabilità” del fatto, decidono i lettori. Come sempre.

 

1 commento

Katana05
13:19, 13 luglio 2019

Grazie dell’impegno, al sottoscritto la verità fa ancora piacere saperla.

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Alvaro Bautista: Il problema è l’usura da allenamento?

Sandro Cortese, ma come hai fatto a correre conciato così?

Leon Camier “Nel 2020 voglio una moto al top”