Superbike, Toprak

Superbike, A Portimao non sarà disponibile la gomma preferita da Toprak

Per motivi di sicurezza Pirelli permetterà l'utilizzo della A0577 solo nella gara sprint: è la gomma che ha fatto volare il pilota Yamaha. Jonathan Rea adesso spera

28 settembre 2021 - 17:21

“Penso che la gomma morbida andrà in vacanza fino all’anno prossimo”. A cosa allude Jonathan Rea nella presentazione della prossima sfida Superbike a Portimao? Ecco la spiegazione: la Pirelli permetterà l’utilizzo della gomma A0577 soltanto nella gara sprint, di soli dieci giri con 12 punti in palio. Nelle due corse lunghe questa soluzione non sarà disponibile. Si tratta della copertura che da metà stagione in qua ha messo le ali alle Yamaha e a quella di Toprak Razgatlioglu in particolare. Allo stesso tempo, la A0577 è stata la spina nel fianco della Kawasaki.

Qual è il problema della Ninja?

Jonathan Rea non vince una gara lunga da Assen, cioè da fine luglio. Nelle cinque tappe successive (15 gare) si è imposto solo due volte nella corsa sprint. Gli appassionati si chiedono perchè la Kawasaki 2021, che avrebbe dovuto migliore le prestazioni della precedente versione, non vince più. I 500 giri motore tagliati a tre giorni dall’inizio del Mondiale, rispetto al limite dei 15.100 che la Ninja avrebbe potuto adottare in base al parallelo con la versione stradale, c’entrano, ovvio. Ma la maturazione di Toprak e i progressi tecnici compiuti dalla Yamaha hanno alzato il livello della sfida a punto tale che adesso vincere o perdere è questione di dettagli: assetti ed elettronica permettono di utilizzare la gomma più soffice senza bruciarla dopo pochi giri o compromettere l’equilibro del veicolo.

Avantreno in crisi

Ad inizio stagione Toprak non andava così forte, poi Yamaha – che può contare su alcuni dei tecnici più bravi ed esperti del paddock – ha trovato il modo di sfruttare al massimo il potenziale della A0577. La Kawasaki è stata presa in contropiede: se Rea monta la SC0 (soffice di gamma) gli mancano 2-3 decimi, se parte con stessa gomma di Toprak il grip posteriore è così alto da mettere in crisi l’ingresso in curva. Se ricordate la scivolata in curva 1 a Most capite al volo di cosa stiamo parlando.

Motivi di sicurezza

In origine la A0577 è stata progettata per la gara sprint, cioè per dieci giri. Nel 2020 i più assidui a sceglierla erano Michael Rinaldi e Alvaro Bautista. In qualche occasione erano andati forte, specie il ducatista, in altre hanno pagato alla distanza. Ma in questa stagione Yamaha ha capito come usarla  al meglio su ogni tipo di tracciato. La condizione è che l’asfalto sia oltre una certa soglia di temperatura, e il talento di Toprak sta facendo il resto. Adesso con la R1  fa quello che vuole, il  controllo della gara è totale. In alcune circostanze, come Misano, però è arrivato sulle tele. Portimao, dopo Phillip Island che quest’anno non è in calendario, è il tracciato più probante per le coperture, che qui raggiungono temperature d’esercizio elevatissime. Per questo la Pirelli l’ha esclusa dall’allocazione per le due gare lunghe. La lista nota è solo quella del Portogallo, ma Jonathan Rea evidentemente sa già che la stessa scelta verrà operata anche in Argentina e Indonesia.

Il mondiale si riapre?

Sicuramente è un vantaggio per il campione in carica sapere che Toprak non potrà contare sulla gomma preferita. Portimao, per altro, è il giardino di casa Jonathan Rea: qui ha vinto 12 volte, con 20 piazzamenti sul podio in totale. Lo scorso anno (si correva in agosto) fece tris. Ripetendo questo risultato potrebbe annullare i 20 punti di svantaggio da Toprak, anche nell’ipotesi che il turco riesca a limitare i danni. Incide anche il fattore Ducati. Scott Redding è a -74 punti, praticamente tagliato fuori. Senza più niente da perdere, potrebbe far pendere la bilancia da una parte o l’altra. Neanche la Ducati, dalla parte britannica del box, si è trovata bene con la SCX. La scelta Pirelli quindi fa anche il gioco di “Scottone”. Questo è il quadro che Rea si immagina. Ma se Toprak si adattasse anche alla gomma più dura?

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” In vendita anche su Amazon Libri

1 commento

Ringhietto
9:01, 29 settembre 2021

Aspetto sabato con vera trepidazione, questo mondiale mi ricorda i tempi migliori e le sfide infuocate Edward/Bayliss

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Toprak, Superbike

Superbike: La grande vittoria di Toprak con un finale triste

Ducati, Superbike

Ducati, è un sabato da impazzire: doppietta MotoGP e tripletta Superbike

Superbike

Superbike: E’ tutto in gioco, anche il calendario: dove sarà il gran finale?