10 commenti

valterpan_604
16:00, 23 agosto 2020

La faziosità di certi commenti è inaudita. Zarco non ha fatto apposta quella manovra quindi hanno sbagliato Rossi e Morbidelli con quelle dichiarazioni a caldo che hanno poi aggiustato a mente fredda. Detto ciò non significa che il francese non abbia sbagliato quindi tutta questa polemica antirossi è del tutto fuori luogo. Zarco ha sbagliato e per questo deve pagare. Ha frenato in faccia al Morbido a 300 km all’ora, non ci sono giustificazioni! Questo è un fatto inequivocabile, non averlo fatto intenzionalmente non ti solleva da responsabilità oggettive. Farlo passare come incidente di gara è ridicolo come le polemiche del francese. Come sono ridicole le prese di posizione in suo favore che denotano solo una profonda faziosità!!

terminuses_14498217
7:49, 23 agosto 2020

Concordo pienamente. Finalmente un giudizio Non allineato a Dorna, Rossi, Sky, Academy 46 ecc.
Spero che Dall’Igna porti Zarco nel team ufficiale Ducati.

Nikt
0:14, 23 agosto 2020

Ormai è da anni che si vede questo schifo ed oggi le gomme e Le regole permettono di decidere chi vince.Serviva il caso Zarco?E Iannone?E il mondiale 2015?E tutte le porcate che hanno fatto passare a Márquez (Su Rossi,su Lorenzo ad Aragón 2018, su Crutchlow a Phillip Island 2019 e molte altre).E guarda caso prendono provvedimenti solo quando qualcuno (possibilmente fra i più famosi) rischia di farsi male.
Ormai è un baraccone deciso a tavolino da Dorna e Michelin con complicità della FIM, basti vedere come stanno gestendo il caso Iannone

stingray64feve_14624459
20:45, 22 agosto 2020

Sport che incontra la politica uguale soldi… necessari per correre per carità, per questo che in teoria dovrebbe esserci la FIM…
Quindi meglio mettere i piloti al centro del tifone che il circuito con sanzioni assurde, esattamente come le barriere “cerotto” messe per fermare le moto, che però purtroppo fermano anche i piloti…
Che nella corse ci sia una importante equazione di pericolosità va senza dirlo, ma le moto non sono quelle di una volta e i circuiti non possono essere quelli di una volta…
per me meno cinema e più azione, alla fine a chi interessano le hospitality millionaire “sponsorizzate” da DORNA? A me sicuro no, preferirei di molto degli investimenti sulla sicurezza.

marcogurrier_911
19:41, 22 agosto 2020

Bravi, come al solito.
Zarco e una super, super manetta, le persone hanno tanta mmwmoria corta, di ciò che combinava in Yamaha clienti dando fastidio a tutti, nessuno escluso

trediciport_13696908
18:57, 22 agosto 2020

Bell’articolo, onesto!

lorenzoursan_14190819
18:25, 22 agosto 2020

La attuale gestione della MotoGP è un perfetto esempio di come sarà ridotto tra poco il mondo in cui tutti viviamo. Grandi soggetti privati a cui sono stati attribuiti pieni poteri che si fanno beffe di organi istituzionali, delle regole dettate dalle leggi scritte, e perfino del semplice buonsenso e della logica, in nome del profitto e del raggiungimento e consolidamento di posizioni di potere e controllo su tutto e tutti. A livello occulto è già così e tra non molto tutto ciò sarà palese e palesemente incontrollato ed irrefrenabile. Pesi e misure differenti e ‘ad personam’ per tutti. L’ingiustizia sarà la nuova giustizia. Auguri.

silver100silve_14971012
17:47, 22 agosto 2020

Finalmente un articolo obiettivo riguardo a questa vicenda. Zarco, a mio parere, è un gran pilota e lo ha dimostrato correndo su altissimi livelli in una giostra continua di moto e team

fabu
17:44, 22 agosto 2020

Zarco che partirà con il dente avvelenato e si avventerà sul gregge con la fame del lupo ferito sarà detonatore di altre situazioni di grande rischio. Un Marquez che fa un errore e poi si lancia a vena chiusa è un eroe, un marziano, il fenomeno che fa un altro sport nella sua entusiasmante “remuntada”. Come si deve quindi comportare un pilota?

    trediciport_13696908
    18:59, 22 agosto 2020

    Un pilota tenterà sempre di rimontare, non mi sembra che nell’articolo si critichi questo ma, una sanzione ingiusta che aggraverà la situazione in pista per un ovvio tentativo di rimonta.