MotoGP, Valentino Rossi a Jerez

Valentino Rossi SOS: “Non possiamo risolvere il problema gomme”

Valentino Rossi inizia la stagione MotoGP 2020 con zero punti e un problema gomme difficile da risolvere. E su Marquez: "Occasione per Yamaha e Dovizioso".

20 luglio 2020 - 8:28

A sette giri dal traguardo della prima gara MotoGP 2020 si accende una luce rossa sul cruscotto di Valentino Rossi. Il pilota della YZR-M1 deve accostarsi ai margini del circuito di Jerez senza cadere. “Ho avuto un problema con la moto. Si è accesa una luce rossa e l’ho spenta. Era un problema tecnico“. Il week-end non è mai decollato per il pesarese, alle prese con le solite difficoltà di grip al posteriore. Un problema che rischia di trascinarsi per tutta la stagione o il finale di carriera. Perché sul setting ci stanno lavorando da tempo. Non sarà solo un problema di stile di guida, ma la sua altezza oltre la media sembra impedire un buon feeling con le Michelin. “Non possiamo far funzionare correttamente le gomme. Abbiamo molti problemi“.

Problema gomme irreversibile

Valentino Rossi vede i suoi colleghi Yamaha andare spediti verso le posizioni alte di classifica. L’unico ad avere uno stile di guida più o meno simile è Franco Morbidelli. Ma alla fine pare abbia trovato una soluzione che lo ha proiettato fino al 5° posto, ad un solo secondo dal podio. Il veterano non è mai andato oltre l’ottava piazza, ha lottato a fatica per la top-10. Fra pochi giorni avrà l’occasione di riprovarci sullo stesso tracciato, migliorare è un obbligo. A penalizzarlo, in parte, la scelta di una soft all’anteriore. “Al posteriore tutti hanno guidato con la gomma morbida. Se tutti lo fanno e inizi con una media o dura, hai un grosso svantaggio“. A destare allarme non era però l’anteriore, bensì il posteriore, che ha dato grattacapi sin dal venerdì. Ne è scaturito un botta e risposta diplomatico fra Valentino Rossi e Piero Taramasso. Il problema resta, ed è personale. “Questi problemi si sono verificati molte volte durante i fine settimana e durante le gare. In questo momento, non siamo in grado di risolverli“.

L’incidente di Marquez

A tenere banco nella domenica di Jerez è l’incidente di Marc Marquez. Durante la spettacolare ‘remuntada’ Valentino Rossi l’ha lasciato passare con molta eleganza, non era certo scontato. “Ero molto lento, mi ha superato facilmente”. Ma la forsennata corsa del Cabroncito si è interrotta bruscamente mentre stava per mordere gli scarichi di Maverick Vinales in seconda piazza. “È stato un brutto incidente per Marquez, in un brutto punto. Gli auguro ogni bene“, ha commentato il Dottore. La sua corsa al titolo può già considerarsi conclusa. “Dobbiamo capire cosa è successo e quanto tempo ha bisogno per recuperare, perché il campionato è breve e le gare sono di fila. La vedo dura per lui. Può essere una buona occasione [per Quartararo e Vinales]. Ma non voglio dimenticare Dovizioso, perché in ogni tracciato è un’altra storia e quest’anno abbiamo un sacco di piste che fanno bene alla Ducati“.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Jorge Lorenzo

MotoGP, incidente Ducati-KTM: Jorge Lorenzo difende Pol Espargarò

MotoGP, Alberto Puig

MotoGP, disastro Honda senza Marc Marquez. Puig: “Non siamo contenti”

portimao motogp 2020

MotoGP UFFICIALE A Portimão l’ultimo GP della stagione 2020