MotoGP, Valentino Rossi e Andrea Dovizioso

Valentino Rossi: “Sogno MotoGP delle Nazioni con Dovizioso e Morbidelli”

Valentino Rossi ribadisce la sua grande passione per il Motocross e sogna una MotoGP delle Nazioni con Andrea Dovizioso e Franco Morbidelli.

4 maggio 2020 - 15:19

Valentino Rossi ha condiviso una piacevole chat con il pilota di Motocross Gautier Paulin. La MXGP è una categoria che il Dottore segue sempre con passione: “Come gli altri piloti della MotoGP, Moto2 e Moto3 sono un grande fan del motocross. Ma non ho mai partecipato dal vivo ad una gara del Mondiale“. Chissà che al termine della sua carriera non abbia in programma anche qualche sorpresa in moto da cross oltre che sulle auto. Da spettatore, ovviamente.

PASSIONE PER LO STERRATO

Nel suo Ranch di Tavullia il Dottore si allena regolarmente sullo sterrato con risultati più che soddisfacenti. “Abbiamo tre diversi livelli, un circuito di motocross che in questo momento abbiamo modificato un po’. Poi abbiamo l’ovale come negli Stati Uniti, l’autentico Flat-Track, e poi c’è un ovale più grande, il VR46 Ranch Track, che ha 2,5 chilometri“. Ad attirare Valentino Rossi è il Motocross delle Nazioni, evento annuale che riunisce i migliori piloti della disciplina, in squadre radunate in base alla nazionalità. Al 41enne marchigiano piacerebbe qualcosa di simile per la MotoGP. “Il Motocross delle Nazioni è qualcosa di eccezionale, sono un po’ invidioso di non avere una MotoGP delle Nazioni. Penso che sarebbe una gara molto divertente e speciale. Per la squadra italiana sceglierei Franco Morbidelli e Andrea Dovizioso“.

SEMAFORO VERDE AD AGOSTO?

Nel suo colloquio con Gautier Paulin è inevitabile parlare di ripresa del Motomondiale. “Tutti vogliono iniziare a correre, dalla Formula 1 alla MotoGP e al Motocross“, ha aggiunto il nove volte iridato. “Penso che se non sorgeranno più problemi, a luglio o agosto la MotoGP sarà in grado di iniziare. Sarà un campionato più breve, con meno gare e meno persone, meno meccanici. E purtroppo sarà a porte chiuse, senza fan, ma penso che possiamo fare 8-10 gare, sarebbe positivo per tutti, perché se non corriamo affatto è una brutta cosa“. Nell’attesa si diverte con i suoi simulatori a due e quattro ruote o con la Playstation. “C’è sempre un campionato di simulazione con i miei amici, giochiamo a Gran Turismo su PlayStation. E’ molto divertente, ci sono molti piloti dell’Accademia, c’è Franco [Morbidelli], mio ​​fratello, Pecco, Migno, Pasini, c’è Uccio… facciamo un grande campionato“.

LA VITA FAMILIARE

C’è anche il tempo per parlare di vita privata, del sogno di avere un figlio quanto prima insieme a Francesca Sofia Novello. Insieme stanno attraversando questo difficile momento di emergenza Covid nella sua villa a Tavullia. Non è la prima volta che il Dottore confessa il desiderio di diventare papà. “Per fortuna la mia ragazza è piuttosto giovane, ma ho già 41 anni, quindi penso che non ho più molto tempo. Ad essere sincero mi sento come se avessi 20 anni e non 40. Sto aspettando il momento in cui mi sentirò pronto – ha aggiunto Valentino Rossi -, ma forse non lo sarò mai [ride]. È una sensazione molto bella e tutti dovrebbero provare ad averne uno“.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Paolo Ciabatti

MotoGP, Ciabatti: “Miller pilota giusto per rilanciare Ducati”

Valentino Rossi

Valentino Rossi al bivio, Luca Marini da record al Ranch

MotoGP, Jorge Lorenzo

MotoGP, Jorge Lorenzo si consola con il ritiro della Huayra