Valentino Rossi MotoGP

Valentino Rossi, dal primo podio all’addio

Valentino Rossi, 26 anni di carriera, 9 titoli mondiali, 115 vittorie (89 in 500 e MotoGP, 14 in 250, 12 in 125) e 235 podi. Una carriera tutta da rivivere.

16 dicembre 2021 - 12:40

Dopo ben 26 stagioni di successi il 14 Novembre 2021 Valentino Rossi ha corso l’ ultima gara, con il suo storico numero 46, segnando così la fine di un’epoca. L’epoca del “Dottore”, con 421 gare disputate e ben 115 vittorie.

L’icona del motociclismo Italiano (e non solo), un campione che ha rivoluzionato il mondo del motociclismo fungendo da ispirazione e da modello per tantissimi giovani. Un pilota che ha sempre aspirato a nuovi traguardi, sin dal suo esordio nel 1996, è riuscito a dimostrare  a tutto il mondo di che pasta è fatto guadagnandosi la stima ed il rispetto non solo dal mondo del motociclismo, ma di tutto lo sport.

Una carriera iniziata all’età di 16 anni in sella di un Aprilia ed il numero 46  (lo stesso numero utilizzato dal papà Graziano), e giunta al termine in questo 2021, a Valencia,  in sella di una Yamaha sempre con lo storico numero 46. Di seguito ripercorriamo insieme tutti i traguardi di Valentino, dal Motomondiale 125 fino ad oggi.

Il Motomondiale 125

Era il 31 Marzo del 1996 quando Valentino Rossi esordì nel Motomondiale classe 15, all’età di 17 anni. Il giovane pilota riesce immediatamente a mostrare al mondo il suo talento. Infatti, a pochi mesi dal suo esordio Valentino riesce a guadagnarsi il primo podio della sua carriera, arrivando terzo. Ma non finisce qui, a poche settimane dal suo primo podio Valentino conquista il primo posto nel circuito di Brno (Repubblica Ceca). Ed è proprio lì che dopo un anno, precisamente il 31 Agosto 1997, Rossi vince il suo primo Motomondiale 125 con la sua Aprilia RS 125 R, guadagnandosi così un posto nella classe 250.

Motomondiale 250 e 500

Nel 1998 Valentino Rossi inizia a correre in categoria 250 sempre con la sua Aprilia, questa volta un’Aprilia RSV 250. Dopo un anno in categoria Vale, nel 1999 a Rio de Janeiro, riesce a guadagnarsi il suo secondo titolo di campione per poi approdare direttamente in classe 500 dove Rossi inizia a gareggiare in sella di un Honda NSR500. Ed è proprio con l’ Honda NSR500 che vince il suo terzo mondiale a Philipp Island (2001). Ed’ è proprio l’anno in cui si crea una rivalità tra lui e Max Biaggi: soltanto in questi ultimi tempi, ora che sono ex, si è smorzata.

La Moto GP

Nel 2002 la classe 500 diventa  MotoGp, ed è proprio il 21 Settembre 2021 a Rio de Janeiro  che il Dottore riesce a portare a casa il quarto mondiale consecutivo. Esattamente dopo un anno, sempre a Rio de Janeiro, Valentino vince la gara e festeggia ben 50 podi nella classe regina. Le conquiste continuano, e esattamente un mese dopo dal suo 50esimo podio che Valentino si guadagna il suo quinto mondiale. Nel 2004 Vale passa in Yamaha, e all’esordio a Welkom si aggiudica il primo posto, superando Max Biaggi. Ed è proprio in sella della Yamaha M1 a Phillip Island, che Vale vince il suo sesto mondiale, seguito dal settimo del 2005.

Per due anni Valentino Rossi soffre infortuni vari, ed un calo generale nella sua prestazione per arrivare al 2008 dove finalmente il Dottore riesce a portare a casa il suo ottavo mondiale, sempre in sella della sua Honda. Nel 2009 Rossi vince il suo nono mondiale e decide di lasciare Yamaha a causa di varie tensioni con il suo compagno di scuderia.

Nel 2010 Rossi passa in Ducati, dove Vale fatica a vincere e decide di tornare nel 2013 in Yamaha. Dal 2016 inizia la discesa in carriera per Valentino, ma non mancano i successi. Infatti, la sua scuderia VR46 inizia la sua ascesa con l’entrata in MotoGP di Morbidelli e Bagnaia.

Nel 2021 Rossi ha annunciato il suo ritiro ma la sua influenza nel mondo del motociclismo non ha ancora fine, infatti seppur non come pilota Valentino seguirà il suo gruppo VR46 e annuncia che faranno parte del gruppo suo fratello Luca e il pilota Bezzecchi. Non perderti l’opportunità di seguire i nuovi campioni nel prossimo motomondiale e di seguire i pronostici sui migliori siti di scommesse, ricevendo i migliori bonus scommesse.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Aleix Espargarò

MotoGP, Espargarò: “Ammiro Dovizioso, purtroppo Iannone è fuori”

Valentino Rossi e Andrea Dovizioso

MotoGP, Andrea Dovizioso verso l’addio… sulla scia di Valentino Rossi

razali motogp

MotoGP, Razlan Razali: “Ripartiamo con umiltà dopo il 2021”