Valentino Rossi al Red Bull Ring

Valentino Rossi: “Yamaha un passo avanti con l’elettronica”

Valentino Rossi 11° al termine del venerdì di prove libere in Austria. Su un tracciato sfavorevole per la Yamaha emergono passi avanti con l'elettronica.

9 agosto 2019 - 18:47

Al termine del venerdì al Red Bull Ring Valentino Rossi resta fuori dalla top-10 per un soffio (tempi e classifica QUI). La Yamaha M1 mostra dei passi avanti rispetto all’anno scorso, come dimostrano le prestazioni di Maverick Vinales (2°) e Fabio Quartararo (4°). Al mattino ha avuto un buon passo, ma nel pomeriggio qualcosa è cambiato. “Oggi pomeriggio nel time attack non ho guidato bene, ho avuto un po’ di traffico, ma le sensazioni sono buone. Rispetto all’anno scorso consumiamo meno le gomme, abbiamo lavorato bene con l’elettronica in accelerazione“.

Inizialmente le previsioni del tempo annunciavano pioggia, ma potrebbero dare scampo nella FP3. Viceversa il Dottore dovrà passare per le forche caudine della Q1. “A parte questo, il mio ritmo di gara è piuttosto buono, migliore dell’anno scorso. La prima sensazione qui in Austria non è poi così male. Ma la situazione è sempre simile, molti piloti veloci con tempi quasi simili. Sabato mattina avremo una sessione molto importante“. I passi avanti della Yamaha vanno riconosciuti, poi le temperature alte del pomeriggio, insieme alle caratteristiche del circuito, hanno messo in crisi il grip. “Per noi questa pista è difficile perché ha rettilinei lunghi e allo stesso tempo devi accelerare molto sul bordo del pneumatico. Quindi la gomma posteriore è estremamente sollecitata. Ecco perché negli ultimi anni abbiamo sofferto, non solo per la mancanza di velocità massima“.

Parte dell’attenzione non può non essere rivolta al 2020, dopo il test di Brno e il prossimo a Misano. Nulla di speciale hanno portato i tecnici di Iwata e la specifica di motore è ancora ad uno stato embrionale. Ma nel box si respira un’aria diversa. “Prima del 2018 e del 2017 non abbiamo lavorato bene. Non si lavorava nelle aree appropriate. Qualcosa è cambiato – ha concluso Valentino Rossi -, ora puoi vedere dei miglioramenti, ma è necessario del tempo“.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Jorge Lorenzo

Jorge Lorenzo a Motegi per il ringraziamento Honda

12 Ore del Golfo: Valentino Rossi 7° in griglia, Capirex 15°

johann zarco

Johann Zarco: “Ho davanti 3-4 stagioni da vivere al massimo”