MotoGP, Valentino Rossi e Franco Morbidelli

Valentino Rossi vs Franco Morbidelli: sfida per la vittoria e… l’amicizia

Valentino Rossi e Franco Morbidelli si sfidano in nome dell'amicizia. I compagni di box dovranno tutelare i risultati ma, soprattutto, il loro rapporto.

5 marzo 2021 - 9:35

La convivenze tra amici nello stesso box della MotoGP ha di recente minato il rapporto tra Andrea Dovizioso e Danilo Petrucci. Alla fine del 2018 Petrux aveva persino trovato casa nei pressi di Forlì, condividendo con il Dovi amici, tempo libero e allenamenti. A distanza di un anno molto è cambiato ed oggi le loro strade si sono divise sia professionalmente che privatamente. La favola degli amici fraterni nello stesso box si ripete stavolta in Petronas SRT con Valentino Rossi e Franco Morbidelli. In ballo ci sono risultati e un’amicizia nata oltre dieci anni fa, quando il pilota di origini romane si è trasferito a Tavullia per inseguire un sogno.

Obiettivi diversi, moto diverse, stesso team, stessa priorità: battere il compagno di box prima di ogni altro avversario. “Il compagno di squadra è il primo avversario“, ha ricordato Valentino Rossi nella sua prima conferenza stampa con i colori Petronas SRT. Per salvare l’amicizia con Franco Morbidelli, i due italiani dovranno portarsi massimo rispetto, accettare la sconfitta, nobilitare la vittoria. “Hai bisogno di un certo tipo di relazione quando gareggi l’uno contro l’altro ed essere amici allo stesso tempo. Deve essere una vera amicizia“, ​​spiega il Dottore. “Non sarà facile, ma possiamo farcela. Spero che siamo entrambi abbastanza veloci da vincere le gare“.

Una sfida umana

Le sfide e gli allenamenti al Ranch di Tavullia saranno di grande aiuto per salvaguardare l’amicizia. “Non sono preoccupato perché io e Franco, ‘Pecco’ corriamo l’uno contro l’altro quasi ogni giorno“, ha aggiunto Valentino Rossi. “Conto che tutti siano molto veloci, soprattutto Franco. Sarà speciale perché siamo compagni di squadra… Ci sfidiamo due o tre volte alla settimana con le moto. Guidiamo tutti i tipi di moto. Vedo che sono ancora competitivo“. Sullo sterrato del Motor Ranch il 42enne riesce spesso a sfruttare la sua esperienza e a mettersi davanti. In classe MotoGP riuscirà a fare lo stesso? “A volte sono il più veloce, a volte c’è qualcuno che mi batte. Questo è importante. Mi piace. Voglio dimostrare che puoi essere ancora forte quando invecchi“.

La convivenza ai box fra Valentino Rossi e Franco Morbidelli sarà una sfida soprattutto dal punto di vista umano. L’Academy VR46 è una scuola non solo per crescere tecnicamente, ma anche come uomini. “Stiamo correndo l’uno contro l’altro. Lo tratterò esattamente come prima“, chiarisce Franco Morbidelli. “Non cambierà nulla. Ovviamente stiamo lottando per qualcosa di grande. Ma dobbiamo essere consapevoli che niente è più grande dell’amicizia e dell’amore. Il lato umano è più importante del gioco. E questo è solo un gioco“.

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” In vendita anche su Amazon Libri

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Jorge Lorenzo

MotoGP, Stefan Bradl: “Stupido l’atteggiamento di Jorge Lorenzo”

motogp ducati

MotoGP: Ducati, che inizio! Ora si può davvero sognare in grande?

alessandro zaccone motoe

MotoE, inizio “italiano” a Jerez. Zaccone: “Quest’anno ci divertiremo”