Valentino Rossi a Valencia

Valentino Rossi: “Strategia sbagliata, dobbiamo migliorare nel 2020”

Valentino Rossi sottolinea gli errori compiuti durante le qualifiche a Valencia: "Strategia sbagliata, il prossimo anno dobbiamo migliorare".

16 novembre 2019 - 18:00

Un sabato da dimenticare per Valentino Rossi a Valencia che nelle qualifiche finisce in fondo al gruppo. 4° posto nella FP3, la giornata sembrava iniziata con il piglio giusto, ma nella Q2 scivola ancora sulle gomme. Una strategia errata ha penalizzato il campione di Tavullia che domani dovrà partire dalla quarta fila in una gara che si preannuncia tutta in salita e su un tracciato che poco si addice al suo stile di guida. “Questa giornata ci ha dato sentimenti contrastanti. Nella terza sessione di libere le condizioni non erano fantastiche, perché faceva molto freddo al mattino. Ma il mio tempo sul giro era impressionante“.

Nell’ultima sessione di libere Valentino Rossi ha montato le mescole hard per capire se fosse la scelta ideale per la gara di domani. Risultato 11° posto ad oltre un secondo dal miglior tempo di Maverick Vinales. Ancora una volta il pesarese non ha riscontrato lo stesso feeling instaurato dagli altri piloti Yamaha con la M1. “Non sono molto contento della qualifica, non abbiamo lavorato bene. Non abbiamo scelto una strategia ideale, sono sceso in pista con la seconda gomma fresca nel momento sbagliato. Avevo molto traffico e sono stato frenato, ad esempio, da Pol Espargaró, che era su un giro lento con una gomma usata. Ecco perché non ho potuto migliorare al primo giro“.

Il potenziale di Valentino Rossi è sicuramente maggiore rispetto a quanto raccolto nella Q2, ma la quarta fila condanna ad una partenza da fuoriclasse. Non solo strategia sbagliata, ma anche sfortuna. “La strategia a volte funziona, a volte no. Ci impegniamo sempre per rendere la strategia il più precisa possibile. Ma anche la fortuna ne fa parte, oggi mancava la fortuna perché ho incontrato Pol sulla pista in Q2. Questo non può essere sempre previsto. Tuttavia: non avrei dovuto uscire in quel momento“. Un chiaro monito rivolto forse a Silvano Galbusera? “Non siamo i maestri della strategia in generale. Dobbiamo migliorare il prossimo anno“.

Anche per questo Valentino Rossi ha deciso di affidarsi ad una mente più fresca come quella di David Munoz. “Sarà una gara difficile. La partenza e i primi due o tre giri saranno decisivi. In questa fase devo recuperare alcune posizioni. Devo prendere le giuste decisioni, scegliere le linee giuste e poi vedere cosa succede durante il resto della gara“.

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Massimo Rivola

MotoGP, Rivola: “Iannone ed Espargaró? Normale parlino con altri team”

fabio di giannantonio

ESCLUSIVA Fabio Di Giannantonio: “Devo diventare più costante”

Valentino Rossi e Lewis Hamilton

Lewis Hamilton: “Il test con Valentino Rossi mi rende nervoso”