MotoGP, Valentino Rossi a Jerez

Valentino Rossi: “Sarà caldo record in MotoGP. Marquez? Non è finita”

Valentino Rossi parte dalla seconda fila a Jerez, ma il podio sembra lontano. La MotoGP vivrà una giornata di caldo record: "Sarà una sfida per tutti".

26 luglio 2020 - 7:20

Valentino Rossi compie un deciso step in avanti rispetto al primo week-end di MotoGP. Il lavoro compiuto sulla sua Yamaha M1 ha portato i suoi frutti, chiude le qualifiche con un 4° posto in griglia. Le alte temperature del pomeriggio andaluso causano ancora qualche problema, ma nulla di paragonabile rispetto allo scorso week-end. “Oggi abbiamo continuato a lavorare sulla moto e mi sono sentito meglio. Ho sofferto un po’ di più nel pomeriggio. Ma sembra che il caldo sia un problema per tutti i piloti“.

Il caldo andaluso

L’asfalto andaluso più gommato rispetto a una settimana fa potrebbe consentire a Valentino Rossi di optare per la media. Con una mescola più dura migliorano le sensazioni del 41enne di Tavullia, ma si prevedono temperature ancora più roventi che toccheranno i 37° (3° in più di sabato). “Domani vivremo la gara più calda della MotoGP a cui ho partecipato. La situazione qui sta davvero raggiungendo il suo limite. Per tutti i soggetti coinvolti. Sarà una grande sfida sopravvivere a 25 giri con questo caldo“. La seconda fila è un ottimo punto di partenza, il sistema holeshot sarà di aiuto, ma il suo ritmo non è ancora da podio. E i 60° dell’asfalto saranno un terreno minato.

Lo stile di guida

In alcuni punti del tracciato perde qualche decimo che occorre limare. “Parto da una buona posizione e il mio ritmo non è male, anche se perdo in alcuni punti – ammette Valentino Rossi -. Negli ultimi anni lo stile di guida della MotoGP è cambiato molto, in alcune curve, più che guidare bene, devi fare le cose giuste per sfruttare le gomme. Non è facile, ho molta esperienza ma a volte può anche limitarti, perché devi aprire la mente e cambiare“. Per il podio se la giocheranno i “magnifici tre” della prima fila. Compreso il suo allievo Pecco Bagnaia. “Sta lavorando molto, è in forma e ha fatto un passo avanti con la Ducati, una moto veloce ma anche complicata. La settimana scorsa l’ho visto guidare bene e oggi ancora di più, secondo me sarà in grado di lottare per il podio“.

Il forfait di Marquez

L’assenza di Marc Marquez e i problemi del team Ducati factory volgono i pronostici a favore delle Yamaha. Per la prima volta dall’inizio della sua carriera in MotoGP, il fenomeno della Honda rimarrà a zero punti dopo due GP. Come considera la situazione del suo rivale spagnolo? “Dipenderà da quanti punti Quartararo e Vinales raccoglieranno in gara e anche Dovi“, afferma Valentino Rossi. “Il campionato è breve. Marquez sarà in svantaggio, ma ha dimostrato in gara uno che ha un grande ritmo e può vincere. È stato il pilota più veloce in campo domenica scorsa. Non credo sia finita per lui“.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Andrea Dovizioso

MotoGP, Andrea Dovizioso: gomma Michelin indomabile, un aiuto dall’holeshot

motogp brno

MotoGP, Brno: Gli orari del 8/08, diretta Sky Sport/DAZN e differita TV8

MotoGP, Marc Marquez

MotoGP, manager di Marc Marquez: “Abbiamo dato fiducia ai dottori”