MotoGP, Valentino Rossi a Misano

Valentino Rossi: “Morbidelli ci sta mettendo sotto pressione”

Valentino Rossi descrive l'amico e collega Franco Morbidelli alla vigilia del secondo round MotoGP a Misano: "A volte non sa neanche dove si trova".

18 settembre 2020 - 9:22

Franco Morbidelli ritarda ad arrivare in conferenza stampa, Valentino Rossi gli telefona e regala un siparietto esilarante, di quelli che fanno bene alla MotoGP a tutto tondo. “Lui è così, a volte non sa neanche dove si trova. L’altro giorno mi ha chiesto, ‘ma dove si corre la prossima?‘. ‘A Misano‘. ‘Ah va bene’“. Prima vittoria in classe regina per l’italobrasiliano che ha poi pagato le conseguenze dei festeggiamenti con qualche problemino gastrointestinale. Risultato: test IRTA saltato, una buona occasione per limare dettagli in vista del prossimo GP.

Smaltita la sbornia del successo bisogna rifocalizzare l’attenzione sulla pista. Yamaha è la sola Casa che schiera piloti che hanno vinto almeno una gara in MotoGP. “Non me n’ero accorto. Ma vuol dire che hanno scelto i piloti giusti – dice Morbidelli a ‘La Gazzetta dello Sport’ -. I più forti? Siamo primi e secondi nella classifica a squadre, quindi direi di sì”. E, incredibile a dirsi, il team Petronas ha già ottenuto tre vittorie, la squadra ufficiale di Valentino Rossi e Maverick Vinales è ancora a quota zero… Ma sono sicuro che pure Vale e Vinales faranno risultato“.

‘Morbido’, il capolavoro di Vale

Dal prossimo anno Franco Morbidelli e Valentino Rossi faranno coppia nello stesso box. Un sogno che suggella un’amicizia di lunga durata come in un bel film. Il 41enne di Tavullia sta crescendo i futuri campioni della MotoGP e i risultati lo confermano. “Domenica era in ottima forma e ha guidato al massimo sin dal primo giro senza commettere errori – ha detto il Dottore nel giovedì di Misano -. Era molto forte sui freni ed è stato in grado di girare la moto molto velocemente. Penso che sia stato un capolavoro: è partito per primo e ha mantenuto il ritmo per tutta la gara senza commettere errori“.

Nel 2019 Fabio Quartararo ha costretto ad alzare l’asticella, in inverno si è allenato intensamente per migliorarsi. E quando anche un solo elemento della VR46 Academy spinge di più, per forza di inerzia trascina positivamente anche gli altri. “A volte questo diventa un problema per noi perché è pronto per andare a correre alle 9 del mattino tutti i giorni – racconta Valentino Rossi -. Ci sta mettendo sotto pressione, soprattutto me e Pecco. È in ottima forma, è molto importante“. La chiave del successo è il suo stile di guida pulito. “Devi essere gentile con la Yamaha, devi guidarla come vuole. Franco viene dalla Moto2 e ha guidato una Honda per il primo anno. Quindi aveva bisogno di un po’ di esperienza per capire come guidare la M1“.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

quartararo motogp

MotoGP, Fabio Quartararo: “Quando ci sono gare doppie siamo persi”

bastianini moto2

Moto2, Enea Bastianini carico: “Mancano ancora tre Gran Premi”

di giannantonio moto2

Moto2, Fabio Di Giannantonio: “Ci siamo rifatti di domenica scorsa!”