MotoGP, Valentino Rossi a Le Mans

Valentino Rossi: messaggio per Jorge Lorenzo, team Moto3 a rischio

Dopo le qualifiche di Le Mans Valentino Rossi parla del progetto VR46: per Luca Marini in MotoGP servono soldi. E manda un messaggio a Jorge Lorenzo.

10 ottobre 2020 - 21:00

Valentino Rossi partirà dalla decima piazza a Le Mans e, nonostante un buon passo, non può ritenersi soddisfatto. Dopo aver agguantato l’accesso diretto al Q2 con l’ottavo crono nella classifica combinata, ha accusato un gap di mezzo secondo dal poleman Fabio Quartararo. Nonostante il tracciato francese, con le sue condizioni meteo “raffreddate”, sia amichevole per la Yamaha M1, non è riuscito a sfruttare i punti di forza. “Abbiamo ancora del lavoro da fare per la gara perché la moto è troppo nervosa in accelerazione. A parte questo, il mio ritmo è buono, sono abbastanza forte. La gara è lunga, devo solo essere bravo fin dall’inizio“.

Un messaggio per Lorenzo

Sono altri gli argomenti sul tavolo per Valentino Rossi. Nel giorno in cui ricorre il decimo anniversario della prima vittoria in MotoGP di Jorge Lorenzo, si discute del collaudatore Yamaha. Dopo i due giorni di test il pentacampione ha espresso il desiderio di voler proseguire nella veste di tester anche nel 2021. Il Dottore manda un messaggio chiaro all’ex rivale: “Jorge in Malesia a febbraio non è stato così male. Perché ha fatto un buon lavoro ed era veloce con la M1. Era vicino a noi, ai piloti normali. Ma poi ha detto che non ha mai guidato una moto fino a Portimao“.

Valentino Rossi sa quanto possa essere prezioso Jorge Lorenzo per la causa Yamaha, ma serve maggiore impegno. “Ha un grande potenziale, ma se vuoi essere collaudatore ha bisogno di allenarsi, di usare le moto. Perché se rimani otto mesi senza toccare una moto, dopo è impossibile portare al limite una MotoGP. Quindi penso che se Jorge vuole continuare, ha bisogno di provare e guidare qualche altro tipo di moto durante la stagione“.

Team VR46 e budget

Altro argomento all’ordine del giorno, il team VR46 in MotoGP. Dalla Spagna sono arrivate voci di un possibile ingresso in classe regina dal 2021, ma Valentino Rossi smentisce ancora una volta. Gli unici colloqui in atto con Avintia sono per portare Luca Marini in top class. “Ci interessa che Luca approdi in MotoGP il prossimo anno, ma stanno ancora parlando. Non so se sarà possibile. Spero di avere Luca in classe regina“.

Obiettivo possibile solo se il gruppo VR46 riuscirà a portare sponsor nelle casse del team iberico. “Spero di non dover pagare di tasca mia, credo sia una cosa fondamentale. Sarebbe meglio se pagasse la VR46 o i nostri sponsor (ride, ndr). Sarebbe interessante portare Luca in MotoGP, spero che accada ma non so se sarà possibile. Ripeto che sarebbe bello, soprattutto se l’interesse della Ducati per lui non fosse limitato a un solo anno. Penso che ne sapremo di più tra una decina di giorni“.

Quest’anno il main sponsor Sky ha ridotto il budget, tanto che la squadra in Moto3 è in dubbio per il prossimo anno. “Non mi piacerebbe dover chiudere il team Moto3 – conclude Valentino Rossi -. Ma devi vedere quanti soldi possiamo trovare per sostenerlo“.

1 commento

quattordici800_14945882
8:38, 11 ottobre 2020

Chi paga x Marini? Beh…considerato che sei un cassaintegrato e te la passi come un miserabile te lo pagheranno gli italiani che sognano ancora il tuo decimo mondiale!

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Jorge Lorenzo e Andrea Iannone

MotoGP, Jorge Lorenzo-Aprilia si può fare: “Sarei il coach di Iannone”

canet moto2

Moto2, classifica rookie: Canet sempre in vantaggio, Dalla Porta quota 5

jorge martin moto2

Moto2: Jorge Martín, ultime gare prima della MotoGP. “Ducati l’opzione migliore”