Valentino Rossi e papà Graziano

Valentino Rossi e papà Graziano: un futuro accomunato dalle auto

Valentino Rossi ha annunciato l'addio alla MotoGP e si prepara alle corse in auto. Intanto suo padre Graziano torna a correre nel Team Daba di Davide Bannò.

5 agosto 2021 - 17:05

Valentino Rossi ha annunciato l’addio alla MotoGP in una conferenza stampa a Zeltweg. Graziano Rossi, invece, mette un punto fermo sul suo futuro. Il papà del nove volte campione può vantare un lungo passato nel motorsport, tra gare di motociclismo, rally e passione per il drift. Quest’ultimo è un fenomeno che in Italia è esploso da meno di un ventennio, con Graziano che rappresenta uno dei più grandi fautori a livello nazionale. Tanto che nella sua abitazione a Tavullia ha realizzato una pista privata per potersi allenare e driftare.

Il signor Rossi già in passato si è unito professionalmente ad un team di drift, attualmente il più prestigioso su scala italiana. Parliamo del Team Daba Drift guidato da Davide Bannò, grande amico del papà di Valentino Rossi. Nel 2010 gli viene fornita una Nissan 350 Z da drift e inizia a partecipare ai più grandi eventi. Prima di cederla alla 26enne Elena Zaniol che ha contribuito a vincere molte gare anche di calibro europeo. Dopo una breve pausa Graziano ha deciso di riprendere l’avventura nel drifting e, come riferisce ‘Il Quotidiano d’Italia’, Davide Bannò gli sta preparando una nuova auto. Da fonti certe, pare che vi siano in essere ulteriori accordi tra il Team Daba, Graziano Rossi ed il mondo delle corse.

Intanto anche Valentino Rossi preannuncia di dedicarsi al mondo delle auto dal prossimo anno, in scia alla passione di suo padre Graziano. “Ho sempre amato gareggiare con le auto, all’inizio correvo con i go kart perché a mio padre facevano paura le moto e pensava che le auto fossero più sicure. Non so se con le auto avessi risultato questi risultati, quindi ho scelto bene. Ma ho sempre cercato di migliorare la mia tecnica con le auto per farmi trovare a questo momento. Non conosco il mio livello, però non voglio correre solo per divertirmi. Mi piacerebbe correre la 24 Ore di Le Mans, ci sono tante gare in giro per il mondo“.

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” In vendita anche su Amazon Libri

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

franco morbidelli motogp

MotoGP, Franco Morbidelli: “Sfida superata in maniera decente”

aleix espargaro misano motogp

MotoGP: comanda Aleix Espargaró nel day-2, Bagnaia top dei Test Misano

alex rins motogp

MotoGP, Alex Rins: “Sylvain Guintoli? Non so davvero come faccia”