Valentino Rossi e Luca Marini

Valentino Rossi e Pablo Nieto fanno strada al team MotoGP VR46

Valentino Rossi ha in mente un team MotoGP VR46 per il 2022. Pablo Nieto avrà un ruolo chiave dopo l'esperienza al fianco di Luca Marini in Avintia.

12 novembre 2020 - 7:41

Marco Bezzecchi resterà nel team di Valentino Rossi in Moto2 anche il prossimo anno. Alessio Salucci ha smentito l’ipotesi di un suo passaggio in Aprilia e riproverà a conquistare il titolo della classe di mezzo. Invece, a seguire passo passo l’esordio di Luca Marini in MotoGP sarà Pablo Nieto, che assumerà anche alcuni compiti di gestione insieme al team principal Ruben Xaus.

Per il team di Tavullia il 2021 potrebbe essere una stagione propedeutica prima dell’approdo ufficiale in classe regina con un team VR46. “Con Luca Marini avremo una moto nell’Esponsorama Avintia Team che sarà colorata più o meno con gli stessi colori di quest’anno. Inoltre avremo altri due piloti al via in Moto2: Marco Bezzecchi e Celestino Vietti. Questo è l’intero progetto VR46 per il 2021“. Ricoprirà varie funzioni Pablo Nieto, anche se per il momento non entra nei dettagli. “Non so se sarò direttore sportivo o manager – spiega a Speedweek.com -. Ruben e io lavoreremo insieme e saremo più o meno su un piano di parità. In Moto2 sarò il team manager come al solito“.

Un pre-accordo con Suzuki

Avintia resterà nelle mani di Raul Romero e Ruben Xaus, che guideranno la gestione. Per il fratello di Valentino Rossi, però, si prevede l’impiego di una Ducati GP19 anche per il prossimo anno. “Dovrebbe essere la stessa moto che sta guidando Johann Zarco. L’accordo per il 2021 non consente l’utilizzo di nuove moto. Al momento sembra che Tito Rabat e Zarco abbiano moto diverse, ma nel 2021 saranno le stesse moto“.

Il nuovo contratto di Luca Marini ha richiesto tempo per portarlo in porto, fitti i colloqui con Dorna, il team e la Ducati. Come detto, sarà un anno propedeutico, Valentino Rossi ha in mente un accordo con la Suzuki di Davide Brivio e formare un team satellite per il 2022. Ma bisogna affrettare i tempi, entro la primavera servirà uno sponsor e un contratto già compilato nei minimi dettagli. “Abbiamo ancora un po’ di tempo per pensarci“.

Foto: Getty Images

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Joe Roberts

MotoGP, il manager di Joe Roberts: “Aprilia occasione mancata”

MotoGP, Luca Marini-Pecco Bagnaia-Valentino Rossi

MotoGP, Valentino Rossi e “new generation”: obiettivo Mondiale tricolore

binder espargaro ktm motogp

MotoGP, Mike Leitner (KTM): “I risultati del 2020 parlano da soli”