Valentino Rossi

Valentino Rossi: “Da adesso in poi è bam, bam, bam”

Valentino Rossi a Jerez per capire il vero potenziale della Yamaha. La M1 necessita di interventi in alcune aree, ma c'è più ottimismo rispetto al 2018

1 maggio 2019 - 16:23

Dopo le prime tre gare il Mondiale di MotoGP approda in Europa, a Jerez, e per il team Monster Energy Yamaha sarà un test fondamentale per il proseguimento della stagione. Nell’ultimo biennio la YZR-M1 ha tentennato sul tracciato andaluso e poi durante tutto il campionato. Quest’anno i tecnici di Iwata hanno dato vita ad un nuovo corso che attende conferme nel prossimo week-end.

TEST VERITÀ PER IL DOTTORE

Valentino Rossi occupa attualmente il secondo posto in classifica dopo i due podi consecutivi. Non c’è due senza tre. Pochi conoscono questa pista meglio del Dottore: nella sola classe regina conta sette vittorie e cinque i podi. Nei giorni scorsi Jonas Folger ha effettuato una giornata di test privato al Mugello per studiare alcuni aggiornamenti di elettronica che potrebbero dare manforte allo sviluppo della M1. “Adoro correre in Europa – ha dichiarato Valentino Rossi – perché le piste sono fantastiche e le conosco molto bene. Iniziamo a Jerez, che negli ultimi due anni è stata una pista difficile per la Yamaha. Ma abbiamo fatto bene nelle ultime due gare, quindi sarà molto interessante vedere se riusciremo ad essere veloci anche qui“.

Dopo la lunga pausa di due settimane il calendario si alternerà a settimane alterne fino al Sachsenring, prima della pausa estiva che occuperà quasi tutto il mese di luglio. “Abbiamo avuto una piccola pausa, da adesso in poi è “bam, bam, bam”, un programma molto fitto fino alla gara al Sachsenring. Stiamo lavorando bene, sembra che la moto sia migliorata molto, ma sicuramente ci sono alcune aree su cui dobbiamo lavorare. Abbiamo bisogno di un po ‘di tempo per farlo – ha concluso Valentino Rossi -, ma possiamo essere competitivi“.

VINALES E L’INIZIO GARA

Maverick Vinales dovrà fare i conti con i problemi alla frizione e in fase di partenza, che hanno contrassegnato negativamente l’inizio di questa stagione. “Sono contento perché finalmente arriviamo alle gare europee. Ad Austin, nonostante i problemi riscontrati, mi sono sentito bene in sella alla mia moto e ho avuto un ottimo passo gara. Abbiamo avuto qualche difficoltà a Jerez in passato – ha ricordato lo spagnolo – ma penso che abbiamo fatto dei buoni passi avanti negli ultimi tempi. Potenzialmente potrebbe essere una buona pista per la Yamaha, spero di lottare per il podio fin dall’inizio della gara“.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Takahiro Sumi

MotoGP, Sumi: “Sulle gomme di Rossi dobbiamo capirci meglio”

Francesca Novello, Valentino Rossi

Valentino Rossi a Yas Marina. Francesca Novello ‘outsider’ di Valencia

razali stigefelt petronas srt

Razlan Razali (Petronas SRT): “Yamaha contenta del nostro lavoro”