MotoGP, Valentino Rossi a Misano

Valentino Rossi cerca sponsor: “Team MotoGP nel 2022, ma serve un altro passo”

Valentino Rossi non nega l'ipotesi di un team VR46 in MotoGP per il 2022. Ma è un obiettivo ambizioso che esige soldi e sponsor.

19 settembre 2020 - 22:06

Valentino Rossi non può essere pienamente soddisfatto del settimo posto in griglia di partenza del GP di San Marino. Centra l’accesso diretto al Q2, ma compie il suo giro più veloce con un gap di 359 millesimi dal compagno di box Maverick Vinales. Nell’ultimo tentativo cronometrato compie qualche errore e nel warm-up di domenica mattina proverà a migliorarsi in quei settori dove soffre maggiormente.

La partenza sarà decisiva

Nella sua Misano rincorre l’obiettivo del 200° podio in carriera, ma il traguardo non si preannuncia facile. “Partire dalla terza fila sarà difficile nella MotoGP moderna – ammette Valentino Rossi -. Devi fare tutto bene fin dall’inizio, soprattutto l’inizio e la prima curva. Il primo round domani sarà molto importante. Devi essere aggressivo, ma allo stesso tempo pensare sempre a tutta la gara“. Il passo gara è buono, ma con una pista particolarmente gommata tutti hanno abbassato i tempi e le distanze sono ravvicinate. Bastano un paio di decimi per ritrovarsi troppi indietro per puntare al podio, nonostante risulti più veloce rispetto ad una settimana fa.

La pole mancata di Pecco

Valentino Rossi dovrà fare i conti anche con Pecco Bagnaia, in pieno stato di grazia con la Ducati Desmosedici. Peccato che abbia visto sfumare la pole position per aver toccato il green nell’ultimo giro veloce della Q2. “Guida molto bene perché il suo stile di guida gli permette di sfruttare al meglio la Ducati: compensa alcuni problemi della Ducati e allo stesso tempo sfrutta al massimo alcuni vantaggi come il motore e l’accelerazione. La Ducati è una moto ad alte prestazioni, ma non è facile da guidare“.

Un team VR46 in MotoGP

Nel paddock MotoGP tiene ancora banco il discorso Avintia. Nel 2021 il gruppo VR46 punta alla sella di Tito Rabat per piazzare Luca Marini. Nel 2022 proverà ad approfittare del momento finanziariamente difficile del team di Raul Romero per trovare un box libero in classe regina. Un sogno che a Tavullia coltivano da anni, ma molto dipenderà dagli sponsor. “Nel 2022 la MotoGP cambierà molto, dobbiamo capirci meglio – chiosa Valentino Rossi -. In questo momento siamo molto contenti in Moto3 e Moto2, perché questo corrisponde alla nostra dimensione. Per la MotoGP devi fare un altro passo e non è facile“.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

motogp grid

MotoGP, Moto2, Moto3: Le griglie 2021 prendono sempre più forma

ayumu sasaki moto3

Moto3, il primo podio di Ayumu Sasaki: “Dopo quattro anni duri, eccomi!”

MotoGP, Alex Marquez e Johann Zarco

MotoGP, Alex Marquez: “Johann Zarco non è stato intelligente”