Valentino Rossi a Silverstone

Valentino Rossi a Silverstone con il pallino del podio

Valentino Rossi ha buoni ricordi a Silverstone, come la vittoria nel 2015 sotto la pioggia. Adesso è tempo di riprovarci: "Forse siamo sulla strada giusta".

22 agosto 2019 - 22:56

Valentino Rossi arriva a Silverstone per interrompere una sete di podi che va avanti dalla gara in Texas del 14 aprile. L’ultima vittoria, invece, risale al Gran Premio di Assen 2017. Dopo la pausa estiva il pilota di Tavullia pare abbia risolto qualche problema all’interno del box, con Yamaha che ha compiuto ulteriori piccoli passi avanti in termini di elettronica. “Abbiamo alcune idee e vogliamo continuare nella direzione che abbiamo scelto. Non sono stato abbastanza veloce per il podio, quindi dobbiamo continuare a lavorare“.

I curvoni veloci del tracciato inglese potrebbero giocare a favore delle M1, anche se resta da capire le condizioni del nuovo asfalto. “In passato sono arrivato anche sul podio qui, questo è il mio obiettivo (vittoria nel 2015, ndr). Sappiamo che la nostra velocità massima non è fantastica, ma almeno sulla carta era più importante in Austria che qui. È importante trovare un buon feeling e un giusto bilanciamento per la moto“, ha sottolineato Valentino Rossi.

Si ritorna a Silverstone a due settimane dal quarto posto in Austria, una pista a priori difficile per la Yamaha. Quindi sarà importante proseguire con la raccolta delle buone sensazioni. “Dobbiamo capire se la strada intrapresa va bene, cercare di essere più vicini a quelli che lottano per la vittoria. E soprattutto provare a salire sul podio“, ha aggiunto il Dottore a i microfoni di Sky Sport. Prima di riscoprirsi ottimisti occorre mettere la moto sull’asfalto e carpire le prime sensazioni sull’asfalto nuovo di zecca.

Ma nel giovedì di conferenza stampa sul tracciato d’Oltremanica, a tenere banco è l’argomento Zarco. Una situazione abbastanza simile Valentino Rossi l’ha vissuta ai tempi del biennio in Ducati: “C’era una grande aspettativa e invece ero in difficoltà. Ho passato momenti davvero bui, ci ho pensato pure io a stare a casa. Mi hanno aiutato gli amici e le persone intorno… Zarco non ce l’ha fatta, ognuno ha le sue reazioni. Pensavo avesse intenzione di cambiare moto e invece pare di no“.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Valentino Rossi a Valencia

Valentino Rossi: “Yamaha non si nasconda dietro Quartararo”

vietti di giannantonio rookie 2019

Moto2/Moto3: Vietti e Di Giannantonio Rookie dell’Anno 2019

MotoGP, Marc Marquez

MotoGP, Marc Marquez ‘cannibale’: “Compagno di squadra primo rivale”