Test Sepang: Maverick Viñales “Adesso guido come dico io”

Maverick Viñales è stato il migliore nella seconda giornata di test a Sepang. I problemi non sono risolti, ma lo spagnolo è più ottimista.

7 febbraio 2019 - 15:34

In casa Yamaha c’è un grande desiderio di rivincita dopo una stagione nettamente al di sotto della aspettative. Non è da meno Maverick Viñales, che è riuscito a chiudere la seconda giornata di test a Sepang con il miglior crono (la cronaca qui). Vero è che si tratta solo di test, ma il pilota spagnolo sta lavorando molto per fare in modo che la sua M1 torni competitiva. Il lavoro sul freno motore e sull’elettronica sembra stia portando i suoi frutti e Viñales si mostra decisamente più ottimista. L’ultima giornata servirà anche per cercare conferme.

“Oggi abbiamo lavorato molto sul ritmo in gara” ha dichiarato il pilota di Figueres, unico nella giornata odierna ad abbattere il muro di 1:59. “Abbiamo realizzato anche una simulazione con temperature alte e meno grip, ottenendo buoni riscontri cronometrici. Non mi aspettavo però di ottenere quel tempo, fino a quel momento non avevo messo una gomma morbida. Sono contento del lavoro svolto oggi, hanno fatto passi avanti e le sensazioni sono state decisamente positive in sella alla M1.”

Con questo Viñales non vuole dire che i problemi della sua moto siano un lontano ricordo, ma di sicuro qualcosa è cambiato. In particolare si sono rivelati importanti una differente configurazione elettronica ed un altro freno motore, utili per tentare di sistemare l’aggressività del motore. “Queste modifiche mi hanno aiutato a frenare meglio” ha sottolineato il pilota. “Non tutto è risolto ma va già meglio. Dobbiamo migliorare col serbatoio pieno.”

“Sono contento del lavoro svolto da Yamaha durante l’inverno” ha continuato, senza lasciarsi andare a facili entusiasmi ma con rinnovato ottimismo. “Adesso posso guidare come voglio. C’è ancora qualche dettaglio da sistemare, ma motore ed elettronica sono migliorati molto. La M1 si comporta molto bene, sembra abbia recuperato il DNA della Yamaha. Se riusciamo a rendere il motore un po’ più dolce in decelerazione, allora ancora meglio.”

Venerdì sarà l’ultimo giorno di test a Sepang, una giornata in cui si continuerà a lavorare ma nel corso della quale si cercheranno anche conferme. “Dobbiamo capire come funziona la moto quando c’è poco grip” ha dichiarato Viñales. “Domani realizzeremo una simulazione di gara nel primo pomeriggio per provare queste condizioni.”

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Graziano Rossi: “Vorrei vedere Valentino correre per sempre”

British Talent Cup: Seabright e Horsman vincenti a Snetterton

MotoGP: Ducati che ancora non svolta e il sogno Marc Marquez