Test MotoGP, Paolo Ciabatti: “Ducati lavora su ciclistica e aerodinamica”

Paolo Ciabatti soddisfatto per la vittoria di Alvaro Bautista in SBK. Adesso cerca conferme in Qatar a due settimane dall'inizio del Mondiale 2019.

23 febbraio 2019 - 16:02

Per Ducati è tempo di tirare le prime somme a Losail, Paolo Ciabatti attende conferme dai suoi piloti. Dopo il buon avvio a Sepang la casa di Borgo Panigale porterà ulteriori aggiornamenti per la Desmosedici GP19 prima di definire la base di partenza per la stagione 2019. Due gli argomenti in cima alla tabella di lavoro. Un’ulteriore evoluzione del telaio e un pacchetto aerodinamico che cerca convalidazione dopo l’esordio in Qatar.

Sorrisi per la vittoria in SBK

Ducati inaugura il primo giorno di test in Qatar con un grande sorriso, frutto della vittoria di Alvaro Bautista a Phillip Island. “Una grande soddisfazione, era la prima volta che Ducati scendeva in pista con una moto con motore V4 – ha detto Ciabatti a Sky -. Anche se era andato bene nei test non era scontato che Alvaro riuscisse a vincere la gara. Una moto all’esordio con un pilota all’esordio in SBK è un ottimo risultato, visto anche il distacco importante su Jonathan Rea. Domani cercheremo di ripetere le prestazioni fatte stamattina“.

Gli aggiornamenti nel box Ducati

Nella giornata di oggi Andrea Dovizioso e Danilo Petrucci scendono in pista con un certo ritardo rispetto al semaforo verde. Si attende una pista maggiormente gommata e condizioni climatiche più simili a quelle dell’orario di gara (18:00). “Stanotte ha piovuto, la pista non è ancora nelle condizioni perfette. Abbiamo chiuso molto bene i test a Sepang, adesso abbiamo bisogno di conferme – ha aggiunto Paolo Ciabatti -. Oggi gireremo con la carenatura standard, domani con la nuova carenatura nuova che abbiamo portato in pista a Sepang per qualche giro, prima di prendere una decisione definitiva. Poi proveremo alcune novità di ciclistica per definire la moto che poi prenderà il via qua fra due settimane“.

Il pronostico di Ciabatti

In testa ai pronostici ci saranno i soliti nomi noti, con la Suzuki di Alex Rins che rappresenta la new entry. Nei giorni scorsi il direttore sportivo di Ducati Corse ha confessato di sperare in un recupero più lungo per i piloti Honda. In tal maniera le Ducati potrebbero scavare un piccolo vantaggio in classifica. “Sarà interessante vedere all’opera Jorge Lorenzo dopo l’operazione allo scafoide, vederlo impegnato per tre giorni con la Honda… Marquez, anche se non è ancora al 100% con la spalla, sarà velocissimo. Sono stati molto veloci sul passo sia Viñales che Rins a Sepang, quindi mi aspetto le Yamaha e le Suzuki della partita. Ma non dimentichiamoci Jack Miller e Pecco Bagnaia, anche loro sono stati molto bravi a Sepang, quindi ci aspettiamo una conferma anche da loro“.

Scommetti con Johnnybet

Ricambi moto 4moto.it

Biglietteria per tutti gli eventi motoristici, F1 inclusa

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

pirro kymiring motogp

MotoGP, esordio al KymiRing. “Pista a tratti lenta, ma interessante”

Jorge Lorenzo

MotoGP: Parla il papà di Jorge Lorenzo “Ancora un anno con Honda”

Davide Brivio

MotoGP, Davide Brivio: “Valentino Rossi in Suzuki? Sono invenzioni”